Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Double up per Nintendo: dopo i Pokèmon torna NES evi

Double up per Nintendo: dopo i Pokèmon torna NES

“Ghostbusters” è di nuovo nelle sale, insieme a “Karate Kid” e “Venerdì 13”, Pippo Baudo torna in tv e dulcis in fundo le nostre città sono state invase da Pokémon. L’ultima mossa a sorpresa di Nintendo sembra essere arrivata nel pieno di quello che potremmo chiamare “movimento retrò”, una scia carica di nostalgia che sta letteralmente investendo tutto il mondo.

La presentazione all’ Electronic Entertainment Expo del nuovo titolo di Zelda, le voci sulla nuova console Nintendo NX: da qualche mese Nintendo è sempre al centro dell’attenzione e non è certo estranea alle imprese nostalgiche. Dopo gli anni ’90 e lo straordinario successo ottenuto con Pokemon Go, gioco di folle epidemia, il colosso nipponico continua a far gonfiare la sua popolarità e le azioni della società, annunciando questa volta un ritorno agli anni ’80.  

Sarà che ultimamente la realtà non è proprio un gran bel posto, ma ecco che gli esseri umani trovano un ennesimo modo per evitarla completamente. L’11 novembre 2016, giusto in tempo per i regali di Natale, Nintendo rilascerà la nuova console Nintendo Classic Mini ad un prezzo davvero irrisorio (59,98 euro) ed al momento è già disponibile in pre-ordine sul sito di GameStop e su Amazon.

Nintendo Classic Mini tra ieri e domani: formato nuovo ma familiare

Era il non troppo lontano 1983 quando la storica Nintendo Entertainment System, madre di tutte le console, mito e passatempo di un’intera generazione, fece la sua prima comparsa in Giappone (in Italia nell’87) rivoluzionando completamente l’industria del gioco. La produzione a livello globale della NES fu interrotta nel 1995, non prima di aver venduto oltre 60 milioni di pezzi in tutto il mondo. Ora, a più di trent’anni dalla sua uscita, la console icona ritorna, solo che questa volta entra nel palmo di una mano.

La nuova versione si chiama Nintendo Classic Mini ed è una fedele, ma miniaturizzata, replica della vecchia console 8-bit. Molto più compatta rispetto all’originale, la nuova NES sembra essere una perfetta combinazione tra passato e futuro: vecchio design, look retrò, ma anche una console che può essere collegata a una TV ad alta definizione tramite il cavo HDMI fornito in dotazione.

Nella confezione troveranno posto anche un cavo USB per l’alimentazione del dispositivo e un NES-pad per giocare, ma non il blocco alimentatore. In pratica, per caricare il Mini NES sarà sufficiente un comune alimentatore da smartphone. Nintendo ha anche assicurato la massima compatibilità con i joypad tradizionali: volendo sarà possibile collegare un secondo controller (venduto separatamente al prezzo di 9,99 euro) o un’unità proveniente da un’altra console Nintendo. La nuova NES è infatti dotata degli stessi attacchi della Wii e della Wii U, garantendo così l’accesso ai titoli del catalogo Virtual Console e consentendo la realizzazione di una sorta di multiplayer. Uno dei due controller utilizzati deve però obbligatoriamente essere quello realizzato per questo nuovo Mini NES.

Nel suo annuncio, Nintendo non dà dettagli sulle caratteristiche tecniche della console, né ha menzionato alcuna connettività. L’azienda giapponese infatti non ha ancora rivelato alcuni dettagli, come ad esempio se la console possa o meno connettersi ad internet, scaricare ulteriori giochi o se l’azienda rilascerà aggiornamenti di software, in seguito.

NES: 30 giochi preinstallati e salvataggi multipli

Nintendo cavalca fino all’ultimo l’onda retrò del momento e firma la rimonta dei grandi classici NES. Nella nuova mini console ritroveremo infatti The Legend of Zelda, Mario Bros, Pac Man, Donkey Kong, Final Fantasy, Metroid e tanti altri. Questa volta però le vecchie cartucce non serviranno, Nintendo Classic Mini sarà dotato di un archivio di 30 giochi precaricati, la lista completa è stata subito diramata.

Non mancherà inoltre la funzonalità di salvataggio per i progressi in-game, così da non dover riprendere daccapo ogni volta che si accende la console. Ogni titolo dispone quindi di salvataggi multipli che consentiranno di non perdere i progressi di gioco raggiunti.

Heather Iermano

Print Friendly, PDF & Email