Seguici e condividi:

Eroica Fenice

EATammece: passione americana e radici campane

EATammece: passione americana e radici campane

EATammece è nato il 24 febbraio, per caso dall’esperienza di Claudio e Valeria. Di quest’ultima è stata l’idea di aprire un profilo su Instagram, mentre il nome è stato invece scelto dal compagno: un connubio tra radici napoletane e street food americano.

È nato tutto come un gioco, per il desiderio di condividere questo amore per il cibo con altre persone. All’inizio, quindi, non si erano posti nessun obiettivo o traguardo e non credevano certo di arrivare a questo punto. Oggi hanno l’account Instagram, una pagina Facebook e un sito web. Sono molto conosciuti nella ristorazione, soprattutto campana, tra i giornalisti e il pubblico. In diverse occasioni Claudio racconta di essere stato riconosciuto per strada.

I motivi di tanta fortuna e tanto interesse? Secondo Claudio ce ne sono di diversi: sono la prima coppia di food blogger,  dalle loro foto e dai commenti traspare la loro genuinità e passione e, soprattutto, tengono molto a mantenere un rapporto con tutte le persone che seguono le loro pagine, al punto da rispondere anche quando vengono contattati sui loro profili privati.

Il futuro di EATammece? In giro per il mondo

In corso d’opera Claudio e Valeria si sono resi conto che il loro progetto potesse davvero diventare qualcosa di serio: «abbiamo portato la pagina in giro per il mondo, siamo stati a Roma, New York, Philadelphia, Barcellona, Madrid, Amsterdam, Glasgow, Berlino e andremo a Londra, Praga e Tenerife. La nostra volontà è quella di renderla una pagina internazionale sempre con le radici ben salde a Napoli». Si mostrano, insomma, fermamente affezionati alle proprie radici partenopee, slegandosi però dagli elementi più tradizionalistici. Il loro progetto, infatti, coniuga due culture profondamente occidentali: «poter presiedere agli eventi, avere la possibilità di partecipare a manifestazioni in altre città» senza però dimenticarsi di attingere all’esperienza culinaria americana.

«EATammece andrà avanti finché ci divertiremo insieme nonostante i bastoni tra le ruote che hanno tentato di metterci» conclude Claudio.

 

Print Friendly, PDF & Email