Seguici e condividi:

Eroica Fenice

adele perna

Una Madama Butterfly indisciplinata a Roma

Nasuto e Adele Perna per un teatro lirico mai visto: basterebbe questa frase per far capire la grande innovazione del teatro di Luca Nasuto, autore stabiese che il 27 e il 29 aprile debutterà a Roma, al Teatro Golden. Farà tappa a Roma, in concorso al Premio Traiano diretto da Roberta Federico Serrao, l’opera lirica indisciplinata ”Madama Butterfly da camera” con Adele Perna, attrice in questi giorni impegnata nelle riprese di un nuovo film.

La nuova creazione di Nasuto, sempre irriverente e nuovo. Che cos’è la scrittura dai forum? Cosa sono le opere liriche indisciplinate? La scrittura dai forum, è – dice Luca Nasuto –  la mia estensione della drammaturgia alla rete virtuale, alla vita virtuale. Una scissione quella tra drammaturgia e scrittura in rete distrutta attraverso la fusione. Teatro scritto dal computer protagonista del ventunesimo secolo? No! Teatro scritto recuperando stralci di dialoghi e scambi di pareri sulle comunità virtuali a riguardo dei problemi e delle nevrosi della vita reale, facendone testimonianze vere o meno dell’epoca attuale.

Tutto questo rafforzato dal collante della drammaturgia che non cede il posto all’ingresso dei social network, dei blog ma interagisce con loro fino a non scindersi più come l’uomo con la vita virtuale. Da questa unione, nascono le Opere liriche indisciplinate, opere del Teatro Lirico riviste dall’occhio degli utenti nelle comunità virtuali. Tutti gli eroi e le eroine della Lirica con i sentimenti dei precari, delle casalinghe, dei pubblici impiegati, dei drogati.

Abbiamo scambiato due chiacchiere con l’autore teatrale che porterà una Madama Butterfly indisciplinata a Roma:

Quale fine si prefigge il tuo teatro indisciplinato?

Si tratta di un nuovo modo di sperimentare. Lo scopo è azzerare il teatro e ripartire. Sono passato da teatro lirico a teatro in prosa, ho smantellato il teatro lirico, inserendo solo monologhi. I monologhi della protagonista raccontano di una donna moderna e contemporanea, perché nel mio teatro le storie si trasformano plasmando le vicende vissute dalle comunità virtuali. Il forum, la chat, i blog diventano teatro.

Come fa il linguaggio virtuale a diventare teatro lirico?

Il mondo virtuale è la vera testimonianza della nostra società. Su Facebook, Twitter, in chat, le persone condividono tutte le loro ossessioni, le loro paranoie, ci dicono cosa pensano dell’amore, ci fanno partecipi dei loro problemi. Queste storie virtuali diventano liriche, le mie eroine si fanno prendere dalle stesse ossessioni e dalle stesse passioni di tutti coloro che hanno appena aggiornato il proprio stato di Facebook. Madama Butterfly da camera non viene da Luca Nasuto, ma dai ”forum virtuali” come è scritto sul manifesto. Non c’è più una figura d’élite dello scrittore teatrale. Tutti possono scrivere teatro condividendo i loro stati d’animo sui forum. Come sarebbe Madama Butterfly oggi? Come la vedrebbero un impiegato statale, un operaio, un cassaintegrato? Chi vedrà il mio spettacolo scoprirà proprio questo.

Luca Nasuto non è nuovo a questo tipo di rivoluzioni copernicane. Nella sua opera dedicata a Maria Stuarda, per esempio, la donna viene rinchiusa nel carcere di Rebibbia, dove ascolta le vicissitudini degli altri carcerati. Il lavoro di Luca Nasuto è simile a quello di uno scienziato pazzo che armeggia con le sue ampolle. Il suo teatro è indisciplinato perché annulla le convenzioni e le ribalta completamente.

Link utili: Pagina Facebook Luca Nasuto

              Pagina Facebook Adele Perna

Una Madama Butterfly indisciplinata a Roma