Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Narcos

Narcos: capolavoro d’arte moderna

“Plata o Plomo.”

Questa è, probabilmente, la tag-line più famosa tra le serie tv moderne, dal significato eloquente: Soldi o Piombo.

Attribuita al famoso narcotrafficante colombiano Pablo Escobar, la citazione è frutto dello show televisivo Narcos, una produzione esclusiva targata Netflix.

Questo canale digitale statunitense è ormai una piattaforma estesa a livello globale e conta milioni di utenti  e, di anno in anno, producendo magnifiche serie tv ed acquisendo i diritti di riproduzione di pietre miliari del cinema e di blockbusters moderni, ha ormai preso il sopravvento rispetto ai competitors che offrono lo stesso servizio.

Narcos è la serie che tratta delle vicende, per l’appunto, di Pablo Escobar Gaviria ed è recitata principalmente in spagnolo; scelta, questa, voluta fortemente dagli ideatori dello show (Chris Brancato, Carlo Bernard e Doug Miro) per aumentare la veridicità degli ambienti e per offrire allo spettatore uno spettacolo quanto più fedele possibile alla realtà storica.

Attualmente le stagioni disponibili, tutte composte da dieci episodi lunghi dai 43 ai 50 minuti ciascuno, sono tre e le si può guardare sulla sopracitata piattaforma digitale, insieme a Suits e White Collar.

Uscita per la prima volta nel 2015, la serie è stata rinnovata per una quarta stagione  le cui riprese non sono ancora iniziate. È stata, inoltre, macchiata dall’omicidio, avvenuto in Messico, del location manager della serie Muñoz Portal mentre era impegnato nella ricerca di luoghi adatti alle riprese.

Segnata da un successo incredibile, Narcos è tra le serie tv più apprezzate degli ultimi anni.

 Narcosa , trama

La storia è ambientata tra il 1974 e la fine degli anni ‘90.

Pablo Escobar Gaviria (interpretato magistralmente da Wagner Moura), contrabbandiere di sigarette e marijuana, viene raggiunto da un produttore di cocaina cileno che, sopravvissuto a un massacro di narcotrafficanti ordinato dal Presidente del Cile Pinochet, individua nel trafficante colombiano un valido socio per dare vita a un nuovo commercio di “polvere bianca”.

Pablo, accompagnato dalla sua amata moglie Tata, dai figli, dalla madre Hermilda ( interpretata Paulina Garcia) e da altri due “colleghi”, inizia così il suo viaggio verso la conquista dell’impero mondiale della droga che lo porterà a diventarne imperatore quasi incontrastato ed assoluto.

Il cartello di Medellìn, del quale Pablo Escobar è il capo, è il cartello più influente del panorama internazionale e  riesce, man mano, ad espandersi  anche negli USA, dove il consumo delle  sostanze stupefacenti è anch’esso stupefacente, tanto da essere quello più redditizio.

Gli agenti della DEA, la Drug Enforcement Administration del dipartimento di giustizia degli Stati Uniti (che divide le missioni antidroga con un dipartimento dell’FBI, ndr), Steve Murphy (interpretato dal modello ed attore Boyd Holdbrook) e Javier Peña (interpretato dal noto attore Pedro Pascal) sono gli incaricati alla missione, apparentemente impossibile, di arrestare il famigerato Pablo Escobar.

Le stagioni sono incentrate sul lavoro degli agenti e sull’espansione dell’impero e del potere di Pablo, tra corruzione e ricatti, sotterfugi ed assassinii a sangue freddo, si arriverà poi a una svolta inaspettata nell’ultima puntata della seconda season e poi nella terza imperdibile stagione di Narcos.

Curiosità sul mondo Narcos

Il settantunenne fratello di Pablo, Roberto de Jesus, ha fatto causa a Netflix chiedendo un risarcimento di un miliardo di dollari per aver sfruttato in Narcos l’immagine e il nome del fratello senza autorizzazione. Inoltre, ha minacciato di far chiudere la produzione con la violenza perché  girata in luoghi di traffico internazionale di droga senza il benestare della “Escobar Inc.”

Wagner Moura, per calarsi nella parte, ha dovuto mettere su venti chili e, prima di interpretare Pablo Escobar, non parlava una sola parola di spagnolo.

Nel 1987 la rivista statunitense di economia e finanza Forbes ha incluso, in un suo famoso articolo, Pablo Escobar tra gli uomini più ricchi del pianeta, posizionandolo al sesto posto.

La scena finale della seconda stagione di Narcos è stata girata sugli stessi tetti dove  Pablo Escobar cercò veramente di fuggire.