Giulia Verruti

0

L'autore non ha nessuna descrizione al momento.

Articoli di Giulia 9 articoli

Wislawa Szymborska

“End and beginning: meeting Wislawa Szymborska”, il docu-film sulla poetessa Premio Nobel

di Giulia Verruti

«Qui giace come virgola antiquata l’autrice di qualche poesia» Inizia così il film “End and beginning: meeting Wislawa Szymborska” diretto dal regista olandese John Albert Jansen (in polacco, con sottotitoli in italiano) e proiettato ieri sera a Villa Pignatelli nell’ambito del Napoli Teatro Festival. La location suggestiva, con luci soffuse tra il verde del giardino, ha fatto da cornice a questo documentario che nel 2011 ha inaugurato il prestigioso Poetry International Film Festival di Rotterdam e che ha avuto il merito di contribuire alla scoperta di una delle poetesse più celebrate dei nostri tempi, insignita nel 1996 del Premio Nobel per la Letteratura. Wislawa Szymborska e le sue due grandi passioni: la poesia e la politica Nel film di Jansen la Szymborska legge alcune delle sue poesie, incentrate principalmente sui temi che hanno tristemente caratterizzato la storia del Novecento, come la guerra e l’Olocausto. «Ci sono poesie che si vorrebbe non...
Sorrido grazie a te: musica, risate e solidarietà

Sorrido grazie a te: musica, risate e solidarietà al Palapartenope

di Giulia Verruti

È andato in scena ieri, venerdì 9 giugno, al Palapartenope lo spettacolo di beneficenza “Sorrido grazie a te”, organizzato dall’Associazione Alessandro Peluso Onlus, da anni in prima linea per offrire ospitalità e assistenza ai bambini provenienti dalla Bielorussia. La famiglia Peluso ha iniziato questa missione sei anni fa, per volontà di Alessandro che, ammalatosi di leucemia a soli 26 anni, voleva aiutare i bimbi colpiti dalla sua stessa malattia, a causa degli effetti del disastro di Chernobyl. Grazie al fratello Francesco è stato possibile portare avanti questo progetto che prevede, oltre all’accoglienza presso famiglie ospitanti, anche un percorso di remissione per i bambini sottoposti a cure oncologiche. Sorrido grazie a te: una maratona del sorriso con artisti di fama internazionale Per festeggiare i traguardi raggiunti e per finanziare le iniziative dell’associazione, ogni anno si svolge questa “maratona del sorriso”, giunta già alla V edizione, con artisti molto noti in Italia...
VitignoItalia, un percorso sensoriale alla scoperta dei vini italiani

VitignoItalia, un percorso sensoriale alla scoperta dei vini italiani

di Giulia Verruti

È stata inaugurata ieri la XIII edizione di VitignoItalia, il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani che si terrà fino a martedì 23 maggio nei suggestivi spazi del Castel dell’Ovo, con un programma ricco di eventi. Oltre 200 aziende provenienti da tutta Italia sono giunte a Napoli per proporre le loro etichette in degustazione ai visitatori, in un percorso sensoriale alla scoperta dei migliori vini presenti sul territorio. Noi di Eroica ne abbiamo provati alcuni, andando in giro per gli stand con il nostro calice (fornito all’ingresso ad ogni ospite), lasciandoci trasportare dai profumi, dai colori e dai sapori che maggiormente hanno catturato la nostra attenzione. Dalla Sicilia al Piemonte Per cominciare, abbiamo scelto un Mofete Etna Rosato DOC del 2016, cantina siciliana Palmento Costanzo, dal profumo floreale con erbe e violette, lievemente fruttato e fresco in bocca. Molto particolare anche la bottiglia del Bianco di Sei, impreziosita...
Al MANN il plastico di Pompei rivive grazie alla tecnologia

Al MANN il plastico di Pompei rivive grazie alla tecnologia

di Giulia Verruti

All’interno del Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) la storia incontra la tecnologia: grazie al nuovo allestimento della sala contenente il plastico di Pompei, i visitatori potranno ammirare parallelamente al modello in sughero in scala 1:100 anche un video di sette minuti che ricostruisce l’antica città prima dell’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. L’opera è stata realizzata dal team di Altair4 Multimedia, specializzato in ricostruzioni e restauri virtuali. In questo modo il plastico costruito nel 1861 da Giuseppe Fiorelli riprende vita e da oggetto di antiquariato si trasforma in una città virtuale che accoglie il pubblico in un viaggio alla scoperta dell’antica Pompei alla vigilia di un evento che segnerà per sempre la sua storia. Per presentare il progetto, si è tenuta all’interno del museo una conferenza stampa in cui sono intervenuti Valeria Sampaolo, Conservatore capo MANN, Ludovico Solima, dell’Università della Campania L. Vanvitelli, Pietro Califi, Art Director Altair4 e l’architetto Andrea Mandara. Tema dell’incontro è...

