Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Primo premio Italia a colori al Maschio Angioino

Si è svolta ieri, nella magnifica cornice del Maschio Angioino di Napoli, la cerimonia del Primo Premio Nazionale Italia a colori, promossa dallo show di Canale 9 “Mattina 9”. La serata, condotta da Claudio Dominech e Mariù Adamo, ha visto sul palco un susseguirsi di volti e nomi noti del panorama politico, artistico e culturale partenopeo. 

Il primo a ricevere il premio, per la valorizzazione del territorio, è stato il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris, che, con semplicità e il solito carisma, ha raccontato alla platea l’amore per quel paradiso abitato da diavoli che è la sua città, pur senza nascondere le insidie che, giorno dopo giorno, gli si pongono davanti nel corso del suo secondo mandato.

Una città che sta rinascendo, dice il Sindaco, come confermato dal continuo viavai straniero che affolla quotidianamente il centro storico e le strade di Napoli, la quale aspira, senza nulla invidiare alle altre metropoli d’Italia, a ritornare capitale. Queste le parole con cui saluta, col premio stretto con orgoglio tra le mani, i suoi concittadini: Il modo migliore per ringraziare Napoli di avermi dato i natali, è onorarla e amarla”.

Sembra quasi un continuum del premio a De Magistris, quello ricevuto nella sezione cultura dal Maestro Peppe Barra. L’artista napoletano, come di consueto, ha ribadito il suo amore per la città, che – in realtà – non gli ha dato i natali, ma è stata scelta come residenza per la sua lunghissima carriera. Uno dei pochi artisti, come ha sottolineato con orgoglio, che ha preferito restare nella sua Napoli, preferendola alla Capitale.

Italia a colori: una tavola imbandita di arte, cultura e napoletanità

Premiati anche il regista Edoardo De Angelis e la “Scianel” di Gomorra, Cristina Donadio, reduce dalle prove al Teatro San Ferdinando, che la vedranno portare in scena Le Baccanti al Teatro Grande di Pompei, ultimamente, rivalutato nel suo antico splendore.

Hanno arricchito la serata l’esibizione musicale di Giovanni Block e una sfilata di moda.