Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Comunicati stampa

Dario Franceschini presenta la nuova legge sullo Spettacolo dal Vivo

Giovedì, 1 marzo, presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza (Viale Baccarini, 19 – ore 19.00) si svolgerà un incontro organizzato dal MEI, al quale presenzierà il Ministro dei Beni Culturali DARIO FRANCESCHINI, per discutere in merito alla nuova legge sullo Spettacolo dal Vivo. Lo scorso 8 novembre la Camera ha approvato definitivamente la legge, un lavoro che ha coinvolto artisti, tecnici, imprenditori del settore, organizzatori, amministrativi, le associazioni di categoria, i funzionari del MIBACT e degli enti locali. La nuova legge sullo Spettacolo dal Vivo incrementa le risorse del Fondo Unico per lo Spettacolo, estende l’ArtBonus a tutti i teatri, rende permanente il tax credit musica, introduce maggiore trasparenza, porta sostanziali novità per il rilancio e la crescita del settore. Dario Franceschini è certamente il Ministro che ha messo in campo le migliori azioni a favore della musica, con parere unanime di tutte le rappresentanze del settore. Sono tantissimi, infatti, gli interventi realizzati che hanno reso la musica popolare contemporanea parte integrante della cultura del nostro Paese. In particolare: L’avvio della Festa della Musica in Italia (21 giugno) con 9000 eventi, 36000 artisti, 650 comuni e l’anteprima della Festa della Musica dei Giovani nella Capitale Culturale d’Italia a cura del MEI. Il portale della Canzone Italiana con 200.000 brani dal 1900 al 2000, tradotto in 7 lingue, punto di riferimento per la musica italiana online, con aggiornamenti di almeno 5000 brani al mese. Sostegno alla Casa dei Cantautori a Genova la cui apertura è prevista per l’estate 2019. Dopo la Brexit la Residenza della Euyo (Orchestra Giovanile Europea) sarà a Ferrara, in Italia, con contributo di 250mila euro all’anno, per tre anni, al Comune di Ferrara. Valorizzazione del Jazz con bando già da tre anni di 500 mila euro l’anno e nell’ultimo anno di 750 mila euro. L’Artbonus è esteso a tutti i soggetti dello spettacolo, inclusi festival. Tax credit permanente per le opere discografiche musicali. Sillumina: il bando per giovani artisti finanziato con i fondi dei compensi per Copia Privata (il 10% della raccolta lorda) che ha già sovvenzionato oltre 200 progetti nel primo anno e sta esaminando ora le nuove proposte. Recepimento direttiva collecting e più trasparenza e concorrenza nella gestione dei diritti d’autore, anche musicali. Riforma dello spettacolo dal vivo, con riconoscimento musica popolare e jazz, grazie al varo del Codice dello Spettacolo dal Vivo. Iva agevolata per concerti al 10%. Bando MigrArti per lo Spettacolo, compresa la Musica per l’Integrazione tra Culture, con un bando di almeno 500mila euro l’anno. App 18 bonus cultura ai 18enni estesa anche alla musica registrata e dal vivo. In questi ultimi tre anni il Mibact ha portato una ventata di novità anche tra le istituzioni che hanno avuto per quanto riguarda la musica una maggiore attenzione per l’attualità e per i giovani che ne ripropongono il ricambio generazionale: si pensi alle gratuità per le iscrizioni della Siae agli under 30 e alle start up, ai maggiori incentivi per la promozione della musica dei giovani, a un aumento di […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

IoScrittore, ricomincia il torneo letterario

Torna anche quest’anno, per la sua ottava edizione, IoScrittore il torneo letterario del Gruppo editoriale Mauri Spagnol che nel 2013 ha ottenuto il patrocinio del MIBAC. La chiusura delle iscrizioni è prevista per il 26 marzo. Nato otto anni fa da un’idea di Stefano Mauri, presidente di GeMS, è l’unico torneo letterario online gratuito promosso da un grande Gruppo editoriale. Si tratta di una forma di scouting editoriale innovativa e democratica attenta alla qualità delle storie. Coinvolge attivamente i partecipanti, che diventano allo stesso tempo scrittori e lettori – giudicano quindi le opere degli altri partecipanti e ricevono utili giudizi per migliorare la qualità della propria storia – e vede come parte attiva tutto il Gruppo editoriale Mauri Spagnol (direttori editoriali, editor, scrittori). Sempre molto seguiti, gli appuntamenti di IoScrittore nell’ambito delle fiere editoriali più importanti (“Tempo di Libri”, Salone del libro di Torino, “Bookcity”), diventano interessati occasioni di dibattito, confronto e approfondimento dei temi cari al mondo della cultura, dei libri e della scrittura. IoScrittore premia ogni anno le prime 10 opere con la pubblicazione in ebook e i migliori 10 lettori. A insindacabile giudizio delle direzioni editoriali, almeno uno dei 10 finalisti viene pubblicato anche in formato cartaceo da una delle case editrici del Gruppo. IoScrittore a “Tempo di Libri” Venerdì 9 marzo Ore 17.30 – Sala Amber 4 Fabrizio Cocco, Giuseppe Festa, Mariagrazia Mazzitelli, Cristina Prasso, Mirko Zilahy, Silvia Zucca                                                                                   Dai una chance al tuo talento: 5 preziosi minuti per presentare il tuo romanzo inedito e ricevere consigli. Evento con grandi autori, editor e direttori editoriali:organizzato da IoScrittore, l’unico torneo letterario gratuito promosso da un grande gruppo editoriale. Prenota su www.ioscrittore.it/tempodilibri-speeddate   Sabato 10 marzo Ore 17.30 – Sala Amber 4 Alice Basso, Roberto Centazzo, Fabrizio Cocco, Alessia Gazzola, Elisabetta Migliavada, Stefano Res                        Dai una chance al tuo talento: 5 preziosi minuti per presentare il tuo romanzo inedito e ricevere consigli. Evento organizzato da IoScrittore, l’unico torneo letterario gratuito promosso da un grande gruppo editoriale. Prenota su www.ioscrittore.it/tempodilibri-speeddate   Domenica 11 marzo Ore 14.30 – Sala Brown 2  I segreti della scrittura: incontro per aspiranti autori Con Donato Carrisi, Andrea Vitali, Silvia Truzzi e Stefano Mauri, Luigi Spagnol, Tiberio Sarti, Eugenio Trombetta Panigadi Modera, Antonio Prudenzano  L’autore italiano di thriller più letto nel mondo, il cantore della provincia italiana più apprezzato e premiato e una giornalista esordiente nella narrativa si confrontano con editori e librai per offrire consigli e dritte agli aspiranti scrittori.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Insolitaguida al Cimitero delle Fontanelle

