Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Coco di Lee Unkrich, l’ultimo sorprendente film d’animazione targato Pixar

“Coco” di Lee Unkrich, l’ultimo sorprendente film d’animazione targato Pixar

Uscito nelle sale italiane il 28 dicembre, Coco è l’ultimo film prodotto da Pixar Animation Studios e distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures candidato ai prossimi Golden Globes dell’8 gennaio.

Miguel Rivera, un bambino messicano che vive nella città di Santa Cecilia, è cresciuto in una famiglia di calzolai nella quale è stata bandita la musica. La motivazione di questa decisione estrema,risale alla trisavola Imelda, rimasta sola con la figlioletta Coco dopo che il marito ha deciso di andarsene per inseguire il suo sogno: diventare un musicista di successo. Coco è la bisnonna di Miguel ed è l’unica, malgrado l’età avanzata, a mantenere ancora vivo il ricordo del padre scomparso. Durante la celebrazione del Día de Muertos – la tradizionale festa messicana in onore dei defunti – Miguel scopre, riconoscendone la chitarra da una vecchia foto, che il suo trisavolo altri non è che il famoso Ernesto de la Cruz, il suo idolo. Intenzionato a partecipare a una gara per talenti, il ragazzino incorre però nelle ire della nonna che, per impedirglielo, rompe l’unica chitarra in suo possesso. Tuttavia, Miguel non si perde d’animo e decide di prendere in prestito dal mausoleo di de la Cruz il suo strumento ma, al primo accordo, si ritrova nel mondo dei morti in compagnia del fedele Dante, un randagio che rimarrà al suo fianco durante tutto il suo fantastico viaggio.

Coco di Lee Unkrich: famiglia, musica e ricordi

Diretto da Lee Unkrich con Adrian Molina come co-regista, Coco è un omaggio animato alla famiglia. Quest’ultima è al centro dell’intera pellicola con i suoi contrasti, le sue aspettative, i suoi doveri e, soprattutto, con la grande importanza data al rispetto per ogni suo componente, vivo o morto che sia. La continuazione dell’esperienza familiare di Miguel, grazie all’incontro con i parenti scomparsi, serve a introdurre la tematica del regno dell’oltretomba. Quest’ultima non è certo nuova al grande schermo. Un valido predecessore è sicuramente Il libro della vita, altro film d’animazione del 2014 prodotto da Reel FX Animation Studios, diretto da Jorge R. Gutierriez e interamente incentrato sul Día de Muertos; eppure, la pellicola della Pixar non teme confronti.

Tra canzoni, ambientazioni fantastiche, alebrijes fluo – creature del folklore messicano -, un divertente omaggio alla pittrice Frida Khalo, genuine risate e intensi momenti di commozione, il film ha davvero una marcia in più.

Coco di Lee Unkrich è un coloratissimo viaggio che ha inizio con la voglia di un ragazzino di inseguire un sogno sfidando la disapprovazione della sua famiglia, quella stessa famiglia che (ri)scoprirà e riuscirà a riunire, nella vita così come nella morte, grazie a una passione che lo anima perché radicata nel suo sangue.