Seguici e condividi:

Eroica Fenice

sopravvissuto

Sopravvissuto – The Martian: fantascientifico ritorno di R. Scott

In ogni essere umano c’è l’istinto primordiale di aiutare il prossimo”.

“Sopravvissuto – The Martian” per la regia di Ridley Scott (uno dei geni della cinematografia contemporanea) è tratto da una sceneggiatura di Drew Goddard, e si basa su un breve romanzo in formato e-Book scritto da Andy Weir con il titolo originale L’uomo di Marte. L’opera cinematografica dal cast stellare è il quarto film di fantascienza diretto da R. Scott (dopo tre capolavori storici come “Alien”, “Blade Runner” e “Prometheus”) per un ritorno molto atteso. Il film in arrivo promette un successo assicurato sulla scia degli ultimi film sci–fi di grande rilievo per il genere fantascienza-drammatico dall’incasso stellare come “Gravity” o “Interstellar”.

Sopravvissuto – The Martian dal 1 ottobre al cinema

Anno 2029. Nel corso di una missione sul pianeta Marte, si verifica una violentissima tempesta di sabbia, pertanto la missione Ares 3 è costretta a fare rientro sulla Terra, ma durante il veloce imbarco, si perdono le tracce dell’astronauta e ingegnere Mark Watney (interpretato dal notevole Matt Damon), staccato dal gruppo composto da Christopher Beck (Sebastian Stan), Melissa Levis (Jessica Chastain), Beth Johanssen (Kate Mara), Alex Vogel e Rick Martinez, pertanto Watney viene considerato morto sulla superficie marziana. Watney invece era solo svenuto durante la forte tempesta, e si ritrova così a gestire le scarse forniture disponibili per la sopravvivenza sul pianeta rosso. L’astronauta dimenticato, grazie al suo ingegno e alla sua volontà di andare avanti, spera sempre in un possibile ritorno a casa, riuscendo successivamente a stabilire un contatto con la Nasa, e comunicando la sua presenza sul pianeta ostile. Al marziano restano solo trenta giorni di autosufficienza e ai suoi compagni e colleghi viene negata l’autorizzazione dalla Nasa di programmare una nuova missione di salvataggio illustrata dall’astrofisico Neil Grasse Tyson (presentatore televisivo di “Cosmos – Odissea nello spazio”); la distanza che separa i due pianeti è di 225 milioni di Km e i tempi per raggiungerlo sono lunghi, ma gli audaci compagni tentano egualmente l’impresa impossibile che potrebbe avere esiti diversi da quelli previsti. Per loro è fondamentale portare ad ogni costo Watney a casa e l’equipaggio di Ares diretto su Hermes (una stazione spaziale costosissima e complessa), si sottopone ad un programma di formazione sia fisico che mentale per poter sopravvivere in situazioni al limite del possibile. Gli scienziati riusciranno nell’impresa?          

Sopravvissuto – The Martian, possiede una trama ben strutturata che concede spazio al coinvolgimento umano tra i personaggi, restituendo un forte sentimento di vicinanza, soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà, come quelli vissuti da un uomo solo su un pianeta, supportato dal calore umano di amici e colleghi pronti a salvarlo. Il film diretto in modo impeccabile dal geniale e instancabile Ridley Scott, ci ricorda per ovvie ragioni di contenuto e trama due kolossal/flop, “Pianeta rosso” e “Mission to Mars” di Brian De Palma, anche se prende nettamente le distanze da questi per il rigore scientifico con cui sono narrati i fatti riguardanti la missione scientifica Ares 3. L’idea del film nasce dal produttore Aditya Sood, affascinato e divertito dal ritmo coinvolgente del breve romanzo di Weir, al punto tale da pensare ad una nuova trasposizione cinematografica con caratteristiche diverse dal genere fantascientifico classico e hollywoodiano. Lo stesso Goddard chiarisce in un intervista: “Quando abbiamo trovato il libro era già una sceneggiatura bell’è pronta. E presentato il progetto agli studi, ho detto a loro: non ho intenzione di cambiare nulla, mi limiterò ad adattarlo per lo schermo“.

La produzione del film ha avuto inizio nel Marzo del 2013, anno in cui la “20th Century Fox” ha acquisito i diritti per una trasposizione cinematografica per la regia di R. Scott, considerato un maestro del cinema per i capolavori consegnati durante la sua lunga carriera. A completare il cast in particolar modo riguardo i ruoli interpretati per il personale scientifico di terra figurano: Donald GloverJeff Daniels e Chiwetel Ejiofor. Le riprese di Sopravvissuto – The Martian hanno avuto luogo in location scelte a Budapest e a Uedi Rum (Valle della Luna), a sud della Giordania, e il 5 dicembre del 2014 la prima pagina della sceneggiatura è stata postata all’interno dell’abitacolo del veicolo spaziale “Orion” che secondo la Nasa sarà utilizzato per le future esplorazioni spaziali su Marte. Sopravvissuto – The Martian di R. Scott è stato presentato l’11 settembre 2015 al Toronto International Film Festival, ottenendo grande attenzione dalla critica.

Print Friendly, PDF & Email