Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Curiosità napoletane

Curiosità napoletane: sulla cultura napoletana popolare

Curiosità napoletane – Storie, aneddoti e modi di dire della tradizione popolare, è un libro scritto da Elisa Rampone Chinni e pubblicato dalla casa editrice Graus editore, nella collana Gli Specchi di Narciso.

Il libro Curiosità napoletane

In Curiosità napoletane – Storie, aneddoti e modi di dire della tradizione popolare si ritrova una varietà di argomenti e temi propri della cultura popolare napoletana come palesato nell’Introduzione scritta dalle autrici: «La nostra raccolta vuole essere una riscoperta della Napoli dei tempi passati, attraverso storie vere, aneddoti, proverbi, poesie popolari e tante altre curiosità».

In apertura del testo, vengono ricordate due vite di religiosi, San Rocco e don Placido, entrambe le figure fortemente radicate nella cultura e nella memoria storica partenopea, il primo ricordato soprattutto per il “miracolo della lava”, ed il secondo per il culto del “sabato privilegiato”.

Dopo questi due ricordi, il libro propone in quelle che possono essere concepite come sezioni, Aneddoti, proverbi e altre curiosità, La liquefazione del sangue di alcuni santi a Napoli, e Poesie.

Tra i ricordi di Aneddoti, proverbi e altre curiosità, si citano, ad esempio, il furto alla statua di San Biagio, «Poiché era noto che la statua era stata portata via da una vettura, i napoletani, per dileggio, interrogavano i vetturini per sapere se avevano notizie sul furto», e “il pero e il crocifisso”, proverbio conosciuto per indicare «una persona dalla quale è inutile sperare di ottenere qualche cosa, anche se non con tutti si comporta allo stesso modo».

Una sezione a parte è dedicata ai “miracoli del sangue”, ossia alle liquefazioni del sangue di alcuni santi napoletani; oltre San Gennaro, sono ricordati, ad esempio, san Luigi Gonzaga, san Lorenzo, e santa Patrizia e di loro, oltre che delle date in cui avviene la liquefazione, si ricordano brevi storie.

A completare il libro, poi, alcuni componimenti in versi, ancora facenti parte della tradizione popolare e orale.

Uno stile leggero e “diretto” contraddistingue la raccolta Curiosità napoletane – Storie, aneddoti e modi di dire della tradizione popolare, che diverte ed insegna tanti modi di dire e che propone alcuni momenti di conoscenza e di riflessione sullo spirito partenopeo.

Nella Prefazione al libro, scritta da Francesco Spinosa, si legge «Ci sono elementi della cultura napoletana – personaggi, racconti, leggende, tradizioni – che sono entrati nella storia, nella letteratura, nel cinema e nella canzone e oggi fanno parte di un comune patrimonio, nazionale e non solo. Ci sono altri elementi, invece, sui quali si è scritto poco o nulla ma che fanno parte di una cultura più vicina ai ceti popolari, alla gente semplice, alla vita quotidiana».

Print Friendly, PDF & Email