Seguici e condividi:

Eroica Fenice

E tu, ce l’hai la figurina del conclave?

Il mercato trae i suoi maggiori benefici dai grandi eventi, premesso che, l’aggettivo spesso si misuri  con la risonanza che i media sono stati in grado di conferire alla notizia. Il frutto acerbo di questo  meccanismo è “l’album della gioia”.

L’album, che potrete trovare in tutte le edicole al costo di 2,50 euro, ricostruisce attraverso 400 immagini, in formato figurina, le tappe significative (aggettivo circoscritto al punto di vista degli ideatori) del percorso di vita di papa Bergoglio, partendo dalla foto di famiglia fino arrivare agli scatti  più recenti relativi alla sua elezione.

D’altronde, il papa emerito era stato la causa involontaria della crisi del mercato dei souvenir. All’indomani delle sue dimissioni, tra i tanti servizi televisivi, non erano mancati infatti i volti allarmati dei venditori romani. Come smaltiremo tutti i souvenir di papa Benedetto? Crisi di sovrapproduzione.

Ma si sa, si fa presto a sostituire il vecchio con il nuovo. E così, la benevolenza nei confronti di papa Bergoglio ha messo subito in moto il meccanismo della “creatività” ed ecco qui l’album della gioia. A discapito di false opinioni, è giusto puntualizzare alcuni aspetti. L’iniziativa non trae origine dalle fila ecclesiastiche e  non sembra affatto coincidere con il credo di un pontefice che ha professato da subito la politica dell’essenzialità e non del superfluo. Emblematica, non a caso, la scelta del nome. Ma le dinamiche del mercato puntano sulla spettacolarizzazione.

Mentre sceglierete di condividere o meno l’iniziativa, di reputare uterine queste osservazioni, probabilmente, un estimatore della figurina sacra starà disperatamente cercando quella che manca per completare il suo album della gioia, per renderlo davvero tale.

E tu, ce l’hai la figurina del conclave?