Sabato 10 Marzo ore 10:30 presso il Museum Shop di Piazzetta Nilo a Napoli, l’Associazione Culturale Insolitaguida Napoli presenterà alla stampa e al pubblico la Insolitaguida al Cimitero delle Fontanelle, scritto da Luigia Salino e con foto di Giuseppe D’Anna. Il libro è frutto di un lavoro di ricerca storiografica, di selezione di informazioni e di testimonianze raccolte sul campo a cura delle insolite guide che da anni sono impegnate a far conoscere a turisti (e non) uno dei quartieri di Napoli meno conosciuto ma non per questo meno interessante degli altri. Una guida completa per visitare il Cimitero delle Fontanelle e coglierne l’atmosfera speciale attraverso un percorso emozionale fatto di storia, racconti, leggende, aneddoti collegati ai resti dei personaggi illustri e meno noti qui depositati; nonché uno strumento semplice per conoscere, cogliere e comprendere il culto delle “anime pezzentelle”. L’Associazione culturale Insolitaguida Napoli opera dal 2008 per la promozione e la valorizzazione di una Napoli fuori dagli schemi: andare oltre la Napoli da cartolina rivelandone anche l’aspetto leggendario, le tradizioni intrise di colori e sapori attraverso racconti aneddotici, imprescindibili per chi desidera conoscere a pieno la città millenaria e i suoi volti, in cui anche la quotidianità necessita di una chiave di lettura per essere colta e apprezzata. In occasione della presentazione sarà possibile acquistare il libro, che è comunque disponibile presso le principali librerie ed edicole del centro di Napoli, presso la sede dell’Associazione Insolitaguida Napoli (Piazza Monteoliveto 13) oppure direttamente online tramite il sito www.cimiterofontanelle.com.  

... continua la lettura
Fun & Tech

Più della metà degli abitanti del mondo usa Internet

Sorpasso avvenuto: a livello mondiale, più della metà delle persone viventi utilizza Internet, secondo le ultime indagini. Anche in Italia le connessioni aumentano, anche se bisogna soffermarsi a valutare la situazione complessiva per capire come viene usata la Rete nel nostro Paese. Quattro miliardi di persone sul Web A tentare di far luce sul settore è il rapporto Digital in 2018 di We Are Social, che si apre con il dato citato in precedenza: ovvero, in tutto il mondo il numero di utenti del Web è salito ancora del 7 per cento nell’ultimo anno, raggiungendo i 4,021 miliardi di persone, che rappresentano il 53 per cento della popolazione mondiale. Com’è facile immaginare, non c’è una distribuzione uniforme di questo numero, perché alcune zone del pianeta restano ancora tagliate fuori. Connessioni non uniformi Nello specifico, a livello statistico si stima che l’Europa del Nord abbia una percentuale di popolazione connessa pari al 94 per cento, mentre il tasso scende all’88 per cento in Nord America e al 77 per cento in Europa del Sud, per arrivare al 57 per cento in Asia Orientale; al contrario, in Africa centrale si concentra il maggior numero di persone escluse dal Web, con un tasso di penetrazione pari appena al 10 per cento della popolazione, anche se proprio alcuni Paesi africani hanno migliorato negli ultimi dodici mesi le proprie percentuali di accesso a Internet, in particolare in territori come quelli di Mali, Sierra Leone, Niger e Benin, che hanno visto un incremento medio del 20 per cento da un anno all’altro. La situazione in Italia In questo quadro generale, come stanno andando le cose per l’Italia? Secondo il rapporto, anche nel nostro Paese ci sono vari miglioramenti: a livello assoluto, ci sono circa 43 milioni di italiani che navigano in Rete, ma il contesto di Internet in Italia non è dei migliori, a causa della presenza di connessioni lente, digital divide ancora ben presente e costi per accedere alla Rete che sono mediamente superiore rispetto a quanto accade oltre confine, nonostante l’impegno “controcorrente” di provider come Eolo, che propone per tariffe internet per la casa davvero interessanti e, soprattutto, in grado di superare le difficoltà infrastrutturali grazie all’impiego della tecnologia wireless. Sempre più social Ma come si usa Internet nel mondo e in Italia? È sempre il rapporto Digital in 2018 a rivelare che c’è una tendenza piuttosto comune, ovvero l’utilizzo dei social: solo nell’ultimo anno, il numero di utenti delle varie piattaforme di condivisione è cresciuto di 13 punti percentuali, coinvolgendo a fine 2017 circa 3,2 miliardi di persone a livello mondiale. L’Italia non solo non fa eccezione, ma si dimostra uno dei Paesi più “social” al mondo. Un miliardo di anni online Più della metà dei 43 milioni di italiani connessi, infatti, utilizza la Rete principalmente per consultare i profili sulle piattaforme social, con un forte aumento di 3 milioni di persone in più rispetto al 2016; in media, si stima che i nostri connazionali trascorrano due ore (su un totale di sei passate ogni giorno online) a consultare Facebook, Twitter, Instagram et similia, quasi lo stesso tempo dedicato alla “mitica” televisione. Insomma, anche noi italiani contribuiamo a raggiungere l’incredibile […]

