Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Socks the Cat Rocks the Hill diventa finalmente realtà

Socks the Cat Rocks the Hill diventa finalmente realtà

Nell’ormai lontano 1993 un development studio americano di nome Realtime, in accordo con il produttore Kaneko, ebbe la bizzarra idea di sviluppare un videogioco satirico dal titolo Socks the Cat Rocks the Hill per le console SNES e SEGA Genesis.

Socks the Cat Rocks the Hill, dalle poche immagini e descrizioni che all’epoca trapelarono in alcune riviste di video games, sarebbe stato un platform game in 2D e, come suggerisce il titolo, avrebbe avuto come protagonista il gatto Socks, divenuto famoso per essere stato l’animale da compagnia alla Casa Bianca durante gli anni della presidenza di Bill Clinton.

L’avventura avrebbe visto Socks in versione cartoon alle prese con nemici dalle sembianze di politici statunitensi dell’epoca e dei relativi simboli (la trama avrebbe incluso, ad esempio, un combattimento contro un asinello, simbolo del Democratic Party) per scovare alcuni ladri che si sono impossessati dei codici nucleari del suo padrone Bill, il tutto attraversando mondi ricchi di riferimenti alla pop culture e all’attualità degli anni ’90.

Ma qualcosa, durante lo sviluppo del gioco, andò storto e la sua pubblicazione venne cancellata.

Lo sviluppo travagliato di Socks the Cat Rocks the Hill

Inizialmente si pensava che lo sviluppo fosse stato bloccato da Nintendo, che da sempre è molto contraria alla presenza di riferimenti politici all’interno dei giochi pubblicati per le proprie console.

Tuttavia, in un paio di interviste recenti, alcuni ex sviluppatori di Socks the Cat Rocks the Hill hanno voluto specificare che le ragioni della mancata pubblicazione non sono da ricercare nelle restrizioni di Nintendo, che anzi all’epoca pare che gradì molto lo spirito satirico del loro gioco. Il motivo vero fu la chiusura dello studio di Kaneko in America.

Inoltre, nel 2011 l’unico prototipo esistente di Socks the Cat Rocks the Hill finì nelle mani del collezionista Jason Wilson: un retro-gamer che filmò una sua sessione di gameplay del gioco caricando poi il tutto su YouTube in bassissima definizione per burlarsi del suo pubblico.

La rinascita con Kickstarter

Per un po’ il filmato di Jason Wilson rimase l’unica prova concreta dell’esistenza di una copia del gioco, finchè nel 2012 un altro affiatato collezionista, Tom Curtin, acquistò quell’unica copia in circolazione e, dopo essersi messo d’accordo con il publisher Second Dimension, decise di impegnarsi affinché il gioco venisse finalmente distribuito in tutto il mondo dopo averne acquistati i diritti un paio di anni dopo.

La rinascita di Socks the Cat Rocks the Hill, avvenuta più di vent’anni dopo la sua iniziale data di pubblicazione, è stata possibile grazie al sito di crowdfunding Kickstarter: con il supporto delle donazioni ricevute dagli utenti, Tom Curtin e Second Dimension, dopo aver rimosso qualche bug dal gioco, hanno promesso che Socks the Cat Rocks the Hill verrà finalmente messo in commercio sia in “formato cartuccia” (come avrebbe dovuto essere l’originale) che in versione digitale a prezzi diversi.

L’uscita è prevista per luglio 2017.

Print Friendly, PDF & Email