Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Biglietti per Brasile 2014

I biglietti per Brasile 2014 made in Arzano

Ammettiamolo: questi ultimi mondiali di calcio (Brasile 2014) sono stati davvero una delusione! E non tanto perché l’Italia è stata subito esclusa – tagliata fuori da un girone, ad essere sinceri, ostico… ma tant’è – ma a causa di una carenza di qualità (a mio parere) innegabile e condivisa un po’ da tutte le nazionali – e va bene, tiro fuori la Germania! Una piccola grande soddisfazione, però, almeno per chi vive a Napoli (o in Italia), resta… e non può esser spazzata via nemmeno dalle peggiori prestazioni sportive: mi sto riferendo ai titoli di ingesso… i biglietti! Alzi la mano chi era al corrente che l’azienda alla quale è stato affidato l’onere (ma anche l’onore) della produzione dei biglietti per Brasile 2014 sorge in terra campana… e, per la precisione, in terra napoletana: ad Arzano! Una volta tanto la geografia della globalizzazione riserva sorprese: la Gep Spa (acronimo di Global Electronic Passports, eccellenza in campo tecnologico – con buona pace dei cinesi – all’avanguardia nella creazione di sistemi operativi per passaporti elettronici) è stata l’unica produttrice dei tagliandi che garantivano accesso allo spettacolo sportivo… e la sede di quest’azienda che ha spazzato via la concorrenza mondiale si trova esattamente alle porte di Napoli, in un piccolo comune da 40 mila abitanti.

La Gep Spa è, inoltre, produttrice dei nostri passaporti elettronici. “Siamo l’unico centro in Italia che realizza microprocessori contactless, ovvero chip da inserire nei prodotti: carte d’identità, passaporti, smart card e ticket” rivela Cesare Paciello, direttore generale. I biglietti sono composti da due elementi: un chip con antenna Rfid (che rende il prodotto assolutamente non clonabile) e una carta di sicurezza contente fibrille reattive alla lampada UV, i cui dati sono impossibili da leggere ad occhio nudo. Non che ci abbia capito molto, ma una cosa è chiara: a pochi minuti di macchina da Napoli sorge un centro anti-contraffazione d’eccellenza mondiale… e fin qui tutto bene!

Quello che un po’ lascia perplessi è come mai il nostro paese, che, mai come ora, ha tanto bisogno di dimostrare di essere al passo coi tempi, sembri quasi sbeffeggiare un lampante esempio di eccellenza: chiunque abbia avuto modo di non perdere il servizio del Tg1 che parlava della Gep Spa sa a cosa mi sto riferendo! I giornalisti che hanno confezionato il servizio ci hanno tenuto parecchio a precisare quanto il risultato conseguito rappresentava “uno sberleffo ai pregiudizi, la prova che anche nel paese di ‘Io speriamo che me la cavo’ la fiammella della speranza non si è spenta del tutto”… Che? Invece di porre l’accento sul dato di fatto che un popolo bollato da sempre come ‘pizza, mandolino e mafia’ (e non mi riferisco a Napoli, ma a tutta l’Italia) riesca, una volta tanto, a fare la voce grossa e a vantare meriti su scala mondiale, si preferisce asserire (come è stato fedelmente riportato anche sull’Espresso) che la Gep Spa sia “un’azienda specializzata nello sviluppo di sistemi operativi anti-contraffazione in pieno regno della contraffazione”?

Ma era davvero così vitale porre l’accento (ancora una volta) sugli atavici problemi della nostra terra? Non era, forse, preferibile soffermarsi sul dato di fatto che ogni singolo dipendente è meridionale (alla faccia della delocalizzazione) e che lì è tutto un viavai di colloqui per assunzioni e stage? Il problema dell’occupazione affligge da un bel po’ il nostro paese, e a chi non piace vantarsi della propria eccellenza? Poi, d’un tratto, ho capito (o, perlomeno, credo di aver capito): il sud deve rimanere per sempre, nell’immaginario collettivo, come quell’appendice, spesso infiammata, del nostro grande paese, del quale avere cura e da trattare con assistenzialismo… È davvero un peccato che debba essere così… ed una delusione: per fortuna, sembra proprio che i diretti interessati poco si curino dei pregiudizi, e rispondano, spesso, coi fatti a chi si fa grande di tante parole.

I biglietti per Brasile 2014 made in Arzano – Eroica Fenice

Print Friendly, PDF & Email