... continua la lettura
Fun & Tech

Sms da web, la nuova frontiera (che piace anche a Google)

La tecnologia degli sms sembrava essere destinata alla “pensione”, ma in realtà alcune notizie svelate nelle ultime settimane ne segnalano una sorta di rinascita, guidata come spesso succede in ambito tech da Google. Il business dell’invio sms via Web Come riportato su alcune testate specializzate, il gruppo di Mountain View starebbe pensando ad allargare le proprie attività anche alla gestione di sms tramite web; una funzione, questa, che attualmente è garantita da società come SmsHosting, leader in Italia come piattaforma di invio sms, e che si rivela molto utile in ambito marketing perché utilizza le connessioni dirette con i principali gestori GSM, automatizzando la gestione delle proprie comunicazioni mobili. Anche Google prepara un’app? A quanto pare, secondo il noto magazine specializzato Android Police, Google ha intravisto le grandi potenzialità di questo strumento e starebbe pensando a sviluppare un proprio prodotto, il cui funzionamento dovrebbe ricalcare il sistema di WhatsApp Web. In estrema sintesi, potremmo a breve avere una nuova applicazione della Big G (o più probabilmente una nuova versione implementata di Messaggi Android) che consente di inviare SMS attraverso il browser del PC. Un funzionamento semplice Anche la logica e il processo alla base di questo sistema dovrebbero avere molto in comune con l’applicazione web di Whatsapp; è sempre l’articolo citato che prevede un funzionamento basato sull’utilizzo dello smartphone come “intermediario”, con accesso a rubrica e dispositivo garantito tramite un QR Code; così facendo, l’applicazione avrà la possibilità di interagire con la propria rubrica e di inviare sms anche multipli con costi previsti dal proprio piano tariffario. Apertura ai pagamenti digitali Inoltre, gli esperti di Android Police affermano di aver scovato alcune parti di codice dell’applicazione che lasciano pensare anche a una funzione ulteriore, vale a dire la possibilità di veicolare pagamenti tramite l’invio di sms, anche se al momento non esistono maggiori informazioni su questo versante. In Italia piace la moneta virtuale Una mossa di Google in tal senso non stupirebbe più di tanto, comunque, perché i pagamenti digitali sono il fenomeno degli ultimi mesi: anche in Italia, nazione tradizionalmente poco propensa alle novità, più del 70 per cento delle persone utilizza lo smartphone o il tablet per gestire il denaro, sia per pagamenti quotidiani che per mobile banking o shopping. Per la precisione, si tratta del 74 per cento, percentuale più elevata tra i Paesi dell’Europa Occidentale, secondo quanto rivelato dal “Digital payment study” realizzato annualmente da Visa. Abbracciare le novità Come si legge nel dettaglio, il mobile banking è diventato una pratica naturale per il 62 per cento dei consumatori europei, ma per gli italiani questa percentuale scende al 56 per cento, mentre per il 37 per cento dei nostri connazionali ne fa un uso regolare e quotidiano. A trainare queste nuove modalità digitali sono soprattutto i ragazzi cosiddetti “Millennial”, che stanno avendo un forte impatto generazionale anche in Italia. Cresce anche la fiducia Il segnale più positivo è la crescita della fiducia che si registra anche nel nostro Paese: a fronte di una media europea del 61 per cento, il 68 per cento dei consumatori italiani si ritiene sicuro nell’uso dei pagamenti mobile, e in crescita viene segnalata anche […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Le storie ai margini nei romanzi di De Giovanni” alla La Bottega delle Parole

Dopo aver presentato i suoi romanzi nei grandi teatri della città, il padre del commissario Ricciardi e dell’ispettore Lojacono approda nella piccola sala di periferia. Lunedì 29 gennaio 2018 alle ore 18.00 presso lo spazio teatrale Nest, in via Bernardino Martirano 17, San Giovanni a Teduccio, ci sarà un incontro con lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni in occasione dell’uscita del romanzo “Souvenir”, ultimo episodio del ciclo de “I bastardi di Pizzofalcone”. L’evento si colloca nell’ambito della rassegna di presentazioni “Libri dietro le quinte”, promossa dall’associazione Gioco, immagine e parole in collaborazione con la Cooperativa Sociale Sepofà e La Bottega delle Parole. “Libri dietro le quinte” è un progetto che si propone di andare oltre i caratteri della pagina stampata di un libro per portare in scena la mano invisibile dello scrittore e permettere alla carta editata di prendere corpo e fiato sul palcoscenico. L’incontro con l’autore non è dedicato solo al suo ultimo successo editoriale, ma punta a mettere in luce quell’intuizione letteraria che fa da fil rouge nelle pagine dei romanzi del ciclo, tra colpi di scena e impareggiabili spaccati psicologici: si tratta delle storie “al margine” che, seppur poste su un piano narrativo secondario, si impongono all’attenzione del lettore in virtù della loro potenza emotiva e della loro carica sociale, storie che, come sottolinea l’autore in questo caso, fanno di “ottobre stesso un souvenir”. La scelta di porre l’attenzione sui risvolti sociali suggeriti dalle pagine dell’autore è in linea con gli obiettivi principali dell’associazione Gioco, immagine e parole, che da sempre si propone di stimolare la riflessione critica, soprattutto dei giovani, su fenomeni di emarginazione e disagio, affinché questi si pongano quali agenti di cambiamento. Saranno argomento di dibattito anche il valore della letteratura come mezzo di comunicazione, i mille volti di Napoli, la sua umanità e i molteplici modi di raccontarla. Dialogheranno con l’autore Nino Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, e Martina Romanello dell’associazione Gioco, immagine e parole. Le letture di alcune pagine dell’autore sono a cura dei giovani attori della compagnia di teatro civile “A’ Menesta”. Ingresso libero

... continua la lettura
Comunicati stampa

La tombola vajassa con Nanà. A Napoli il Natale arriva prima!

