Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Caccia al tesoro nel centro storico di Napoli

Un modo non convenzionale per visitare e scoprire la città, diverso e più coinvolgente degli abituali tour turistici, per far scoprire tanti segreti della città divertendosi. Era questo il proposito e lo spirito della quinta caccia al tesoro organizzata dal movimento “Sii turista della tua città” nel centro storico di Napoli.

Il tema scelto per questa caccia al tesoro era “i fantasmi di Napoli”, figure che si racconta essere presenti in numerosi luoghi della città e le cui storie sono spesso ignorate anche dagli stessi napoletani o da chi il centro storico lo attraversa quotidianamente. Le squadre partecipanti, una decina in tutto, giovani e meno giovani, mappa e indizi alla mano, radunatisi alle 19:00 di sabato in Piazza San Domenico Maggiore, dopo un breve aperitivo insieme ai concorrenti e ai volontari dell’associazione, hanno corso tra Piazza del Gesù e la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio, tra Palazzo Spinelli e Piazza Borsa, alla ricerca dei fantasmi della città. A ogni “tappa” ad aspettarli c’era un volontario dell’associazione, mascherato come il fantasma presente in quel luogo, che consegnava loro una bustina colorata con dentro la storia e le indicazioni – in versione bilingue, napoletano-inglese, per consentire la partecipazione anche ai turisti – utili a trovare il fantasma successivo.

Tappa finale della Caccia al Tesoro, piazza Gerolomini, accanto all’unico murales di Banksy presente in Italia: la Madonna con la pistola, che rappresenta “il contraddittorio legame che unisce la criminalità organizzata alla religione”, come si poteva leggere nella descrizione fornita da Vesuvio Live, che per l’occasione si è occupata delle ricerche e della cura delle storie dei fantasmi di Napoli.

Le prime tre squadre che hanno concluso la caccia al tesoro si sono aggiudicate i premi messi in palio dall’associazione, ma anche chi è arrivato più tardi è tornato a casa con il sorriso e con tante nuove storie e curiosità sui “fantasmi” che abitano il centro storico di Napoli da poter raccontare ai propri amici.