Vomero Fest, il festival che celebra l’arte e la cultura partenopea

di Giulia Verruti

Napoli Moda Design, quando il design veste la moda

Napoli Moda Design, quando il design veste la moda

di Giulia Verruti

Al via la seconda edizione del Napoli Moda Design, la kermesse che si terrà nel “Chiaia District” dal 3 al 14 maggio con un programma ricco di eventi, mostre ed appuntamenti mondani. Madrina del festival è Simona Ventura, premio Napoli Moda Design – sezione Spettacoli, che parteciperà all’opening previsto il 3 maggio a Villa Pignatelli dalle ore 20:00, con ospiti d’eccezione, istallazioni, abiti di haute couture e un dress code rigorosamente in rosso. Nelle strade dell’elegante quartiere (Via Morelli, Piazza dei Martiri, Via Calabritto, Via Chiaia, Via Filangieri, Via dei Mille), le boutique più prestigiose, tra cui Bulgari, Cesare Paciotti, Damiani, Hugo Boss e MontBlanc, esporranno nelle loro vetrine opere di design in linea con lo stile del negozio, in modo da promuovere l’incontro tra due mondi che hanno tanti punti in comune. Lo slogan della manifestazione è, infatti, il design veste la moda, proprio per sottolineare il connubio tra i due settori,...
"Morte di Danton", lo spettacolo di Martone che porta in scena la Rivoluzione francese

“Morte di Danton”, lo spettacolo di Martone che porta in scena la Rivoluzione francese

di Giulia Verruti

Allons enfants de la Patrie Le jour de gloire est arrivé! Contre nous de la tyrannie, L’étendard sanglant est levé. Lo spirito della Rivoluzione francese rivive in Morte di Danton, lo spettacolo del regista Mario Martone in scena al Teatro Politeama dal 26 aprile al 7 maggio. Il testo originale risale al 1835 ed è stato scritto da Georg Büchner, all’epoca appena ventunenne, il quale descrisse con grande finezza psicologica l’atmosfera degli ultimi giorni del Terrore e la caduta di Danton nel 1794. Tra i ventinove attori in scena spiccano Giuseppe Battiston nel ruolo di Danton e Paolo Pierobon nei panni di Robespierre, che interpretano magistralmente i due protagonisti della Rivoluzione: il primo, tollerante e liberale, stempera i caratteri più accesi ed estremi dell’azione rivoluzionaria, mentre il secondo, stoico ed irreprensibile, sostiene la linea giacobina, più intransigente e fanatica.
"Edipo Re: oltre la fine la città nuova", lo spettacolo-dialogo al festival MANN

“Edipo Re: oltre la fine la città nuova”, lo spettacolo-dialogo al festival MANN

di Giulia Verruti

In occasione del festival MANN al Museo Archeologico Nazionale è andato in scena, nella sala Teatro, “Edipo Re: oltre la fine la città nuova”, un dialogo-conferenza-spettacolo nato dalla collaborazione tra l’autrice-attrice Lucilla Giagnoni, la storica-grecista Fiammetta Fazio e i musicisti Luca Nulchis ed Egidiana Carta. 11/09/2001: una data scolpita a caratteri indelebili nelle nostre memorie, un giorno in cui tutto il mondo è stato spettatore in diretta di una tragedia che ha puntato i riflettori su New York, città simbolo dell’inattaccabile nel momento della sua Apocalisse, che diventa palcoscenico di un disastro destinato a cambiare irrimediabilmente la politica internazionale. È a partire da questo doloroso evento che l’autrice trae ispirazione per questo dialogo che inizia dalla parola “Fine” per poi intraprendere un percorso di risalita: Devi reagire, trovare parole di bellezza per uscire dall’inferno è il pensiero vitale che scaturisce di fronte ad una tale barbarie, spingendo ad una profonda ricerca di verità che permette di...
Scrittori che raccontano Napoli: intervista a Maurizio De Giovanni

Scrittori che raccontano Napoli: intervista a Maurizio De Giovanni

di Giulia Verruti

L’intervista a Maurizio De Giovanni è la prima di una serie di “chiacchierate” con scrittori che raccontano Napoli e il loro rapporto con questa città, spesso conflittuale, ma sempre caratterizzato da un legame profondo. La telefonata ha luogo il pomeriggio di Pasqua, durante uno dei pochi ritagli di tempo che gli sono concessi, vista l’agenda fitta di impegni, presentazioni e nuovi progetti a cui sta lavorando. Maurizio De Giovanni, un amore diviso tra Napoli, i figli e la scrittura Dott. De Giovanni, qual è il suo rapporto con Napoli? Il rapporto con Napoli è un rapporto particolare, come con quelle mamme invadenti di cui ti vergogni un po’ e che non presenti agli amici. A volte provi imbarazzo, ma è tua madre e non la cambieresti con nessun’altra al mondo. Napoli in assoluto è la città meno consuetudinaria, che ha tutto e il contrario di tutto al suo interno: io personalmente ne...