A Napoli il Natale arriva prima; per il ponte di Ognissanti una serata di puro divertimento. Napoli, 24 ottobre 2017. Venerdi 3 novembre alle ore 21.00 al Teatro Portalba, in via port’Alba 30 a Napoli, Mani e Vulcani presenta il primo appuntamento con La Tombola Vajazza con Nanà: uno spettacolo divertente, irriverente ed esilarante per rivivere l’atmosfera più verace dei vicoli dei Quartieri Spagnoli di Napoli. La Tombola Napoletana nacque nel 1734 durante il periodo natalizio. Proibito il gioco del lotto per motivi religiosi, i napoletani crearono con 90 numeri un gioco parallelo e casalingo. Ed è proprio attraverso l’estrazione dei 90 numeri che la serata prenderà forma e catturerà l’attenzione dei presenti. Un originale femminiello napoletano racconterà, attraverso l’estrazione dei numeri, storie e situazioni divertenti e goliardiche. Nel corso della serata sarà offerto, a buffet, un primo piatto e dolce della cucina tradizionale napoletana accompagnato da ottimo vino. Dato il tono folcloristico e spettacolare della serata, non sono previste “somme in gioco” ma solo tante risate e premi a sorpresa. La serata del 3 novembre è solo la prima di tanti appuntamenti che saranno replicati anche a dicembre e a gennaio. Si consiglia la prenotazione. NOTE SU MANI E VULCANI Mani e Vulcani è uno dei brand più consolidati del turismo culturale a Napoli. Narrare per emozionare è il vero punto di forza della nostra mission. Una piazza, una strada, un semplice vicolo napoletano, raccontati dalle nostre guide, rivivono come per magia attraverso storie, racconti, aneddoti e leggende. Partecipare ai nostri percorsi di visite guidate a Napoli e dintorno è come vivere un’esperienza completa ed unica: entrare in sintonia con un luogo, ascoltarne la storia, immergersi completamente nella sua cultura, vi farà sentire come un viaggiatore d’altri tempi. In location selezionate e dimore storiche MANI E VULCANI mette in scena tutta la tradizione napoletana, con spettacoli di Tarantella, Posteggia Napoletana, Cafè Chantant e la famosissima e tipica Tombola dei “femminelli”. Congressi, Convegni e Meeting trovano con Mani e Vulcani il modo di sottrarre ai lavori momenti culturali e ludici per conoscere il territorio e le sue tradizioni popolari. Info: manievulcani@gmail.com; – www.manievulcani.com

... continua la lettura
Comunicati stampa

Illumina la notte. La luce con l’arte di via Varco (Valle Caudina)

TURISMO E AREE INTERNE, IL CONVEGNO IN VALLE CAUDINA Saranno presenti l’on. De Mita e Matera “Turismo e aree interne” è il titolo del convegno che si terrà sabato 28 ottobre – alle ore 17,00 – a Rotondi (Av), presso l’Auditorium Comunale dell’Istituto Scolastico “G. Pascoli”.L’incontro è stato organizzato in occasione dell’inaugurazione dell’evento “Illumina la notte. La luce con l’arte di via Varco”, manifestazione che si pone l’obiettivo di promuovere il turismo in Valle Caudina.Al dibattito parteciperanno Corrado Matera, Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania, l’On. Giuseppe De Mita, Antonio Russo, primo cittadino di Rotondi e i sindaci di San Martino Valle Caudina Pasquale Pisano e di Roccabascerana Roberto Del Grosso.Il Direttore artistico di “Illumina la notte. La luce con l’arte di via Varco”, Marco Tonelli, illustrerà il progetto e il programma dell’intera kermesse culturale – in programma dal 28 ottobre 2017 al 6 gennaio 2018 – alla cittadinanza.Sabato mattina – a partire dalle ore 10,00 – sarà possibile visitare gli studi di via Varco che, eccezionalmente, saranno aperti al pubblico per l’occasione e sarà possibile ammirare i lavori di di Eugenio Giliberti, Umberto Manzo, Perino & Vele, Lucio Perone e Peppe Perone.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Miti e Allegorie. I messaggi celati nell’arte di Capodimonte

Miti e Allegorie. I messaggi celati nell’arte” si snoderà attraverso la lettura di opere che riproducono soggetti allegorici e mitologici presenti nelle Collezioni del Museo di Capodimonte. Il ricorso alle allegorie e alla mitologia è stato fortemente utilizzato già fin dall’antichità e, da sempre, vi è stata una stretta correlazione tra produzione letteraria e artistica. L’incontro, infatti, andrà a coniugare storia, arte e letteratura a partire dal mondo greco. Partendo, pertanto, dall’Allegoria della Giustizia, attraversando le varie sale del Museo, ci si soffermerà, tra le altre opere, sulla raffigurazione allegorica dei Sette Vizi capitali, delle varie raffigurazioni di Venere, Cupido, del celebre “Ercole al bivio” dove Ercole è indeciso tra le allegorie della Virtù e della Voluttà, della famosa Danae di Tiziano, proseguendo per le storie mitologiche raccontate da Guido Reni,Luca Giordano. Accoglienza: ore 19.30 presso bar all’interno del cortile del Palazzo di Capodimonte Inizio attività culturale: ore 19.45 Termine attività: ore 22.00- circa Costo Soci Megaride, in possesso di Fidelity Card, € 6 Tale costo è riservato, inoltre, a Cral e/o Associazioni convenzionati a presentazione delle rispettive tessere di iscrizione Costo Soci Megaride, non in possesso di Fidelity Card, € 8 A detti costi, si aggiunge costo biglietto ingresso: € 1 Prenotazioni www.megarideart.com – megarideart@gmail.com – 3481149647

