Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Loving, quando l'amore supera le ingiustizie sociali Jeff Nichols

Loving di Jeff Nichols, quando l’amore supera le ingiustizie sociali

Loving è l’ultimo film scritto e diretto dal giovane regista statunitense Jeff Nichols. Presentato in anteprima e in concorso al prestigioso Festival di Cannes, è nelle nostre sale dal 16 marzo.

La storia è basata su fatti realmente accaduti che ebbero per protagonisti Richard Perry Loving (Joel Edgerton) e sua moglie Mildred Dolores Jeter (Ruth Negga).

Questa coppia ha di diverso dalle altre soltanto il colore della pelle: bianco lui, nera lei, nel 1958 si uniscono in matrimonio dando vita a una delle prime unioni interrazziali nello stato segregazionista della Virginia. Ed è a causa della differenza e del divario esistente tra le due razze alle quali appartengono se vengono arrestati e condannati, colpevoli di essersi sposati e aver mischiato, “sporcandolo”, il loro sangue. Ai due coniugi sono offerte due soluzioni: essere incarcerati per un anno oppure andare via dalla contea di Caroline per 25 anni senza farvi mai ritorno per nessun motivo durante questo lunghissimo periodo di esilio. I due optano per la seconda opzione visto che non hanno intenzione di scontare una pena per un crimine che non hanno commesso e non intendono neanche separarsi. Dopo quasi dieci anni lontani dalla loro casa e dai loro affetti, con tre figli – considerati dei bastardi dalla legge – Mildred ottiene, grazie a una lettera indirizzata a Robert Kennedy, l’aiuto dell’Unione Americana per le libertà civili nell’intentare una causa contro il suo stato che passerà alla storia con il nome Loving contro Virginia.

Loving di Jeff Nichols, per amore dell’amore stesso

È singolare che, al centro della storia che ruota intorno ai due protagonisti, ci sia proprio la lotta al loro diritto a potersi amare liberamente considerato il cognome della famiglia che formeranno Richard e Mildred una volta sposati: Loving. Il regista fa ruotare l’intera trama su questo sentimento e può permettersi di farlo perché quello che provano Richard e Mildred è un amore talmente vero e, soprattutto, forte da essere capace di reggere e sopportare un peso così gravoso che altrimenti li avrebbe inesorabilmente schiacciati.

Il film di Jeff Nichols è abbastanza essenziale, quasi minimalista, per quanto riguarda i dialoghipochissimi scambi di battute, in particolare tra i due personaggi principali che sono in sintonia a tal punto da non aver bisogno di nient’altro se non l’uno dell’altra. Le parole sono lasciate agli altri: lo sceriffo che li arresta e il giudice che li condanna; gli amici e i familiari; gli avvocati che rivendicano il loro diritto a rimanere sposati e i giornalisti che li immortalano da soli o con i loro figli. Quando non sono le persone a parlare per loro, Jeff Nichols lascia che siano i luoghi della Virginia a farlo, in particolare con la sua campagna dove non importa il colore della pelle perché chiunque può sentirsi libero di essere se stesso tra l’erba e gli alberi.

Di grande qualità, oltre alle scelte sul dove e sul come mostrare al pubblico la coppia dei Loving, sono state le interpretazioni dei due attori principali. Un irriconoscibile Joel Edgerton riservato al limite dell’estraniazione dal resto del mondo, tranne che dalla sua compagna, che si esprime a suon di sguardi e monosillabi si è letteralmente contrapposto a una solare ed espressiva Ruth Negga. I due attori, nei loro ruoli, si sono fusi dando vita alle due facce di una stessa medaglia: quella dell’amore tra un uomo e una donna che è andato al di là di qualsiasi folle pretesa di illegalità di cui la legge lo accusava senza avere alcun diritto di farlo.

Il pregio di Loving sta proprio in questo: aver mostrato e dimostrato che, quando si è nel giusto, non si deve aver paura di lottare per ciò che si ha a cuore, per ciò in cui si crede, perché le felicità è un diritto di tutti da sempre e nessuno dovrebbe esserne privato mai.

Quello sarebbe il vero reato da punire con durezza senza sconti e senza favoritismi alcuni.

Print Friendly, PDF & Email