Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Smallville

Smallville: le avventure di Superman dai fumetti alla serie tv

Pensate ad un uomo volante con un mantello rosso e una tuta blu con su stampata a carattere cubitale la lettera S e sicuramente nell’immediato vi verrà in mente Superman, o Kal El, o Clark Kent. Insomma, indipendentemente dal nome con cui lo pensiate, è lui: il supereroe che se ne va in giro per il mondo a salvare gli uomini.

Superman: dai fumetti alla serie tv Smallville

Era il 1933 quando la fantasia di Jerry Siegel e Joe Shuster portò alla creazione di Superman, primo supereroe della storia dei fumetti, che divenne noto al grande pubblico pochissimi anni dopo, nel 1938, grazie alla pubblicazione della DC Comics. Il personaggio immaginario dai super poteri conquista talmente il pubblico e la critica da essere inserito dalla IGN (società di giochi e di intrattenimento) nella prima posizione della classifica dei cento maggiori eroi della storia dei fumetti (prima del celeberrimo Batman) e da diventare oggetto di innumerevoli trasposizioni cinematografiche, televisive e teatrali. 

Tra queste merita una menzione speciale una serie tv che ha incuriosito milioni di telespettatori, vinto diversi premi e ricevuto un centinaio di candidature: Smallville

Dieci sono le stagioni di Smallville che hanno visto come protagonista Superman, andate in onda dal 2001 (in Italia dall’anno successivo) al 2011, per opera di Alfred Gough e Miles Millar che hanno seguito la serie per ben sette stagioni nel ruolo di produttori esecutivi e capo sceneggiatori, sostituti per l’ottava stagione da Darren Swimmer e Todd Slavki, mentre le ultime due stagioni sono state seguite da Kelly Souders e Brian Peterson. La serie ha avuto poi un prosieguo sotto forma di fumetti (Smallville Season 11 e Smallville Miniseries).

La trama di Smallville in breve 

Il 16 ottobre del 1989 una pioggia di meteoriti contenente la kryptonite (radioattivo immaginario) colpisce la cittadina di Smallville, nel Kansas e un bambino viene ritrovato poco dopo da Jonathan e Marta Kent (John Schneider e Annette O’Toole), due coniugi che decidono di prenderlo e allevarlo come se fosse stato loro figlio: Clark Kent, il nome che scelgono per il bambino.

Il pubblico viene catapultato subito a dieci anni di distanza in cui Clark Kent (Tom Welling, protagonista di Smallville) e la sua migliore amica Chloe Sullivan (Allison Mack) sono due liceali che indagano su alcuni eventi misteriosi che si verificano nella tranquilla cittadina e questo li vedrà coinvolti più volte negli affari disonesti di Lionel Luthor (John Glover), padre di Lex Luthor (l’acerrimo nemico di Superman nei fumetti, interpretato qui dall’attore Michael Rosenbaum).

La vita del giovane Clark ruota intorno alle investigazioni, alla lenta scoperta dei suoi poteri e ai propri sentimenti, tra cui quello speciale che instaura fin da subito con Lana Lang (Kristin Kreuk, che in seguito alla fama raggiunta compare in numerosi film e serie tv, come Beauty and the Beast).

Smallville: una serie tv che resta nei ricordi

Sono trascorsi molti anni da quando ho visto l’ultima puntata di Smallville e ancora ricordo tutte le emozioni che questa serie ha saputo regalarmi. I produttori hanno avuto l’interessante quanto notevole idea di creare una serie tv su Clark Kent, ma di incentrarla sulla sua vita giovanile e dunque far conoscere a poco a poco le vicende che lo hanno reso Superman.

Inoltre hanno puntato molto sulle amicizie e su una storia d’amore tormentata, rendendo Clark uno di noi, più di quanto lo fosse il Superman dei fumetti. Questi due elementi, aggiunti alla scelta giusta degli attori, rendono Smallville una gran bella serie tv. Insomma registi e sceneggiatori hanno dato alla luce numerose serie incentrate sui supereroi, si pensi a The Flash, Arrow, Gotham eppure nessuna è riuscita a ledere il bellissimo ricordo che, ancora oggi, conservo di Smallville.

 

Print Friendly, PDF & Email