... continua la lettura
Comunicati stampa

La pasticceria Liccardo e la celebrazione del dolce artigianale

Venerdì 29 Settembre alle ore 19:00, la Pasticceria Liccardo, in Via Belvedere 178, al Vomero, presenterà in un evento aperto ai clienti e alla stampa, il nuovo dolce di punta dell’anno 2017/2018: IL CESTINO DELLE STAGIONI. Un dolce di pasta sfoglia farcito con crema di FRANGIPANE alle mandorle, guarnito con meringa all’italiana e decorato con frutta fresca. Un dolce che cambia rispetto alla stagionalità delle materie prime, ma che avrà un elemento caratterizzante: la crema frangipane. Il Cestino delle stagioni è un dolce che mantiene salda la tradizione della pasticceria con l’elemento di base che è appunto la crema frangipane, ma allo stesso tempo si rinnova esalando così la freschezza e la stagionalità delle materie prime in farcitura e in guarnizione. Una serata speciale in cui la tradizione della pasticceria napoletana, l’innovazione del cake design e la professionalità che contraddistingue due generazioni si presenteranno al pubblico aprendo le porte del proprio laboratorio, dando vita alla celebrazione del dolce artigianale. La Pasticceria Liccardo, riferimento per il Vomero e la città di Napoli, dal 1981, comincia così questa nuova stagione aprendo al pubblico le porte di un’eccellenza che fa della pasticceria napoletana un elemento imprescindibile della cultura della nostra città.

... continua la lettura
Recensioni

Io, Lauro e le rose di Mario Artiaco

È un libro, Io, Lauro e le rose, dell’esordiente Mario Artiaco, che una volta letto non riesce ad abbandonare la mente del proprio Lettore, ma lascia una traccia indelebile nello spirito e nel cuore. È una storia dolce ma soprattutto amara: quella di una grande amicizia, nata in tenera età e destinata a durare e a resistere seppure attraverso le prove a cui la vita la sottoporrà; una storia amara, dove non c’è falso buonismo: in scena c’è la vita nuda e cruda. Lauro, Diego, Raffaele e Mario Artiaco: un racconto autobiografico Ciò che tocca e scuote soprattutto l’immaginazione del Lettore è che si tratta di una storia autobiografica, quindi di fatti realmente accaduti: “Raffaele” è lo pseudonimo dato a un ragazzo, un amico d’infanzia dell’Autore (che nel libro si identifica in Diego) vittima di violenze fisiche e morali: per sgravare dal peso del suo mantenimento la famiglia povera Raffaele viene affidato alle cure di Don Peppino. L’uomo però con il pretesto dell’aiuto abusa dei ragazzini che gli vengono affidati dalle famiglie povere, povere e quindi spesso incapaci per ignoranza o penuria di mezzi di difendersi. Al segreto della violenza si aggiunge quello dell’omosessualità di Raffaele, che quest’ultimo non vuole rendere nota e che in questo modo diventa arma di ricatto: nessuno deve sapere cosa succede, altrimenti Don Peppino svelerà il segreto di Raffaele, cosa che creerebbe non pochi problemi nell’ambiente chiuso e arretrato di provincia. Nella sua triste esistenza Raffaele non può chiedere e sperare nel conforto della propria madre, che vive nell’ipocrisia e preferisce prima non vedere gli abusi subiti dal figlio e poi il timore del ragazzo di essere tacciato come omosessuale. Io, Lauro e le rose e il messaggio di speranza In questo fosco e triste quadro c’è qualcosa di puro e di bello oltre all’amicizia con Lauro, ed è l’amore del compagno di Raffaele, un assistente sociale, che gli starà vicino fino alla fine, e il candore del Protagonista stesso che rimarrà “puro”, non scalfito dai dolori e dalle violenze subite, per una morale di speranza che pervade il Mondo e le persone dentro e fuori del Romanzo.

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Salotto Fame”, il nuovo punto di riferimento per gli hamburger addicted

San Vitaliano, apre il “Salotto Fame” C’è più gusto a stare insieme Mercoledì 30 agosto a San Vitaliano (in via Nazionale delle Puglie, 1) – in provincia di Napoli –  si svolgerà l’inaugurazione di “Salotto Fame”: una hamburgeria – braceria che propone prodotti di qualità ottenuti con ingredienti naturali e abbinati a birre e vini italiani. Come nel salotto di casa, considerato la stanza più importante dell’appartamento, dove si ricevono gli ospiti e ci si sofferma a parlare, Felice e Lucia (i proprietari) hanno inteso strutturare il loro locale in maniera tale da accogliere gli ospiti in un ambiente fresco, accogliente e moderno, riempendoli di attenzioni, come se fossero a casa di parenti o amici… Un concetto di ristorazione già noto agli habituè della vecchia sede del Fame, ubicata a Marigliano, che in soli tre anni si è accreditata come punto di riferimento degli “hamburger addicted” e, più in generale, dei buongustai. Ormai l’american style ha sedotto gli italiani. Ma il cibo simbolo del fast food è stato contaminato dalla genuinità italiana ed è diventato un piatto buonissimo da mangiare. E’ divenuto dunque una pietanza prelibata da gustare in tanti modi, in maniera sana e fantasiosa. Innanzitutto tutte le componenti dei panini proposti nel “menews” del Fame (il menù è impostato come un giornale) sono all’insegna della massima qualità possibile e prodotti in totale autonomia con materie prime da ristorante stellato. Pane preparato giornalmente (bun americano con semi di sesamo e papavero), così come le salse fatte in casa e tutti i topping. La carne, in assoluto la protagonista, viene valorizzata da ingredienti di contorno di qualità inseriti nel panino con un senso logico e non “tanto per far scena”. Infine salse concentrate ed eseguite con rispetto, vere e proprie componenti nell’insieme, non i soliti “veicoli grassi” e poco più. Non mancano ovviamente gli special burger: come il “LovEster” (dedicato alla figlia dei proprietari)  – fatto con hamburger di Fassona piemontese da 200 gr, mezzo astice americano fresco, julienne di insalata icebearg, bacon croccante affumicato, smokey baconaise sause -, oppure il “Vesuvio” ottenuto con hamburger, composta di melenzane a funghetto con pacchetelle di pomodoro del piennolo dop, fior di latte di Agerola e guanciale di maialino nero. Altro “must eat” lo “Cherry” con hamburger, confettura di ciliegie, caciotta stracchinata, guanciale di maialino nero dei Nebrodi e rucola di campo… Il panino gourmet per eccellenza! Impossibile non trovare il panino del proprio cuore. Altro “pezzo forte” del menews è la cheese cake, tipico dolce americano  rivisitato in chiave campana: viene fatto con la “lattica”, un formaggio innovativo prodotto da Francesco Savoia presso l’omonimo caseificio di Roccabascerana, ottenuto dal latte di vacca pezzata rossa; inoltre nel biscotto c’è un ingrediente  segreto, sempre legato ai sapori nostrani; tanti i topping con cui guarnirla ( frutti di bosco, caramello al burro salato, crema alla nocciola, crema  al pistacchio, crema al torroncino, etc.). Insomma , sarà pure un locale dove trascorrere una serata, ma per qualche ora il Salotto Fame vi farà sentire davvero a casa! Hashtag ufficiale: #SalottoFame SALOTTO FAME […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Al via il Giffoni Street Fest

