Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Stop alle bufale su Twitter: le nuove strategie anti fake

Stop alle bufale su Twitter: le nuove strategie anti fake

È ufficialmente iniziata la guerra alle bufale su Twitter: negli ultimi mesi le denunce contro account e notizie false sono aumentate a dismisura, soprattutto quelle provenienti dal mondo della politica: in Italia Beppe Grillo ha recentemente fatto partire una vera e propria crociata contro le notizie false legate al Movimento 5 Stelle, scovandole e riportandole su Facebook.
Mentre in America, invece, è stata riscontrata una diffusione massiccia di bufale su Twitter e Facebook durante le elezioni presidenziali.

A partire da Febbraio, però, lo staff del famoso social network ha deciso di intervenire in prima persona: siccome sempre più persone oggi utilizzano i social network per comunicare, Twitter ha deciso di annunciare definitivamente nuove norme di sicurezza per tutelare i suoi utenti e debellare il sito da profili falsi e bufale ed evitare così la diffusione al suo interno di contenuti falsi o offensivi.

Le dichiarazioni di Twitter

Già nel novembre 2016 l’account ufficiale di Twitter aveva annunciato:

Ciò che rende grande Twitter è che permette a tutti di esprimere la propria opinione. Abbiamo notato una tendenza crescente nello sfruttare questa libertà per offendere gli altri. L’aumento del bullismo in rete è aumentato a dismisura negli ultimi tempi.

Ed infatti l’anno scorso il sito aveva cominciato a lavorare su un cosiddetto troll filter”, ovvero un’applicazione che permetterebbe al sito di filtrare contenuti fastidiosi come spam e bot.

Il 31 gennaio di quest’anno Ed Ho, vicepresidente per l’ingegneria del sito, ha pubblicato sulla piattaforma il suo messaggio contro le bufale su Twitter:

Rendere Twitter un posto più sicuro è il nostro obiettivo primario e oggi rappresenta un traguardo decisamente urgente.”

E così il 7 febbraio è stato specificato in che modo Twitter intenderà portare avanti quest’obiettivo, ovvero attraverso quelle che sono state definite “le tre svolte”: fermare la creazione di nuovi account falsi, permettere ai contenuti più sicuri di comparire per primi nelle ricerche e cancellare i tweet potenzialmente falsi o di scarsa qualità.

Gli strumenti contro le bufale su Twitter

In che modo verrà dunque combattuto questo proliferare di profili falsi e bufale su Twitter?
Oltre al già citato troll filter, la compagnia ha annunciato che i suoi ingegneri sono già al lavoro su un paio di strumenti che permetteranno di:

1 – Identificare gli utenti precedentemente bannati che tenteranno di accedere con profili nuovi.

2 – Identificare automaticamente e rimuovere le risposte considerate offensive e lo spam all’interno delle discussioni.

Queste due novità non sono però ancora ultimate, Ed Ho ha promesso che saranno operative già a partire dalle prossime settimane.

Dunque non ci sono ancora certezze riguardo l’efficienza di questi nuovi sistemi, ciò che però è sicuro è che, se dovessero effettivamente funzionare, rappresenterebbero un grande passo avanti per quanto riguarda la lotta non solo al diffondersi di notizie false in rete, ma anche al cyberbullismo.

Print Friendly, PDF & Email