Seguici e condividi:

Eroica Fenice

cubo di Rubik evi

CUBO DI RUBIK: numeri da record

9 quadrati per ognuna delle 6 facce di cui 4 angoli e 4 spigoli, per un totale di 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una sarà corretta. C’è chi lo ha risolto dopo mesi di tentativi, chi si è arreso e l’ha abbandonato nel cassetto e chi, invece, ha trovato il modo per risolverlo in poco più di un secondo: si tratta senza dubbio del cubo magico, altrimenti noto come Cubo di Rubik.

Breve storia del cubo di Rubik

Siamo nella primavera del 1974: il docente universitario di architettura Ernö Rubik, nella città di Budapest, crea il prototipo del cubo magico a scopi didattici. Era ben diverso da come lo conosciamo oggi: monocolore, in legno, con gli angoli arrotondati. Fin da subito il cubo attirò l’attenzione dei matematici ungheresi, ma è dall’anno successivo che entrò in commercio come giocattolo – con il nome di cubo di Rubik –  dopo aver subìto dal suo inventore le modifiche che l’hanno reso come è oggi. Anno dopo anno il cubo ottenne una fortuna immensa e tutt’oggi risulta il giocattolo più venduto al mondoOltre l’ufficiale 3x3x3, ne esistono le più svariate versioni, a partire dal cubo di 2 quadrati per lato, fino a quello di 17! Un’altra curiosa variazione è il Sudokube, un incrocio tra il Sudoku e il cubo magico. Ed altrettanti sono i metodi risolutivi, dai più logici ai più mnemonici.

Numeri da record

Il recordman per la risoluzione del cubo di Rubik è lo statunitense Lucas Etter, con un tempo di soli 4,9 secondi. 

Esistono, tuttavia, diverse modalità di risoluzione: c’è un record per chi lo risolve bendato o per chi lo risolve senza usare le mani, ma il più impressionate è stato raggiunto da poco, grazie all’ingegno degli sviluppatori di software Jay Flatlandia e Paul Rose. Il loro merito è quello di aver creato un robot che è in grado di risolvere il cubo di Rubik in un tempo record di 1,09 secondi. Quattro webcam studiano la disposizione dei quadrati colorati e inviano i dati al computer. Qui un algoritmo valuta le possibili combinazioni di rotazione necessarie per risolvere il cubo. Sei motori montati su un telaio stampato in 3D eseguono le istruzioni: è possibile guardare la dimostrazione al link riportato di seguito: https://www.youtube.com/watch?v=ixTddQQ2Hs4.

La prestazione è in attesa di verifica ufficiale per entrare nel libro dei Guinnes World Records, battendo il precedente primato mondiale per robot con lo scarto di 1,3 secondi.