DAL 14 AL 22 LUGLIO 2017 SPETTACOLI, ARTISTI INTERNAZIONALI, LABORATORI, TEATRO, GIOCHI, FESTE E MUSICA INVADONO GIFFONI VALLE PIANA CON IL GIFFONI STREET FEST Il festival nel festival accompagna per il quinto anno consecutivo il Giffoni Film Festival Inaugurazione con i ParolaBianca, chiusura con i Funk Off, marching band ufficiale dell’Umbria Jazz Artisti internazionali dalla Spagna – Osadia e Guixot De 8 – e dall’Ucraina – Dekru Dal 14 al 22 luglio, la città di Giffoni Valle Piana sarà invasa di artisti. Il Giffoni Street Fest introduce il pubblico alla ‘magia’ della 47esima edizione del Giffoni Film Festival. Un catalizzatore di eventi, giunto al quinto anno consecutivo, dà vita a un festival nel festival ancora più “Diffuso e Condiviso”, come da filosofia di Giffoni. 10 location sparse per la cittadina picentina, oltre 50 compagnie provenienti da Italia, Spagna, Francia, Inghilterra, Ucraina, un cartellone composto da oltre 200 spettacoli tra teatro, narrazioni, giocolerie, clown, bolle di sapone, marionette, acrobazie circensi e due spettacolari serate dedicate alla festa dei colori indiana: è il ricco programma del Festival diffuso pronto a dilagare nelle piazze, nelle strade, nei vicoli e nei parchi di Giffoni Valle Piana. Tanti artisti di strada: i ParolaBianca inaugurano lo Street Fest e, per tutti i palati, la novità della Pizza Comedy di Raoul Gomiero e l’eclettico mago-comico Mr Dudi. Tra gli ospiti internazionali gli acconciatori artistici spagnoli Osadia, con la loro performance unica di hairdressing art, i Guixot De 8, che propongono giochi di abilità realizzati in materiale riciclato, e gli ucraini Dekru si avvicenderanno nelle piazze e tra le strade della città, che si trasformeranno per magia in veri e propri palchi. Attento al territorio campano, il Giffoni Street Fest ospita il Bus Theater e il suo innovativo teatro su quattro ruote e due piani e l’arte di strada di Morks e la Baracca dei Buffoni. Non mancano gli spettacoli vincitori di premi: l’incanto di Zoè, il principio della vita della compagnia Piccolo Nuovo Teatro, l’epica di Paladini di Francia. Spada avete voi! Spada avete io dei Cantieri Teatrali Koreja e la suggestione di Luce della Compagnia dei Folli. Il Giffoni Street Fest è musica con i ritmi del sud de Le Fucarìa, le coreografie dei BadaBimBumBand, i tamburi dei PegaOnda, il gospel di Rita Ciccarelli & Flowin’Gospel e le marching band Girlesque, The Fantomatik Orchestra, Sonora JuniorSax e Funk Off, band ufficiale dell’Umbria Jazz. Il teatro nella sua forma più pura con i burattini del Maestro Giò Ferraiolo, ‘in scena’ ogni giorno in Largo De Rossi, e in quella più alternativa con Wanted, esempio unico di teatro ‘verticale’. Tanto spazio all’interazione con i giochi realizzati a mano da Manuel Pucci, per il Ludobus Legnogiocando, e i laboratori dedicati al riciclo (L’arte del riciclo), alla terracotta (Mani in pasta), al face-painting (Weronique Art), all’approccio agli animali (Di te mi fido) e alla magia (Un due tre tocchi di Magia e Magic Labs). Ancora, la creatività degli artisti delle caricature (Sergio Eco) e della poesia (Silvestro Sentiero) e le […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Concerto al buio”, emozioni sonore alla Galleria Borbonica

