Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Nove volte per amore: De Giovanni a caccia di mostri

Nove volte per amore: De Giovanni a caccia di mostri

Nove volte per amore, o sarebbe meglio dire “nove volte in cui l’amore non c’entrava nulla”.
Maurizio De Giovanni sceglie di partire da nove notizie di cronaca nera italiana e realizzarne altrettanti racconti, per analizzare qualcosa che giornali e televisione non sono in grado di suggerire, ciò che nella quarta di copertina del libro viene definita come “l’anima oscura che alberga in ognuno di noi”.

Un lettore appassionato di casi di cronaca nera si approccerà al libro credendo di riconoscere gli omicidi più efferati e famosi degli ultimi anni (tra i più recenti Yara Gambirasio, Sarah Scazzi, Chiara Poggi). Non si ingannerà, ma dovrà fare un ulteriore passo in avanti: il lettore più avveduto saprà prendere le giuste distanze e capire che la realtà per il libro non può essere altro che pura ispirazione letteraria, mentre la narrazione è tutt’altra cosa.

Nove volte per amore: i mostri sono in mezzo a noi

Una chiara volontà di porsi nei panni di un “mostro” per conoscerne i più intimi pensieri e le più recondite verità è espressa attraverso una penna che si cala nelle mani sporche di sangue dei narratori colpevoli: colpevoli, sì, i più sono rei confessi, ma si tratta realmente di mostri?

È attorno a questa domanda che ci si arrovella per provare a risalire alle radici del male, capire se devono essere cercate dentro o fuori dall’uomo, dentro o fuori la nostra “umanità”. Ed è proprio fra le righe di queste storie, immerse fra una straniante quotidianità e la più consueta eccezione, che De Giovanni dà una propria risposta a uno dei quesiti più sconvolgenti cui siamo chiamati a rispondere. Non creature mostruose, non abomini di natura o errori colossali di un piano divino in cui le falle sarebbero da paragonare a voragini d’abissi incommensurabili, ma donne e uomini come tutti gli altri.

Donne e uomini con cui la vita è stata più crudele oppure no, arroccati sulla loro montagna di scuse come fossero biglietti d’auguri collezionati negli anni, qualcuno spiega l’omicidio come un interruttore che si spegne all’improvviso, un vuoto di memoria troppo esibito per potervi dare credito, ma chi potrà credere a un assassino? La loro testimonianza (è di personaggi e non di persone che si parla) è certo falsata dalla “personale versione” dei fatti ed è impossibile recuperare uno sguardo obiettivo sulle cose del mondo.

Quando sono le vittime a parlare, la mostruosità è edulcorata e filtrata da sguardi d’amore, attraverso occhi appannati e resi ciechi dalla forza di un sentimento inarrestabile, anche di fronte al crimine. Così la mostruosità, scusata, non percepita, fraintesa, ci viene rivelata con più forza: come la luce di un faro che si staglia nelle notti nere senza luna, quando il mare e il cielo si confondono nell’oscurità più totale. La luce rivela solo ciò che non avremmo mai voluto vedere.

Dalla voce delle vittime a quella degli assassini

Di fronte a questo libro ci si ritrova a fare con l’autore un evidente salto della barricata o anche un decisivo cambio di prospettiva rispetto al suo personaggio più famoso: De Giovanni passa dalla facoltà del commissario Ricciardi, in grado di conoscere gli ultimi istanti delle vittime degli omicidi sui quali indaga, ad una raccolta dove si avvicendano le plurime voci, per lo più, di assassini che raccontano le proprie storie e possono avere voce in capitolo.

Vale allora la pena immergersi in un mondo il cui accesso ci è negato per ignoranza e volontà, morboso e macabro, per scoprirne risvolti sconosciuti e moralmente inaccettabili. È quanto accade leggendo questi racconti di grande abilità stilistica: la prospettiva cambia, lo sguardo si sporca, il campo visivo si allarga.

Non ci sono risposte certe, solo ulteriori domande. Ma non è forse questo che dovremmo sempre chiedere ai libri? Concederci il “beneficio dei dubbi” e della messa in discussione della realtà.
De Giovanni è un indagatore di anime.

Maurizio de Giovanni, Nove volte per amore
Edizioni centoautori
Collana – L’Arcobaleno

Martina Salvai

———————-
Nove volte per amore è in offerta su Amazon. Clicca qui per acquistarlo!