Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Estate 2014: riflessioni sotto l’ombrellone

Estate 2014: riflessioni sotto l’ombrellone. Ecco quattro inquietanti scenari che hanno colpito la mia immaginazione durante questa pazza estate in riva al mare.

La moda del costume brasiliano. Una tremenda tendenza imperversa indisturbata da un po’ di anni d’estate, seguita impavidamente da donne vezzose che, pur non potendoselo permettere, esibiscono al mare i propri glutei, tristemente svelati da uno slip brasiliano. Ecco pronte a svernare sulle spiagge italiane chiappe flaccide, con brufoli, giovani, vintage, extralarge, piatte, farcite di cellulite ma comunque sempre orgogliose di essere sfoggiate alla faccia del buon gusto e in faccia ai bagnanti. Tralasciando il discorso sulla scomodità intrinseca (mai aggettivo fu più adatto) dell’indumento in questione, vorrei rivolgere un accorato appello a tutte le irriducibili del brasiliano in estate, fermamente convinte di essere icone di stile andando al mare così conciate:

Oh voi che avete il pensiero fisso di mostrarvi seduttive anche con 40 gradi all’ombra, perché ci imponete le vostre chiappe? Perché rischiate di farci dare di stomaco nel secchiello del bambino nostro vicino di ombrellone? Non vogliamo vederli i vostri sederi! E badate bene: se in molti si girano a guardarvi, non è per ammirazione ma per incredulità di come una donna in estate possa essere così coraggiosamente presuntuosa da osare pubblicamente un siffatto spettacolo. Cortesemente, contenete i vostri preziosi glutei in un normale costume da bagno adatto alla vostra fisicità e riservatene la visione ai soli vostri fidanzati, compagni, amanti o mariti. Ricordate: l’essenza della seduzione sta nel mistero, non nell’ostentazione!

Cappelli notturni. I maschietti, invece, cosa hanno combinato questa estate? Quelli decisamente più trendy hanno introdotto la moda del cappello sfoggiato anche di sera e non solo in spiaggia al mattino. Paglietta, borsalino, basco, panama, coppola. Dite un po’, ma voi ostentatori seriali  di cappelli notturni, sarete mica gli stessi figaccioni che racchiudono maldestramente i gioielli di famiglia nel mitico costumino a slip bianco!?

Mutazioni genetiche. In spiaggia si odono genitori che impartiscono ordini ai propri figli con accento spiccatamente meridionale, e questi che rispondono loro con accento spiccatamente settentrionale. Mi domando a quale fattore sarà dovuta questa mutazione genetica lessico-dialettale: sarà colpa degli Ogm, del buco dell’ozono, delle mezze stagioni che non esistono più? Forse questi bambini sono stati nutriti da quei genitori degeneri col latte in polvere, la vera rovina del 21 secolo, mai quanto la lacerante disoccupazione al Sud.

Tecnologia in spiaggia. In una meravigliosa caletta immersa nella natura, pensavo esistesse un servizio protezione bagnanti offerto gratuitamente da due gentili vacanziere con chiappe al vento (of course). Le vedevo in lontananza agitare costantemente una sorta di bastone prima in alto, poi in basso, poi ancora in alto e poi in basso. Pensavo “sarà una sorta di retino utilizzato per catturare api, vespe e meduse. Che gentili, come si adoperano per la collettività!” E invece no! Le due tizie in costume adamitico erano in realtà le pioniere della nuova frontiera del selfie  dell’estate, ossia due utilizzartici compulsive della ultramoderna Go Pro, altro che addette al servizio bagnanti! Ma in fondo, è naturale: anche i glutei reclamano la giusta prospettiva, per non parlare di quanto siano irresistibili le tette ritratte dall’alto. L’estate è anche questo! 

E che dire della custodia plastificata per telefonini? Pensavo ingenuamente che servisse a mettere a riparo i nostri cellulari da fuoriuscite di creme protettive, spray per capelli, abbronzanti oltre che da sabbia, sole e salsedine. In realtà, ho scoperto che serve a proteggere lo smartphone da eventuali onde anomale in caso di selfie scattati in mezzo al mare. Ovviamente, da condividere istantaneamente su fb, sperando che nel bel mezzo del mediterraneo ci sia un bel ripetitore che a Cape Canaveral se lo sognano, altrimenti come si fa senza neanche un “mi piace” entro 10 secondi alla foto sexy in costume brasiliano?

Estate 2014: osservazioni sarcastiche sotto l’ombrellone

 

Print Friendly, PDF & Email