Seguici e condividi:

Eroica Fenice

warhol

Andy Warhol in mostra al Vulcano Buono

In Italia l’arte può raggiungere finalmente l’obiettivo di poter essere apprezzata dal grande pubblico, prendendo le sembianze concrete della diffusione di massa grazie al progetto Andy Warhol in the city. Per la prima volta essa viene esposta in un “non museo”, alla portata di tutti nel vero senso della parola, e un luogo più tipicamente possibile di un centro commerciale non sembra poter esistere. Dopo avere raggiunto Firenze, Roma, Trieste, Torino, Cagliari e altre città del paese per tutto il corso dell’anno, l’evento sarà presentato il 18 Aprile anche a Napoli, al Vulcano Buono di Nola, fino al 17 Maggio; gratuita, nello specifico la mostra itinerante sarà allestita in piazza Capri e ad essere protagoniste saranno ben 40 opere di Andy Warhol, genio della Pop–art, nonché produttore cinematografico, attore, sceneggiatore, un vero e proprio artista che fece dell’estro e degli ardori degli anni ‘60 e non solo, una vera e propria rivoluzione culturale e di massa.

Arte popolare infatti, quella di divulgazione, accessibile al grande pubblico e attraente fino allo scandalo, ma non per questo ricca di innovazione e simile ad uno specchio che riflette gli stravolgimenti di quegli anni, in cui l’attività artistica dell’uomo aiutò ad incrementare il cambiamento e il progresso, verso un nuovo modo di “pensare” e di “fare” storia. L’iniziativa di Pubbliwork Eventi, in collaborazione con la New Factory Art, vedrà protagonisti le più importanti e conosciute opere di Andy Warhol, tra le quali i barattoli di zuppa Campbell’s: Warhol infatti fu legato anche ad altri mezzi di comunicazione e diffusione, tanto da partecipare e sostenere svariate pubblicità commerciali del mercato statunitense. Per non parlare della sua attenzione verso la musica di genere e fra le più d’avanguardia, se pensiamo alla celebre copertina dell’album d’esordio del gruppo punk – rock The Velvet Underground & Nico che rappresenta una banana nel suo tipico stile pittorico, o le cover dei dischi dei Rolling Stones, in special modo la rossa linguaccia diventata un simbolo cult e di riconoscimento per il gruppo (illustrazioni che saranno presenti tra i soggetti della mostra). Ancora a far parte dell’allestimento i quadri multicromatici che raffigurano il volto di Marilyn Monroe e i Flowers dalla forma semplice ma dalle stesse tinte forti e colorate; inoltre ci saranno trasposizioni scultoree e a più grandi dimensioni di alcune copertine di Interview, la rivista americana creata dallo stesso Warhol che tuttora si occupa di celebrità e che mantiene ancora il tratto alternativo (e pop) ispirato dall’artista.

Per l’occasione è stato indetto il concorso VCard e Vinci, che vedrà la partecipazione di numerosi giovani dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli e delle loro opere in stile pop-art: esse saranno esibite negli stessi giorni della mostra all’Ingresso Sorrento.

– Andy Warhol in mostra al Vulcano Buono –

Print Friendly, PDF & Email