Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Il Reggiseno Bionico: l’intimo diventa hi-tech

Donne, il reggiseno vi stressa? Quella maledetta spallina ha segnato ancora? Quante volte, in palestra o durante la giornata, sprecate tempo ad assestare l’arma di seduzione per eccellenza con movimenti ineleganti e poco discreti? Per tutte, ecco un prodotto che rivoluzionerà il settore dell’intimo femminile, il reggiseno bionico!

Progettato dagli Ingegneri del Centro di Eccellenza per la Scienza degli Elettromateriali dell’Università di Wollongong, in Australia, il Bionic Bra è in grado di adatttarsi ad ogni esigenza e conformazione corporea. La curiosa invenzione, esteticamente simile ad un classico reggiseno sportivo, è dotata di particolarissimi sensori che percepiscono i movimenti del seno, attivando i muscoli artificiali presenti nell’indumento ovvero fibre di nylon strettamente avvolte a spirale, in questo modo il nylon ha la capacità di agire e contrarsi come un muscolo. Il reggiseno si restringe e aderisce automaticamente in situazioni di sollecitamento eccessivo, tornando poi alla sua struttura normale nei momenti di relax, sempre con il massimo comfort.

La professoressa Julie Steele, direttore della Breast Research Australia (UoW) ha dichiarato: “Tutto è partito dall’idea di progettare un reggiseno in grado di rispondere alle esigenze delle donne, che si stringesse qualora ci fosse maggiore necessità di sostegno e si rilassasse in caso contrario, facendo in modo che le donne potessero godere dei benefici salutari associati ad un attivo stile di vita”. Il progetto, presentato qualche giorno fa, alla conferenza australiana di biomeccanica, ha suscitato un notevole interesse soprattutto perché l’utilizzo quotidiano comporterebbe numerosi vantaggi. Studi recenti hanno infatti confermato che l’85% delle donne soffre di problemi causati da reggiseni inadeguati quali dolore al collo, disfunzione del nervo ulnare, mal di testa e mal di schiena. Il professor Gordon Wallace, responsabile del progetto, ha assicurato che questa invenzione risolverà tali problematiche.

Il team di sviluppatori del Bionic Bra è ora al lavoro con designer industriali ed esperti di moda per finalizzare il prototipo e renderlo commercialmente più appetibile. Il prodotto infatti, frutto di quindici anni di ricerca a costi proibitivi è ancora in fase di elaborazione a giudicare dalla sua linea grezza. “Abbiamo fatto passi avanti sostanziali”, ha commentato la professoressa Steele, “ma abbiamo ancora molta strada da fare prima che il Bionic Bra si possa lavare in lavatrice. In ogni caso, una volta finito, trasformerà il design del reggiseno”.

-il reggiseno bionico: l’intimo diventa hi-tech-

Print Friendly, PDF & Email