Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Camera single: la vita di Linda fra Bridget Jones e Carrie Bradshaw

Camera single: la vita di Linda fra Bridget Jones e Carrie Bradshaw

Camera single è un romanzo nato dalla penna di Chiara Sfregola, rubricista su Lezpop.it dove l’embrione di questo libro è nato ed è diventato un cult del pubblico.
Con le sue peripezie sentimentali e la sua folta e “variegata” schiera di amici più o meno imbarazzanti, più o meno concreti nell’apportare aiuto (quando non disastrosi!) ma sempre presenti, questo romanzo offre una prospettiva fresca, ironica e “normale” sulla semplice vita di una trentenne omosessuale romana.

Se vi aspettate un manuale su come ci si riprende dalla fine di una storia d’amore (il romanzo si apre con la protagonista mollata dall’oggi al domani e costretta a condividere l’appartamento con la donna per la quale è diventata completamente invisibile), ebbene, non acquistate il libro. Se vi aspettate un romanzo hot o romantico su come una donna recupera la propria vita sentimentale e/o sessuale, ancora una volta, cambiate idea.

Qui non c’è nulla di convenzionale: sulle donne, sugli uomini, sull’essere lesbica, perfino su Roma, su come la politica e i media vogliono dipingere la condizione degli stereotipi che fanno comodo a tutti e non fanno più ridere nessuno.

Camera single: un romanzo che fa ridere di gusto

Un po’ Bridget Jones, un po’ Carrie Bradshaw, lanciata fra le vie di Roma in compagnia di una schiera di amiche e amici, unici in grado di ridarle un po’ di “equilibrio e stabilità” (sono folli, sono sregolati, danno consigli improponibili, criticano tutte le donne con cui esce), Linda è una trentenne in carriera che ha gli stessi problemi di tutte le sue coetanee e cerca di superarli come può, come farebbero un po’ tutti: piangendo, “sclerando”, uscendo con ragazze nuove.

Il risultato è un libro le cui pagine scorrono con una tale leggerezza da imprimerci la sensazione che le cose siano realmente come dovrebbero essere, in un mondo in cui il centro della storia non è l’omosessualità della protagonista, ma la sua normalissima vita. Un libro in cui i drammi sono quelli di tutti, i problemi sono gli stessi per ognuno dei coetanei dei protagonisti e qualsiasi lettore può immedesimarsi in una storia che ha il merito e il pregio di raccontare con estrema autoironia e leggerezza la vita.

E allora sarebbe un delitto terribile prendersi sul serio, piangersi addosso e restare seduti al proprio posto in attesa che qualcun altro, nel proprio tempo libero, si ricordi di, faccia attenzione a, possa parlare di.

Chiara fa da sola, senza proclamazioni politiche o intenti didattici. Nulla di tutto questo.

Nasce un libro come un gioco ed è un discorso sull’umanità, all’umanità. È forse la cosa più seria di cui si possa parlare di questi tempi, pensando alla natura umana, e per questo merita che ci si possa ridere su.

Questo libro merita di essere letto.

Martina Salvai

Chiara Sfregola, Camera single

Edito da: Leggereditore

————
Camera single è in offerta su Amazon. Clicca qui per acquistarlo