Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Teatro Cilea, stagione teatrale 2015-2016

Può accadere, parlando di teatro e Napoli contemporaneamente, d’essere colti impreparati da una sequenza di grandi nomi e volti indimenticati che tanto hanno dato a questo tempio e a questa città.
In questa colma cesta di talenti mostruosi, uno su tutti finisce, spesso, con lo spiccare su tutti gli altri.
Il suo nome è Eduardo de Filippo.
De Filippo, maestro dell’arte recitativa, disse una volta:
“Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male”.
Questa accomunante verità e il desiderio di riportare la realtà del quotidiano e della gente dentro il teatro, proprio nel senso fisico, e non più solo sul palcoscenico, sono la chiave del progetto del Teatro Cilea e del suo nuovo Direttore Artistico, Biagio Izzo per la nuova stagione teatrale.
Sembrano ottime le carte in mano al Cilea, il quale presenta un programma di tutto rispetto, sia per autori che per attori, che avvolge in un enorme abbraccio l’intera nazione, portando Napoli ad incontrare il resto del paese e viceversa.
Gli eventi cominceranno con una delle voci più note del parterre partenopeo, Sal da Vinci, il 29 di ottobre e continueranno fino ad aprile inoltrato.
Di seguito qualche breve notizia sugli spettacoli e sui loro rappresentanti:

Sal da Vinci in “Se amore è. Revolution” dal 29 ottobre
I Fratelli Gallo in “È tutta una farsa” dal 12 novembre
Francesco Pannofino e Emanuela Rossi in “I suoceri Albanesi” dal 26 novembre
Ettore Bassi, Gaia De Laurentis, Eleonora Ivone e Giorgio Broghetti in “L’amore migliora la vita” dal 3 dicembre
Biagio Izzo in “L’amico del cuore” (di Vincenzo Salemme) dal 15 dicembre
Enrico Guarneri in “Il paraninfo” dal 7 gennaio
Roberto Ciufoli, Leonardo Matera e Michela Andreozzi in “Forbici&Follia” dal 14 gennaio
Michele Placido in “Serata d’Onore” dal 21 gennaio
Simona Izzo e Ricky Tognazzi in “Figli, mariti e amanti…” dal 28 gennaio
I ditelo voi in “Horror Comedy” dal 4 febbraio
Nino d’angelo in “Io, senza giacca e cravatta” dal 18 febbraio
Ale e Franz in “Tanti lati-latitanti” dal 10 marzo
Virginia Raffaele in “Performance” dal 17 marzo
Corrado Tedeschi, Tosca D’Aquino e Emanuele Salce in “Quel pomeriggio di un giorno da…star!!” dal 31 marzo
Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli in “Ancora?” dal 7 aprile
Maria Bolignano e Maurizio Aiello in “Tutti per uno, uno per Titty” dal 14 aprile
Laura freddi e Lucio Pierri in “Stressati…ancora di più” dal 28 aprile

Previsti, inoltre, vari eventi fuori abbonamento, tra cui alcuni musicali non ancora annunciati.
Sarà possibile festeggiare la fine dell’anno corrente con Gigi Finizio in concerto, o assistere all’irresistibile verve di due comici come Gigi Proietti e Alessandro Siani.

Gli abbonamenti sono una delle novità per la nuova stagione, i quali, nei prezzi e nelle scelte, vanno incontro a tutte le tasche e gli interessi, rappresentando in pieno il nuovo vento sospinto da Izzo alla guida del Teatro Cilea.
Portare, o meglio riportare, il popolo ad essere spettatore di se stesso e a riempire ogni sera, ad ogni spettacolo, le rosse poltrone messe a disposizione. Concedersi una momentanea e amena divisione dalla vita a cui sono abituati, per contemplarne un’altra, magari non sempre comica o buona, ma dalla quale ci si può separare col chiudersi del sipario.
A rafforzare questo pensiero è la presentazione, inoltre, dell’ Accademia dello spettacolo, la quale toccherà vari rami dell’arte e sarà affidata a nomi validi dei vari settori come Lucio Allocca, Corrado Taranto e Elisabetta Persia.
Un teatro sociale, un teatro della società sembra essere il “nuovo” Cilea, desideroso non tanto di portare la gente a teatro, quanto di portare il teatro alla gente.

Teatro Cilea, stagione teatrale 2015-2016