Seguici e condividi:

Eroica Fenice

orto botanico

Fiabe d’Autunno all’Orto Botanico

Nel cuore della storica via Foria, un alone carico di incanto ha avvolto lo spazio verde dell’Orto Botanico di Napoli, contribuendo a trasformare il parco, con il proprio prodigio, in un enorme bosco fatato. Una nuova iniziativa culturale ha infatti investito il fulcro verde della città partenopea, trasfigurando il Real Orto Botanico in un immenso palcoscenico naturale. Sino al 22 Novembre il parco costituirà infatti lo sfondo principale e l’ambientazione primaria dell’iniziativa “Fiabe d’Autunno 2015”.

Tra innumerevoli arbusti, piante curative, nostrane o appartenenti ad una vegetazione tropicale, giovani e talentuosi attori portano in scena un’esibizione di grande particolarità. In tale performance, con maestria e delicatezza, si calano nei panni dei personaggi più amati della letteratura per l’infanzia, conferendo soffio vitale ai principali protagonisti dell’immaginario fiabesco. Fiabe d’Autunno è appunto il titolo conferito alla nuova rassegna teatrale condotta dall’Associazione culturale “I Teatrini”

Sin dall’intestazione è possibile cogliere l’essenza più profonda della rassegna teatrale dedicata ai bambini, che vede i piccoli direttamente catapultati al centro delle fiabe più avvincenti, sullo sfondo dei suggestivi colori caldi della stagione autunnale. Alice nel paese delle meraviglie, Peter Pan, Pinocchio ed il Mago di Oz sono solo alcuni dei nomi dei personaggi fantastici che animeranno il Bosco attraverso il fascino della loro magia.

L’Orto botanico di Napoli, palcoscenico “incantato”

Come per incanto, gli scenari dello spettacolo irretiscono immediatamente il pubblico, proiettando i bambini al centro di un mondo magico ed immaginario, e gli adulti, al nostalgico ritorno alle antiche fiabe dell’infanziaLa rassegna teatrale conferisce agli sfondi un aspetto del tutto nuovo, rendendoli concretamente “incantati”, mediante l’uso di allestimenti itineranti. Racconti da sempre considerati alla stregua di veri e propri  capolavori della letteratura per l’infanzia, prendono vita di fronte agli occhi sbalorditi ed emozionati dei giovani spettatori, permettendo, inoltre, di porre un accento particolare sulla relazione fra i modelli mediati attraverso le storie ed il rispetto e la cura per le bellezze naturali. Le trasposizioni risultano orchestrate in modo che i bambini, attraverso i racconti dei personaggi, possano afferrare il fine educativo, assistendo direttamente all’apprendimento di una morale vissuta in prima persona ed in maniera del tutto tangibile.

In aggiunta, attraverso lo spettacolo conclusivo  della programmazione, “Storie di Alberi e di Bambini”, realizzato in occasione della Festa dell’Albero 2015, i ragazzi potranno essere indotti verso un percorso di sensibilizzazione sul delicato tema ambientalistico, argomento di particolare spicco nelle attuali questioni relative al problema dell’impatto ambientale e dell’inquinamento campano. In tal modo, l’argomento trattato attraverso la morale si configura in qualità di sprone alla necessità di curare e preservare l’habitat  naturale e cittadino.

Benché il successo determinato dalla rassegna si replichi in modo ormai consueto, l’occasione di quest’anno si sviluppa in un contesto assolutamente eccezionale. Si assiste, difatti, alla celebrazione dei 20 anni dei percorsi teatrali tra fiaba e natura proposti dall’Associazione I Teatrini e dall’Università degli Studi Federico II, realizzati con la collaborazione del Mibact, della Regione Campania e del Comune di Napoli.

Il programma di “Fiabe d’Autunno 2015” all’Orto Botanico

La programmazione delle Fiabe d’Autunno va in scena da sabato 26 settembre per tutti i week end fino a domenica 22 novembre, nel giardino napoletano di via Foria. Fulcro della realizzazione degli spettacoli e dell’organizzativa de “I Teatrini” è Luigi Marsano, presidente dell’ Associazione e professionista del palcoscenico con oltre trentanni di carriera dedicata a spettacoli teatrali destinati ai giovani.

Dopo il primo spettacolo dedicato alla celebre opera di Lewis Carroll Come Alice…, gli spettacoli si sono snodati fra Gli alberi di Pinocchio, basato sul celebre racconto di Collodi, a Con le ali di Peter dal testo di J.M. Barrie, Nel regno di Oz che sarà proposta il 7, 8, 14 e 15 novembre. Chiude la programmazione autunnale lo spettacolo Storie di Alberi e di Bambini realizzato per la Festa dell’Albero 2015 per sabato 21 e domenica 22 novembre, sotto la direzione artistica di Giovanna Facciolo.

Va riconosciuto all’iniziativa teatrale un intenso lavoro necessario alla realizzazione di un mondo fatato, in un ambiente tanto differente da quello consueto del palcoscenico da sala. In aggiunta, è doveroso conferire particolare riconoscimento  all’ingente coraggio  di assumersi la responsabilità di condurre la trasposizione di impegnativi fini edificanti verso menti tanto giovani, con delicatezza, garbo ed incoraggiamento.