Seguici e condividi:

Eroica Fenice

App

App, applique e altre diavolerie utili dell’era moderna per i nostri cellulari

Fino a poco tempo fa per me “l’applicazione” era quella cosa nel muro con la luce dentro, l’applique insomma, o al massimo le fragoline e i maialini di stoffa che si cuciono sulle magliette e le ciglia finte.

Poi i tempi sono cambiati e abbiamo scoperto che potevamo potenziare le funzioni del nostro smartphone o del nostro tablet con tanti programmini utili, le “applicazioni” appunto, e così abbiamo cominciato a scaricare tutte queste belle App sul nostro cellulare…

Ora vi farò una piccola carrellata di quelle che possono essere, secondo me, le più utili, o, quanto meno, quelle che maggiormente hanno colpito la mia attenzione. Ci tengo a precisare che, prima di recensirle, ho provato di persona ognuna di queste piccole diavolerie sul mio tablet, quindi vi potete fidare.

Bene, cominciamo dall’astrolabio virtuale. Per secoli i navigatori hanno usato questo aggeggio utilissimo per orientarsi sul mare di notte, se lo portavano appresso smontato nelle loro cassettine, poi a bordo lo rimontavano, e tutta la notte stavano lì sul ponte con l’occhio incollato alla lente a scrutare il cielo… Romantico eh? Molto, ma adesso ci pensa la nostra App ad orientarci: basta puntare la fotocamera del nostro smartphone verso la volta celeste e subito Sky map identifica quegli ammassi gassosi, tracciando le linee, unendo le stelle, segnalando le costellazioni, e tutto in tempo reale…

Ecco ammazzato completamente il romanticismo. Ammetto però che è molto utile: io e le mie sorelle la usiamo di notte in Umbria, sul prato. Non siamo astronome, ma passiamo le ore a fissare la volta celeste, si vede quasi interamente sulla cima della collina, con nitidezza assoluta; ormai abbiamo imparato a riconoscere le costellazioni a seconda del periodo e Sky map è il modo semplice, immediato e veloce per colmare le nostre lacune “stellari”.

Molto simpatica, ma anche funzionale per un “problema estivo” che affligge tutti, Anti-Mosquitoes, la App che emette gli ultrasuoni molesti per le zanzare. “Io ho il sangue dolce” “Io sono allergico” “Mi sono grattato tutta la notte” chi non è mai stato tormentato dalle zanzare? Chi non ha mai lanciato le pantofole contro il muro? Chi non ha mai saltato battendo le mani nell’aria come l’orso Baloo? Chi non fa ogni anno lotte con piastrine, zampironi, lozioni, pozioni magiche? Io ero all’aperto, in pieno Agosto, ho attivato Anti-Mosquitoes e per tutto il tempo non sono stata punta…. Sarà stato un caso?

Chi non conosce Shazam? Altra utilissima App, che finalmente ci evita di sbattere la testa contro il muro tante e tante volte finché non ci viene in mente il titolo della canzone che ci saltella ossessiva nella testa (a chi non è mai capitato?)… Assolutamente geniale e rivoluzionario: è una sorta di motore di ricerca acustico, riconosce anche poche note, anche nel frastuono e, se siamo intonati, anche canterellate!

(Ripeto e sottolineo, però, che bisogna essere intonati, altrimenti si rischia di far venire a piovere o peggio, di rompere il ricevitore del cellulare)

E ora rivelerò ai maschietti – da un recente sondaggio ho constato che non ne conoscono l’esistenza! – che tra noi femminucce è molto diffusa e molto utilizzata una App per… il ciclo mestruale! Si chiama Calendario periodo, ed ha per logo un’agendina con un fiorellino: puoi scegliere tra un simpatico coniglietto rosa, un gattino o un cagnolino che ti chiede quando hai avuto l’ultimo rapporto (sì, sono un poco scostumati questi animaletti) e ti avvisano con una notifica del prossimo ciclo. Così, se per caso stai mostrando dal tablet o dal tuo telefonino qualcosa a un amico, questi sarà informato dal trillo del campanellino del tuo gattino di “Stare attento” perché “ Sta per iniziare il tuo periodo fertile”! Sul perché debba stare attento chiedetelo al coniglietto…

A proposito di sbalzi ormonali, si sa che noi donne ne siamo, logicamente, interessate e influenzate, ma forse non tutti sanno che negli ultimi anni si è molto diffusa una nuova categoria maschile molto particolare: quella degli U.C.M. Ebbene, cari Uomini Col Mestruo questa App, Felinia’s Mood, è proprio quello che fa per voi: permette di calcolare in base al periodo del mese, prima, durante o dopo il ciclo, con ritardo o senza, l’umore di noi signorine, con una scala che va da “furiosa” ad “assetata di sangue” o da “serafina” a “figlia dei fiori”, il tutto illustrato visivamente dal dolcissimo – a seconda del periodo – personaggio a fumetti di Felinia, che canta sotto una pioggia di fiori, mangia una pizza intera se affetta da fame premestruale, o annega nel sangue con denti da vampiro se è proprio in “quei” giorni del mese. La novità assoluta è che nella schermata iniziale il programma chiede il sesso dell’utente: è compresa anche la “versione maschile”, per tutti gl U.C.M. del mondo che non dovranno più sentirsi discriminati!

L’ultima sezione di questa recensioni è dedicata a due applicazioni non esattamente amene, quindi chi è debole di stomaco è pregato di non leggere. Sto parlando di Pimple Popper, letteralmente “schiattabrufoli”, in cui appunto si possono spremere, con vari livelli di difficolta “acneica”, brufoli, con pus o senza, infetti e non, punti neri, e in un’altra versione tirare peli, anche incarniti, e di Pou. Chi non conosce la, celebre ormai, cacchina triangolare che ti sorride e nel bel mezzo di un convegno fa una scorreggina per ricordarti che ha fame e ha i suoi diritti anche lei?

Sappiate che da quando ci sono tutte queste belle invenzioni non ho mai adorato tanto la tecnologia!   

 – App, applique e altre diavolerie utili dell’era moderna per i nostri cellulari… –

Print Friendly, PDF & Email