“Concerto al buio”: venerdì 14 luglio il quarto appuntamento nella suggestiva cornice della Galleria Borbonica di Napoli; tornano a suonare gli Ashram (violino e pianoforte) nella totale assenza di luce Dopo il “tutto esaurito” dei tre precedenti appuntamenti, Local Emotions.com si prepara a registrare un altro pienone Torna venerdì 14 luglio, ancora nella cornice mozzafiato della Galleria Borbonica di Napoli, il “Concerto al Buio”, esibizione musicale degli Ashram nella totale assenza di luce. Dopo il “tutto esaurito” dei tre precedenti incontri (22 aprile, 12 maggio e 10 giugno scorsi), l’enorme numero di richieste ricevute per la partecipazione all’evento ha spinto Local Emotions – startup che ha dato vita ad una piattaforma online finalizzata a mettere in contatto la domanda con l’offerta di esperienze – ad organizzare, in collaborazione con i responsabili del tunnel, un nuovo appuntamento con l’esclusiva esecuzione musicale di violino e pianoforte, da seguire soltanto con l’udito, senza alcun disturbo visivo, concentrati soltanto sulle note musicali di Edo Notarloberti e Martina Nolli. Una morbida luce accoglierà i visitatori in una breve visita guidata all’interno della Galleria, caratterizzata da un clima umido e fresco che offrirà altresì grande refrigerio al pubblico; le luci, poi, caleranno fino a raggiungere il buio più totale. La capacità comunicativa della musica, unita al viaggio sensoriale all’interno del buio assoluto, fanno del “Concerto al Buio” un evento unico ed imperdibile. Oltre 300 i partecipanti ai precedenti appuntamenti col concerto, la maggioranza dei quali ha commentato, nell’immediato oppure a posteriori, sui social, di aver vissuto emozioni straordinarie: l’evento, infatti, ha stimolato negli uditori una serie di entusiasmi tali da indurre loro a trattenersi nella Galleria anche dopo il Concerto, per un confronto sulle sensazioni e sulle impressioni vissute. “Siamo davvero fieri di aver puntato su Napoli – ha affermato Andrea Cinosi, Amministratore di Local Emotions – Sapevamo che la città si sarebbe dimostrata, come infatti è stato, sensibile e pronta ad un evento così suggestivo. Invitiamo tutti coloro che desiderano partecipare a questa affascinante esperienza ad acquistare quanto prima i biglietti, poiché siamo convinti che anche stavolta le richieste supereranno il numero dei posti disponibili”. L’evento – che ha raccolto altresì il benestare degli Amministratori Locali – permetterà quindi anche di ammirare la Galleria Borbonica, uno dei più emozionanti percorsi della Napoli sotterranea, opera ottocentesca di straordinaria espressione dell’ingegneria civile borbonica. I voucher per partecipare all’evento sono acquistabili attraverso il sito web di Local Emotions all’indirizzo: http://www.localemotions.com/galleria-borbonica—concerto-al-buio-di-piano-e-violino-O1137.html Napoli, 13 luglio 2017

... continua la lettura
Comunicati stampa

Piennolio, tra Cilento e Vesuvio

Nasce “Piennolio”: il pomodorino del piennolo del Vesuvio incontra l’olio extravergine d’oliva del Cilento in un barattolo Due prodotti d’eccellenza, simboli di culture vicine ma diverse, due ingredienti che negli ultimi anni sono diventati i “must have” di chef e pizzaioli di grido: il pomodorino del piennolo del Vesuvio e l’olio extravergine di oliva del Cilento sono racchiusi in un barattolo sotto forma di “Piennolio”, un sugo pronto realizzato solo ed esclusivamente con l’85% di pomodoro e il 15% di olio. Questa leccornia è solo una delle tante idee sviluppate dal team di Treccellenze, azienda fondata da giovani imprenditori campani che, provenienti da significative esperienze nel campo del food, hanno deciso di investire il loro know-how nella produzione di prodotti di eccellenza realizzati con ingredienti derivanti dalle loro terre di origine, ovvero il Parco Nazionale del Vesuvio e quello del Cilento. Il pomodorino del piennolo del Vesuvio utilizzato per la produzione del “Piennolio” viene prodotto presso l’azienda “Rosso Vesuvio” di Salvatore Acampora, e confezionato poi – insieme all’olio extravergine d’oliva – in un piccolo laboratorio artigianale ubicato in un bellissimo borgo cilentano (Piano Vetrale); ogni singolo barattolo viene minuziosamente controllato prima di essere messo in commercio. Attualmente questo prodotto, oltre a campeggiare nelle dispende delle cucine dei migliori ristoranti, è acquistabile sull’e-commerce di Treccellenze: www.treccellenze.it. Treccellenze Il catalogo dell’azienda comprende un’accurata selezione di prodotti, testati dai palati più esigenti, che sono alla portata di tutti per formati e prezzi. In particolare: il Piennolio (pomodorini del piennolo del Vesuvio e olio extravergine d’oliva del Cilento), il Ficoperto (fico bianco del Cilento avvolto con il cioccolato), Geppetto il finocchietto (liquore al finocchietto selvatico fresco), olio extravergine di oliva DOP (ottenuto dalla premitura di olive del Cilento, rigorosamente raccolte a mano e molite entro 48 ore), farine di grani antichi (farina semi integrale di grano tenero Gentil Rosso, farina integrale di grano tenero Carosella, farina di grano duro Senatore Cappelli), i Pastorelli (fragranti biscotti artigianali, preparati con la farina 00 di grano tenero Carosella e farciti con i gustosi fichi bianchi del Cilento

