Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Di Caprio lascia il cinema per dedicarsi all’ambiente

Il popolarissimo attore Leonardo di Caprio protagonista di numerosi capolavori cinematografici diretti da grandi registi ha annunciato al quotidiano tedesco “Bild” l’intenzione di prendersi una lunga pausa dal mondo del cinema, il suo annuncio inaspettato è giunto proprio in occasione della presentazione dell’ultimo film di Quentin Tarantino “Django unchained” per cui ha lavorato.

L’annuncio dell’attore trentottenne non vuole essere un addio ai set cinematografici e alle macchine da presa, (anche se sembrerebbe tale) ma semplicemente una pausa di riflessione un po come quando due fidanzati in crisi si lasciano temporaneamente, ma poi basta pensare che il suo legame con il cinema resta qualcosa di molto forte un motivo di vita per cui è difficile pensare ad un suo addio definitivo.

La star Hollywoodiana tra gli attori più pagati in assoluto, dopo aver girato tre film in due anni “Django unchained”, “Il grande Gatsby” di Baz Luhrmann e “The wolf of Wall Street” in uscita prevista per il 2013 si è sentito esausto e  sovraccaricato dal lavoro cinematografico, oltre che svuotato, questo in particolar modo va a pesare sui ruoli estremamente impegnativi che interpreta attraverso i suoi personaggi.

Di Caprio  quindi trova modo di annunciare pubblicamente un suo impegno per le lotte ambientaliste e dice: “è giunto il momento di fare qualcosa per migliorare il mondo, me ne andrò in giro a fare del bene per l’ambiente, sul tetto della mia casa ho dei pannelli solari e la mia auto è elettrica, e certamente una persona normale non percorre in auto più di 50 km. Al giorno, e per fare questo basta una presa elettrica”.

Attraverso le sue dichiarazioni c’è una conferma di una vita sana e regolare nel rispetto per l’ambiente e per la natura, l’attore già da anni osservante vegetariano non si contraddice nelle sue dichiarazioni e dopo averci regalato film indimenticabili come “Titanic” di Cameron del 97’, “Gangs of New York” del 2002, “The aviator” 2004, “The departed” del 2006, e “Shutter Island” del 2010,  di M. Scorsese, e ancora “Celebrity” di Woody Allen del 98’ “Prova a prendermi”di S. Spielberg 2002, “Inception” di Nolan del 2010, “Blood diamond” di Edward Zwick del 2006, “Body of lies” di Ridley Scott del 2008, “J. Edgan” di Clint Eastwood del 2010, solo alcuni dei più noti tra i tantissimi film da lui interpretati, quasi sempre da attore protagonista e vincitore di numerosi “Golden Globe” come miglior attore, e un “Academy Awards” sempre come miglior attore per “The aviator” , lo ritroveremo interprete di se stesso forse nei luoghi più disparati del nostro pianeta per lottare a favore di una causa giusta, “la sopravvivenza del nostro ecosistema e quindi del genere umano”. Ciao Leonardo e a presto!