Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Simona Carosella

Il beneficio del buio di Simona Carosella

Nel pomeriggio di Lunedi 27 Aprile, si è tenuta all’Archeobar Caffé Letterario di via Mezzocannone, la presentazione de “ il beneficio del Buio“, opera prima della cantautrice e scrittrice Simona Carosella. All’evento sono intervenuti Aurelio Raiola e Rosalia Catapano, ha moderato l’incontro Mario Rovinello. La presentazione è stata intervallata da alcuni brani cantati dall’autrice.

Durante la presentazione Simona ha spiegato perchè proprio il buio. Cos’è questo buio di cui parla. Perché il Beneficio del buio? Ma, il buio inteso come il buio della mente, inteso come sulla vita, la solitudine. Sotto tutti i punti di vista, il buio può rappresentare un brutto momento in cui può incappare ogniuno di noi. Il beneficio. Il beneficio è la comprensione, al buio siamo tutti uguali. Dopo il buio c’è la luce, la comprensione. La ripresa della propria vita tra le mani. Un periodo che possiamo attraversare tutti.

Alla fine della presentazione de “il beneficio del buio” mi sono potuto avvicinare a Simona Carosella per porle un paio di domande.

Intervista a  Simona Carosella

Simona cosa ti ha spinto ha scrivere “Il beneficio del buio”?
La passione di scrivere per scrivere. In un momento di crisi personale ho iniziato a scrivere, è stato un modo per superare le negatività del momento.

Dimmi quanto c’è dell’autrice, Simona, all’interno dei protagonisti?
In realtà non mi rivedo all’interno di nessssuno dei protagonisti del libro. Probabilmente mi rivedo all’interno della musica che è l’altra protagonista de “il beneficio del buio”. M’immedesimo dentro di lei.

Sei passata dal canto alla scrittura. Questo passo com’è stato?
Ho sempre scritto, anche prima di cantare. Non ho mai considerato lo scrivere come un salto di qualità rispetto al canto, ma piùtosto come una sorta di continuità tra le due cose.

Cosa hai pensato quando ti hanno detto ” Simona stai per pubblicare il tuo libro” ?
Ho iniziato a sudare nonostante fosse il 31 Dicembre e facesse molto freddo.

Cosa ti aspetti dal futuro dopo ” Il beneficio del buio”?
Continuerò a scrivere. Continuerò a scrivere, ma non voglio perdere la mia voce, la mia identità. Non voglio farmi condizionare dal pubblico, ma continuare con quello che sento. Seguire la mia strada.

Un ultima domanda. Se dovessi incontrare qualcuno per strada che ti chiedesse perché leggere “beneficio del buio” tu cosa gli risponderesti?
(ride) PERCHé L’HO SCRITTO IO E PERCHé ALTRIMENTI MI OFFENDO

Grazie Simona Carosella
Grazie a te

Il beneficio del buio è edito da Homo scrivens, per la collana Scout.

Print Friendly, PDF & Email