Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Attacco

Attacco informatico agli Usa: off-line i siti più importanti

Secondo quanto riportato dalla società Dyn, nella giornata di venerdì 22 ottobre ci sarebbero stati diversi attacchi informatici, il primo dei quali alle 7.10, il secondo alle 11.52 e il terzo in serata, che avrebbero colpito fortemente la costa orientale degli Stati Uniti. Ad essere fortemente danneggiati sono stati siti di grande rilevanza come Twitter, Amazon, Spotify, Cnn, New York Times, Financial Times, Netflix, Visa, eBay e tanti altri. Sebbene l’attacco sia durato solo due ore, i danni che ne scaturiscono sono ingenti dato il volume d’affari tra vendite e annunci pubblicitari. In particolare a subire l’attacco è stata la Dyn (Dynamic Network Service), uno dei più grandi Internet Provider del mondo, che offre un servizio centrale: traduce i nomi dei siti web in indirizzi IP e un suo blocco fa sì che le aziende associate non riescano più a caricare i propri siti web.

Cosa è un attacco DDos ?

Un attacco DDoS ha lo scopo di rendere un server, un servizio o un’infrastruttura indisponibile sovraccaricando la banda passante del server, o utilizzando le risorse fino all’esaurimento. In caso di attacco DDoS, moltissime richieste vengono inviate contemporaneamente da molti punti della rete e ciò rende il servizio instabile o, peggio, indisponibile. Vengono utilizzati molti computer infetti e questo rende difficile bloccare l’attacco e individuare il luogo da cui proviene.

I precedenti dell’attacco

L’attacco arriva in seguito al tentativo di hackeraggio cinese della portaerei americana Reagan: come riporta il Financial Times, l’11 luglio scorso gli hacker cinesi avrebbero attaccato i funzionari di governo che si trovavano sulla portaerei inondandoli di mail infette. Inoltre, negli ultimi giorni la tensione tra Stati Uniti e Russia è salita a tal punto che Obama avrebbe chiesto alla Cia di preparare un cyber-attacco contro Mosca date le molteplici inferenze del Cremlino nella campagna elettorale statunitense.

Per comprendere la portata dell’evento basta osservare il video pubblicato da Trunews in cui si vedono chiaramente una quantità notevole di attacchi partire da differenti zone. Infine, considerando la violazione degli account Yahoo avvenuta nelle scorse settimane, appare evidente che è in atto uno scontro informatico i cui risvolti sono incerti e preoccupanti.

Print Friendly, PDF & Email