Seguici e condividi:

Eroica Fenice

1000 Gourmet, tra innovazione e tradizione

1000 Gourmet, tra innovazione e tradizione

Una location raffinata. Materie prime di altissima qualità e un servizio impeccabile e cordiale. La neonata pizzeria 1000 Gourmet ha portato, sin dal suo debutto avvenuto la settimana scorsa, una ventata d’aria fresca nel quartiere di Chiaia. Nato da un’idea dello chef-pizzaiolo Giuseppe Maglione, questo locale, che prende il nome della adiacente via Dei Mille, è un piccolo paradiso gastronomico che fa della farina non raffinate di tipo due, delle primizie di coltivatori e allevatori campani (quasi tutti D.O.P. o Presidi Slow Food) e dei particolari impasti (noci – limone – cacao) le sue migliori armi di seduzione per gli amanti del buon cibo. Il menù, infatti, include, oltre alle pizze tradizionali, una serie di leccornie gourmet tutte da assaggiare. Ulteriore valore aggiunto è la disponibilità di un forno a parte per i celiaci, così che anche gli ospiti intolleranti al glutine possano ordinare senza alcun timore.

Ieri sera, abbiamo avuto la fortuna di provare le specialità di 1000 Gourmet in una splendida – e ottimamente organizzata – cena per la stampa e gli addetti ai lavori, nel cui menù – degustazione, oltre agli antipasti e le sei pizze, erano presenti anche le birre artigianali di Okorei e Alkimia.

1000 Gourmet, un menù (anche senza glutine) da leccarsi i baffi!

Queste sono le portate che ci sono state gentilmente offerte per l’occasione:

Antipasto

Crocchè di patate miste: con patate di Avezzano e patate Vitelotte (patata nera a pasta viola), provola d’Agerola e Parmigiano Reggiano.

Arancino di Riso arborio e riso Venere, funghi porcini, lardo irpino, provola d’Agerola e Parmigiano Reggiano

Frittatina Napoletana con mortadella di Bologna I.G.P., bechamelle, provola d’Agerola e Parmigiano Reggiano

Chips di Patate Fritte di tre varietà: Rossa d’Avezzano, patata rossa e Vitelotte

Pizze Gourmet

Pizza Violetta: Patata viola, provola affumicata di Agerola “Fior d’Agerola”, Speck dell’alto Adige I.G.P., Caciocavallo Irpino Azienda agricola “Mariconda”, Pomodorino del Piennolo Confit, Olio evo D.O.P. “Torretta”

Mortazza e Pistacchi :Fior di latte di Agerola, Mortadella di Bologna I.G.P. Presidio Slow Food, Pesto di pistacchio di Brontec D.O.P., Olio Evo D.O.P. “Torretta”, Zeste di limone

Diva: Burrata di bufala Campana D.O.P., Tonno alalunga “Aura”, Cipolla caramellata ramata di Montoro, Olio evo D.O.P. “Torretta”

Pizze con impasti speciali

Impasto al limone: Gamberi e Agrumi – Fior di latte D’Agerola “Fior d’Agerola”, Gamberi di Mazara del Vallo, fette di limone ed Arancia, Olio Evo D.O.P. “Torretta”

Impasto alle Noci: Noci e Carmasciano – Fior di latte di Agerola “Fior d’Agerola”, Pancetta affumicata, datteri, pecorino Carmasciano, Rucola, noci sgusciate ed olio evo D.O.P. “Torretta”

Impasto al Cacao: Emozionando – Burrata di Bufala Campana D.O.P., alici marinate, guanciale Irpino croccante, Spuma di ricotta, cipolla ramata di Montoro, prezzemolo fresco, olio Evo D.O.P. “Torretta”

Dessert
Nocciolata: Pizza Dessert con impasto di farina di Nocciola, crema di pistacchio, granella di pistacchi, crema alla nocciola spalmabile

Chiaia ha la sua nuova regina: 1000 Gourmet

La cena ha rispecchiato a pieno le enormi – quanto inevitabili, leggendo gli ingredienti utilizzati – aspettative. Gli impasti erano morbidi, le pizze ben cotte e i sapori sorprendenti nel loro essere raffinati e sempre equilibrati. Una nota di merito è da assegnare anche al personale di sala e al servizio che sono stati eccellenti, da ristorante stellato. 1000 Gourmet, in definitiva, non ci ha deluso, anzi, è stata una splendida scoperta e una ulteriore riprova di come la qualità e la creatività siano in cucina un binomio vincente.