Seguici e condividi:

Eroica Fenice

LaMoRiVostri

Folk alla Cantina di San Domenico: LaMoRiVostri in concerto

C’è il folk nel teatro più piccolo di Napoli, la Cantina di San Domenico a Vico Pallonetto a Santa Chiara,  che con i suoi 40 posti, ha ospitato domenica sera, 15 novembre, il concerto della band folk romana LaMoRiVostri, con Lavinia Mancusi (voce, violino, chitarra e percussioni), Monica Neri (organetto, lira calabrese e percussioni) e Rita Tumminia (voce, organetto e percussioni).

Il concerto è parte della rassegna Oltre la linea 2015, organizzata dall’associazione Itinerante, un ciclo di serate (dal 12 al 22 novembre) dedicate alla musica, al teatro, alla danza, all’arte mimica e alla pittura.

L’idea che la rassegna vuole portare avanti è la realizzazione di un luogo dove possa avvenire un più concreto scambio tra i sensi: tra la provincia ed il centro storico della città, tra le diverse arti performative che verranno portate in scena e le forme dell’artigianato nostrano.
Il termine Cantina, come spiega il curatore della rassegna Rosario Liguoro, allude infatti ad un luogo intimo ed accogliente che possa ospitare un piccolo numero di spettatori e, al contempo, offrire loro una degustazione vinicola di produzione meridionale.
Essa viene offerta durante l’attesa dello spettacolo al Cantuccio della Ceramica in via Benedetto Croce, 38, dove gli spettatori potranno ammirare le opere originali prodotte dallo stesso laboratorio. Il riferimento è anche alle Cantine degli anni ’70, dove nacque il meglio del teatro fuori circuito.
La Cantina di San Domenico offre dunque spazio alla sperimentazione artistica in più ambiti e al mescolarsi della tradizione vinicola e artigianale nostrana con l’arte, la musica e lo spettacolo.

La band folk LaMoRiVostri presenta il disco d’esordio Rosabella

Questa sera la tradizione vinicola e artigianale napoletana si sposa alla perfezione con la musica popolare portata in scena dal trio LaMoRiVostri, una musica che attinge al repertorio della tradizione orale centro-meridionale -dal Lazio alla Sicilia-, ma anche alla tradizione rom e alla canzone d’autore italiana, unendo il tutto alla propria esperienza artistica.
Tradizione e innovazione, ingredienti mischiati con sapienza e creatività dal trio romano. Il risultato è una melodia che sa toccare le corde dell’animo e risvegliare la memoria della poesia popolare.

Le note accompagnano l’ascoltatore in un viaggio musicale che percorre trasversalmente la poesia popolare attraverso più figure: ritroviamo così storie e voci di donne già note, come la storia della Cecilia da cui Puccini trasse ispirazione per la sua Tosca, la storia raccontata nella Ballata della Sposa, che ne narra le incertezze e le paure alla vigilia delle nozze e poi la tragica quotidianità col marito violento, oppure la storia della giovane Rosabella Harbreshe di Sicilia, ragazzina nel corpo e donna nell’animo.
Emblematico del disco d’esordio è il brano Rosabella e la storia di questa donna e del suo desiderio di libertà, da cui prende il nome. Il disco può già vantare una candidatura al premio Targhe Tenco 2015, come uno dei più apprezzati del panorama folk romano.

Quello del trio LaMoRiVostri è un progetto tutto al femminile, un progetto che fa della figura della donna simbolo di forza, ma anche di sensibilità e d’infinita dolcezza. LaMoRiVostri indaga l’amore in tutte le sue sfumature: l’amore sofferto, l’amore degli innamorati, l’amore per la vita, l’amore donato, l’amore perduto.

Print Friendly, PDF & Email