Seguici e condividi:

Eroica Fenice

mostra Arte e follia

Mostra Arte e follia al Labirinto di Ricci

Dal 28 maggio al 30 ottobre 2015, all’interno del labirinto di Franco Maria Ricci a La Masone a Fontanellato, in provincia di Parma, è esposta la mostra Arte e follia. Antonio Ligabue, Pietro Ghizzardi. La mostra è visitabile nelle sale dedicate alle mostre temporanee ed è stata organizzata da Augusto Agosta Tota, presidente del Centro Studi e Archivio “Antonio Ligabue” della città di Parma. La mostra Arte e follia. Antonio Ligabue, Pietro Ghizzardi presenta molte delle opere di Antonio Ligabue, pittore rifacentesi al genere naif e scultore; egli dipinse quasi esclusivamente animali, e scene di vita loro raffiguranti, e l’unica presenza nelle sue rappresentazioni di figure di uomini si ha in quello che potrebbe essere definito un ciclo di autoritratti dello stesso autore, i quali presentano uno stile marcatamente espressionista. Gli animali raffigurati da Ligabue sono immaginati od osservati, e sono immersi in scene recanti tensione emotiva, per l’uso dei colori e per i tratti conferiti al disegno in generale; a queste scene se ne accompagnano altre calme e ‘bucoliche’, per così dire. Per avere un esempio del primo stile si pensi ai dipinti Aquila con volpe e Lotta dei galli, per averne uno del secondo stile si pensi ai dipinti rappresentanti scene di pascoli. I soggetti presenti nei quadri di Antonio Ligabue, inoltre, vengono riproposti anche nelle sue sculture. Il tratto di Ligabue appare violento e veloce, e violenti appaiono anche i soggetti rappresentati, sia nelle sculture che nei dipinti: si pensi, ad esempio, alla statua Animali feroci in lotta. Vicino allo stile naif di Ligabue si pone Pietro Ghizzardi, il quale è, oltre che autore di opere figurative, anche scrittore; la produzione artistica di Ghizzardi può essere suddivisa per generi: si hanno, così, le opere pittoriche, le opere scultoree, le opere murali e le opere grafiche. Diversamente, poi, da Ligabue, le opere di Ghizzardi raffigurano maggiormente soggetti umani ma non mancano raffigurazioni di animali, tutte legate dall’espressione dello stile naif. Nell’ambito della mostra, inoltre, sono presentate anche alcune opere inedite di Ghizzardi, tra cui alcune realizzate con l’uso della tecnica mista, che si ottiene unendo vari metodi compositivi, sul supporto del cartone. Le opere di Ligabue e di Ghizzardi sono accostate, all’interno della mostra, per l’analogia dei tratti veloci e “furenti” dei loro stili compositivi.

– Mostra Arte e follia al Labirinto di Ricci – 

Print Friendly, PDF & Email