Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La signora dello zoo di Varsavia, un film con Jessica Chastain

La signora dello zoo di Varsavia con Jessica Chastain

Basato sul libro dell’autrice americana Diane Ackerman (The Zookeeper’s Wife: A War Story – 2007), La signora dello zoo di Varsavia è in programmazione nelle sale italiane dal 16 novembre.

Siamo a Varsavia nell’estate del 1939 e la notizia di un’imminente invasione da parte della Germania nazista guidata da Hitler è ormai sulla bocca di buona parte della popolazione polacca. Questa voce raggiunge anche i coniugi Żabiński, il dottor Jan (Johan Heldenbergh) e sua moglie Antonina (Jessica Chastain) che gestiscono lo zoo della loro città con grande dedizione prendendosi cura di tutti gli animali che ospita. Tuttavia, in seguito ai bombardamenti e all’occupazione nazista, la coppia è costretta a obbedire al capo zoologo nominato dal Reich, Herr Lutz Heck (Daniel Brühl), il quale inizia col prelevare le specie più rare per trasferirle a Berlino con il pretesto che lì saranno al sicuro e, una volta entrato nell’esercito tedesco, tornerà insieme ai soldati che ne prenderanno possesso. Non potendo più far niente per salvare i loro amati animali, Antonina e Jan, coscienti di quanto sta accadendo ai loro connazionali di religione ebraica, trasformano lo zoo in un rifugio segreto nel quale nascondere più persone possibili nella speranza di aiutarle a far lasciare loro il Paese salvandole così dal crudele destino che le attenderebbe se vi rimanessero.

La signora dello zoo di Varsavia, la storia vera di un’eroina comune

Se l’autrice Diane Ackerman ha riportato alla luce la storia di Antonina Żabińska scrivendo un libro su quanto fece più di sessant’anni fa – ciò è stato possibile grazie alle informazioni contenute nel suo diario e grazie anche a un’accurata ricerca tra le varie fonti storiche su questo particolare e, fortunatamente, non isolato episodio – la regista neozelandese Niki Caro ha adempiuto al non facile compito di dirigere il film tratto dal romanzo. A completare questo quartetto di donne speciali, si è aggiunta l’attrice Jessica Chastain che della Żabińska ha vestito i panni contribuendo così a rafforzare l’incredibilità della persona divenuta personaggio.

La sua brillante interpretazione, così come quella dei colleghi Heldenbergh e Heck, è di quelle che lasciano senza fiato tanto – per usare un’espressione tipica dell’ambiente cinematografico – “buchi lo schermo” arrivando a far sentire partecipe lo spettatore del suo sentire: del dolore che prova prima per la perdita dei suoi animali che tratta come delle persone a lei care e poi per delle persone che non conosce ma che cerca disperatamente di salvare dal fare la fine di animali mandati al macello.

La signora dello zoo di Varsavia è un film drammatico la cui drammaticità è acuita dall’essere tratto da una storia vera, quella di una donna comune che ha fatto del suo coraggio e della sua compassione un esempio di umanità rara in un periodo durante il quale proprio il termine “umanità” è rimasto sconosciuto a tanti, troppi che sono diventati ciechi, sordi e muti di fronte agli orrori che sono stati impunemente perpetrati durante i sei lunghi anni della Seconda Guerra Mondiale.