Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar

“I morti hanno preso il comando del mare, cercano una perla, una ragazza di J. Sparrow”. Cit. dal film.

Johnny Depp entra per la quinta volta in uno dei personaggi icona più amato del cinema contemporaneo, il capitano Jack Sparrow. Denti d’oro, barba intrecciata con doppie punte, andamento incerto sulle gambe e ironia costante: queste sono le caratteristiche di un amabile pirata, nato come spalla di Will Turner e divenuto icona cinematografica di una serie memorabile, sempre pronto a salpare i mari per nuove ed indimenticabili avventure.

Dopo anni d’attesa Joachim Ronning ed Espen Sandberg ritornano alla cabina di comando per la regia, coadiuvata in fase di scrittura dallo sceneggiatore Jeff Nathanson per dare ancora una volta vita a una delle serie cinematografiche più avvincenti e coinvolgenti che siano mai state prodotte dalla Walt Disney Pictures, incerta sulla riuscita del primo capitolo Pirati dei Caraibi – la maledizione della Luna, considerato un genere poco attraente per le famiglie per alcune scene forti.

Da quel giorno è stato un autentico trionfo per la casa di produzione, che ha incassato ai botteghini in tutti i paesi del mondo su 4 capitoli prodotti 3 miliardi e 730 milioni di dollari, rientrando pertanto di diritto tra i primi 50 titoli di maggiore incasso della storia.

La saga, oggi divenuta leggendaria, ha subito un unico contraccolpo negativo con il penultimo capitolo Oltre i confini del mare; una breve frenata dopo la ripartenza: infatti Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar sembra tornare ai vecchi fasti pirateschi del primo capitolo, auspicando una critica positiva e successo per i box office.

Ho sentito storie di un capitano spagnolo che ha stanato e ucciso migliaia di uomini… non uomini, pirati”. Cit. dal film.

Armando Salazar (interpretato da un insostituibile Javier Bardem), temibile e spettrale comandante di una flotta fantasma scampato al Triangolo del Diavolo, è intenzionato ad affondare qualsiasi nave pirata si presenti nei mari da lui solcati. Il suo obiettivo è distruggere con il suo decadente veliero Silent Mary tutti i vascelli battenti bandiera nera e Jolly Roger, condannando gli equipaggi superstiti ad un’atroce e angosciante fine. Il suo obiettivo principale è eliminare il capitano Jack Sparrow, con cui deve ancora saldare un conto in sospeso da tempo. Per Sparrow l’unica speranza di salvezza è rappresentata dal ritrovamento del tridente di Poseidone, custodito da tempi immemorabili nei mari, l’unica strada percorribile è un’alleanza con la sagace e fascinosa astronoma Carina Smyth (Kaya Scodelario) e l’intraprendente marinaio della Royal Navy, Henry Turner (Breton Thwaites). Un avverso destino sembra impossessarsi di Sparrow, pronto con la sua nave a solcare gli oceani ed ad affrontare gli storici nemici di sempre. Durante l’epica avventura ritrova l’opportunista Hector Barbossa (Geoffrey Rush), pronto a valutare l’alleanza più vantaggiosa per i suoi scopi… Sparrow ne uscirà vincente ancora una volta?

Non ha dove nascondersi, trova Sparrow per me”. Cit. dal film.

La pre-produzione di Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar a partire dal 2013 ha avuto una lunga gestazione. Il film girato in Australia, tra il Village Roadshow Studios e il Queensland per gli esterni, ha subito diversi ritardi determinati dal precedente flop The Lone Ranger e dalle continue riscritture e cambi per la regia; inoltre i costi eccessivi contenuti dal budget limitato messo a disposizione di Ronning e Sandberg hanno dato i frutti sperati: entrambi i registi hanno saputo limare le spese, evidenziando l’aspetto ironico del primo capitolo, dove i singoli ruoli degli attori si rafforzano vicendevolmente tra loro. Pertanto il film, bene accolto in occasione del CinemaCon a Las Vegas, ha dovuto attendere il 2017 per la distribuzione nel formato Disney Digital IMAX – 3D. Ad intimorire la Disney restano alcune minacce di estorsione hacking, affinché il film finisca sulla rete internet in streaming prima del lancio ufficiale nelle sale.

Il film dà modo di ritrovare nel cast vecchie glorie nei loro ruoli di sempre come: Orlando Bloom (che non vedevamo dal III capitolo), Keira Knightley, Kevin McNally e Stephen Graham, ma anche new entry come Bardem, Thwaites, Scodelario e Golshifteh Farahani (Shansa), e Paul McCartney in un suo straordinario cammeo. Per questa interminabile saga dopo Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar ci attende un sesto ed ultimo capitolo, “L’inizio del finale”, come ha affermato lo stesso Ronning. L’avventura di Sparrow continua e…
buona visione a tutti!

<h2>Pirati dei Caraibi: la vendetta di Salazar</h2>