Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Chick Corea

Chick Corea, Homage to heroes all’Arena Flegrea

Dopo la “3union” (Cammariere, Paoli, Rea), un altro imperdibile concerto si è tenuto ieri sera nel nuovo tempio della musica partenopea, L’Arena Flegrea. Il pianista Chick Corea, vincitore di 16 Grammy, e il suo eccezionale quintetto (Kenny Garrett, sassofono – Wallace Roney, tromba – Christian McBride, basso – Marcus Gilmore, percussioni) hanno deliziato la platea a ritmo di jazz per ben due ore no-stop. I cinque musicisti, posizionati l’uno a fianco all’altro, come raramente accade, hanno dimostrato una notevole alchimia che si è tradotta in un’estasi di colorate vibrazioni e suggestioni emozionali. Si è tradotta in un viaggio da affrontare, nota dopo nota, ad occhi chiusi.

Da “infinity” a “Sophisticated lady”, molti sono stati gli omaggi ai maestri – Horace Silver, Bud Pwell e Miles Davis su tutti –  che hanno ispirato la carriera del 75enne che, proprio per festeggiare i tre quarti di secolo, come era già successo per i suoi 60 e 70 anni, ha voluto organizzare questa nuova tournee, Homage to Heroes, che prevede una tappa, tra l’altro, anche all’Umbria Jazz.

Chick Corea omaggia Pino Daniele

«Suonare con Pino è stata una delle esperienza memorabili della mia vita. Ci ha lasciato una straordinaria eredità musicale, credo proprio che all’Arena Flegrea gli renderò omaggio».

Uno dei momenti più emozionanti della serata, scandita da improvvisazioni, assoli e fusion, è stato l’omaggio a Pino Daniele. Il jazzista del Massachusetts ha voluto ricordare l’amico scomparso poco più di un anno fa con Sicily, dolce serenata che avevano scritto insieme nel 1993 e che celebra i profumi e le bellezze dell’Isola, mescendo sonorità jazzistiche alla bossa nova sudamericana. Proprio questo sperimentalismo è una delle chiavi del successo della lunghissima carriera del compositore e pianista che vanta ben 52 album pubblicati e collaborazioni con tutte le pietre miliari del jazz. Dagli anni 60′ Corea non ha mai spesso di reinventarsi, di esplorare nuovi territori e imparare nuovi linguaggi, portando la sua musica in giro per il mondo intero. E dopo ieri sera, dato il pubblico in visibilio, siamo certi, egli abbia trovato una nuova casa, in cui sarà sempre il benvenuto: L’Arena Flegrea.

Prossimi appuntamenti dell’Arena Flegrea:

19 luglio
Concerto Stefano Bollani

22 luglio
Concerto Robert Plant

27 luglio
Concerto Massive Attack

28 luglio
Concerto Rufus Wainwrigh
Special guest Emma Marrone

1 agosto
Concerto Paolo Fresu, Omar Sosa, Jaques Morelenbaum

5 agosto
Concerto Cristina Donà, Fabrizio Bosso, Rita Marcotulli, Javier Girotto, Enzo Pietropaoli, Saverio Lanza e Cristiano Calcagnile.
Un progetto tutto dedicato a Fabrizio De Andrè: “Amore che vieni, amore che vai”

30 agosto
Concerto Max Richter
con “Recomposed by Max Richter”

Marcello Affuso