Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Festival del Bacio 2015: #cuoredinapoli

Dopo il successo della scorsa edizione, torna a Napoli il Festival del Bacio, giunto ormai al suo quarto appuntamento in città. L’anno scorso il Festival fu un successo. L’iniziativa degli studenti della scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli iniziò a Febbraio quando, improvvisamente, apparve una scultura luminosa sulla collina di San Martino: una grande installazione a forma di cuore rosso che si stagliava nel verde della collina e che la sera si illuminava di rosso.

E poi tanti adesivi rossi con il simbolo stilizzato della manifestazione furono distribuiti da numerosi team per tutta la città, creando un immenso percorso virtuale di 6 km che unì la Galleria Principe di Napoli a Piazza Vanvitelli.  E, infine, arrivò il giorno clou, il 21 marzo 2014, con tanti eventi che si svolsero al Vomero con una mappa a disposizione per seguirli. Il Festival non fu un classico contenitore di eventi, un festival inteso nel senso classico del termine, bensì un gesto artistico che attraversò l’intera città.

Anche quest’anno il concept intorno al quale girerà tutta l’edizione sarà #cuoredinapoli, diventato anche l’hashtag cardine dell’iniziativa. L’evento prenderà il via il 28 marzo 2015 e questa volta, invece delle zone del Vomero, le protagoniste saranno le vie del centro storico. Il Festival nasce anche da un’idea di mediaintegrati, folto team di artisti, ed è promosso dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo, in collaborazione con la II Municipalità e i tanti esercizi commerciali ed associazioni del territorio.

Il Festival è fondamentalmente un’opera d’arte collettiva fatta di persone che creano relazioni ed emozioni e che, immerse nelle installazioni pensate per l’occasione, formano un percorso da seguire. Le installazioni di quest’anno saranno distribuite in tutte le stradine del centro storico, saranno dispositivi interattivi, che saranno posizionati anche grazie alla collaborazione dei commercianti della zona.

I cittadini saranno coinvolti a pieno, ma anche le associazioni culturali e le istituzioni avranno un ruolo fondamentale. Attraverso banner, installazioni luminose e sonore, le vetrine dei negozi saranno illuminate e coinvolgeranno il passante. Il tutto, per creare un vero e proprio “flusso di energie”.

L’hashtag #cuoredinapoli è il segno unificante di tutto il Festival del Bacio 2015. Attivo dalla scorsa edizione su tutti i social networks, trova il suo senso più pieno su Instagram. Chiunque vorrà divenire parte di questo flusso, potrà inviare al Festival la propria foto associata a tale hashtag, cercando di rappresentare la propria definizione di questo concept. Tutte le foto saranno pubblicate anche sul sito del Festival del Bacio, andando a formare un cuore virtuale, la versione digitale di quello che sarà il cuore concreto installato in città. Infatti, in un luogo prestigioso e ben visibile, la Stazione Marittima, sarà montato un cuore pixellato rosso, alto ed imponente.

I luoghi interessati dal Festival, come anticipato, saranno quelli del centro storico. In particolare, tutte le installazioni luminose ed interattive saranno montate in un percorso che copre l’area circoscritta dal Decumano Inferiore (San Biagio dei Librai, via Benedetto Croce) e dal Decumano Superiore (via Tribunali). Vi sono incluse Piazza San Domenico Maggiore, Piazza Miraglia, gli edifici dell’Orientale, la Chiesa di San Lorenzo Maggiore, San Gregorio Armeno e tanti altri monumenti e Palazzi dell’area.

Nell’era dei social network, delle amicizie virtuali e dei selfie, a Napoli un Festival valorizza la dimensione della socialità e riporta le classiche foto ricordo per le strade della città. Un cuore per ricordarci che attraverso la relazione, la condivisione, è possibile migliorare la qualità di vita delle persone. Un cuore per amare Napoli.

Nunzia Serino