... continua la lettura
Food

MM lounge restaurant, un’esperienza multisensoriale a Torre del Greco

Un giardino accogliente e confortevole dotato di un piccolo angolo bar e di una mini piscina con un led a parete che proietta una cascata virtuale, simulando il suono del rilassante scroscio; una sala elegante e raffinata in cui è esposta, assieme a tre grandi quadri dalle tonalità vivaci, la ricca varietà di vini e di liquori proposti: per entrambi un design ed un arredamento easy chic, minimal e ricercato, che a tratti rimanda alle atmosfere orientali/zen, dove a prevalere sono i colori caldi e scuri. Una scelta forse voluta per esaltare il contrasto con la luminosità di ciò che più di ogni altra cosa colpisce entrando nel locale, quella che appare come la più bella cartolina mai dipinta: una terrazza sul mare a cui fanno da cornice i colori di un sole che si congeda al termine della giornata, per un’immagine che toglie il fiato. Si presentava così domenica 11 giugno, l’“MM lounge restaurant”, il nuovo locale a Torre del Greco, alla Via Calastro n. 16, nato dal format di Clarence Seedorf e Kevin Noel, con l’imprenditore napoletano Giorgio Parisi, i quali, per festeggiare il primo mese di attività, hanno organizzato l’evento “MM sunset – Sax on the beach”, ovvero, “il saluto al sole”, un’idea innovativa che ha piacevolmente sorpreso tutti i presenti. Intorno alle 20:15, infatti, un sassofonista a bordo di un piccolo gozzo, è arrivato dal mare ed ha raggiunto la riva della piccola spiaggetta a ridosso della terrazza, intonando brani classici della tradizione partenopea: una performance emozionante e di forte impatto emotivo, che ha reso speciale uno dei momenti senz’altro più suggestivi della giornata, il tramonto. La serata è proseguita poi con la musica dal vivo, affidata ad un duo di chitarra e voce e con una formula piuttosto ampia per quanto riguarda la scelta della consumazione: dal semplice aperitivo, alla degustazione di vini, alla cena, servita ai tavoli da un personale cordiale ed efficiente. A deliziare i palati degli ospiti, che hanno aderito numerosi, ci ha pensato lo Chef Giuseppe Langella di Torre del Greco, preparando finger food e mono porzioni con i prodotti tipici della nostra tradizione ed il pescato del giorno, ma abbinandoli ad ingredienti innovativi, particolari, proponendo accostamenti a tratti azzardati e realizzando infine piatti invitanti ed appetitosi. Non casuale poi, si è rivelata la scelta dell’impiattamento e dei colori delle pietanze, molte delle quali, in particolare il pesce, riecheggiavano e rendevano omaggio alle tonalità del corallo, elemento imprescindibile quando si parla della Città di Torre del Greco. Il tutto accompagnato dai vini delle migliori cantine italiane e straniere e, per gli estimatori del genere, dal sofisticato Champagne Laurent Perrier. Un mix di fattori e situazioni che ha reso l’evento una vera e propria esaltazione multisensoriale: suggestione ed incanto per gli occhi, melodie coinvolgenti ed inebrianti per orecchie e cuori, prelibatezze per il palato, una brezza proveniente dalla terrazza che ha esaltato i profumi di cibo e bevande e per finire la consapevolezza di una realtà inconsueta per i nostri standard, di […]

... continua la lettura
Libri

“Dillo tu a mammà” il nuovo romanzo di Pierpaolo Mandetta

Dillo tu a mammà è un romanzo di Pierpaolo Mandetta edito da Rizzoli e pubblicato l’11 maggio. Dillo tu a mammà è un romanzo moderno, scritto con parole semplice ma vivaci e soprattutto dirette, il racconto di una avventura che l’autore chiama vita. Le pagine scorrono veloci e le parole magnetiche. Una scoperta piacevole per chi non ha mai letto nulla di Mandetta. Siamo in piccolo paesino del Cilento, una macchia di terra che non si considera napoletana né tantomeno salernitana. Il Cilento è il Cilento, una regione a se stante, una terra incontaminata dove le persone vivono immobili, serene sul “cucuzzolo” della montagna tra colline e piantagioni dove trascorrono molto del loro tempo. La storia di Samuele è nata a Trentinara ma è continuata a Milano. Una storia come quella di tanti, di quelli che vivono nei piccoli paesi e dopo anni sentono l’irrefrenabile bisogno di evadere, di andare a vedere cosa c’è fuori quel mare incontaminato e quella natura pura. Chi per un motivo chi per un altro. Sempre a braccetto con la grande famiglia del sud, dove tutto è di tutti, e dove il “a chi sei figlio tu?” è d’obbligo. Samuele ha un’amica, fidata, amata, odiata, e con lei intraprende un viaggio alla volta del sud, fatto di paure, rancori, tristezza, rabbia, mancanza. In dillo tu a mammà troviamo un ragazzo, diventato uomo per necessità, forse rimasto anche bambino per paura. Pierpaolo Mandetta in Dillo tu a mammà ci accompagna mano nella mano Ci si inoltra nella scrittura leggera e le parole prendono per mano il lettore. Sembrano accompagnarlo dal treno fin lassù, sulla cima di quella montagna rocciosa, e poi tra le vie del piccolo borgo che a Samuele raccontano e ricordano la sua infanzia, quella di un adolescente che ha da dire qualcosa, qualcosa di grande, qualcosa che tra quelle 1700 anime verrebbe visto come un grande problema; sì perché al sud è così che si fa, chi è “diverso” ha paura, ha paura dei pettegolezzi, ha paura delle parole dette quando si è in piazza a bere un caffè, o di quelle non dette ad una sagra di paese. L’autore di questo nuovo romanzo sa usare le parole e sa posizionarle nel giusto modo, per renderle chiare, significative. Oggi un romanzo così ci voleva. Ci voleva tra le nostre mani una storia non solita, che parla di un amore timoroso di un ragazzo anche lui neanche troppo sicuro. Ci vuole una storia fatta di realtà, perché l’amore non ci spaventa, anzi dicono che salvi. Con Dillo tu a mammà Pierpaolo Mandetta ci apre le porte del suo paese, della sua casa, del suo cuore e ci porta insieme a lui a scoprire cosa c’è dietro la pagina che verrà. Esistono eterosessuali, esistono omosessuali, e poi esistono semplicemente persone che si amano ed è questo che Dillo a tu a mammà ci racconta: la paura di non essere accettati, la paura di non riuscire ad accettare se stessi, l’angoscia che ci mangia quando non troviamo una soluzione alle nostre ansie […]

... continua la lettura