Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Ice bucket challenge contro la SLA

Le secchiate d’acqua gelata sulla testa dei comuni mortali o dei vip, gli ice bucket, sono il fenomeno virale del momento, dietro lo scherzo autoinferto c’è, però, una buona causa: la raccolta fondi contro la SLA

Questo tormentone sembra essere nato inizialmente come sfida goliardica tra golfisti. La sfida consisteva nel “rinfrescarsi” con secchiate di acqua gelata oppure fare una donazione di un centinaio di dollari a un ente benefico a propria scelta. Fondamentale era nominare, prima di compiere l’atto fatidico, uno o più persone che sarebbero stati i nuovi concorrenti.

In questa maniera il fenomeno si è allargato dai semplici golfisti fino ad arrivare ad amici e parenti e a una persona in particolare, Pete Frates, ex giocatore di baseball che ha scoperto nel 2012 di essere affetto da SLA. Nonostante la malattia Frates ha accettato la sfida e si è sottoposto alla doccia. Da questo momento attraverso un tam tam nella rete si lega l’ice bucket alla lotta contro la SLA e si è diffuso a macchia d’olio fino ad arrivare alle cronache di tutto il mondo.

Ma anche se le critiche, come al solito, non sono tardate ad arrivare, c’è un punto che non deve essere ignorato. Questo fenomeno di larghissima diffusione non curerà la malattia ma sicuramente ha messo l’accento sulla stessa, facendola conoscere anche a chi ne ignorava l’esistenza e sensibilizzando l’opinione pubblica sulla mancanza di fondi per combatterla.

E, infatti, secondo i dati dello stesso periodo rilasciati dal Alsa.org, c’è stato un fortissimo incremento delle donazioni, sopratutto in America, a favore della ricerca.

Sono tantissime le docce gelate che troviamo in rete, singoli o grandi montaggi come Pete’s Challenge, dove oltre a essere un collage di video della rete troviamo anche spezzoni della vita quotidiana di Pete e sul finire la sua doccia gelata.

Su youtube troviamo la lunga playlist dei vip che hanno deciso di tenere viva la sfida. In Italia l’Ice Bucket ha investito un po’ tutti, anche il il Primo Ministro Matteo Renzi che ha nominato Roberto Baggio, per non parlare dello youtuber più in vista d’Italia Caludio Di Biagio che nel suo messaggio su NONAPRITEQUESTOTUBO lancia la sfida agli altri youtubers.  

Per donare  questo è il link  e per la secchiata gelata sapete voi dov’è il vostro secchio. Buon Ice bucket a tutti. 

– Ice bucket challenge contro la SLA –