Seguici e condividi:

Eroica Fenice

liberetà evi

Liberetà con Femmena, per una ricchezza comune

Liberetà di Napoli il 19 dicembre dalle ore 10.00 alle 14.00 promuoverà presso FOQUS, Fondazione Quartieri Spagnoli, un evento dal titolo Femmena, definito come una vera e propria festa solidale.

Su proposta di FOQUS, circa un anno fa, nacque la cooperativa Liberetà di Napoli un vero e proprio “incubatore del sapere”, dove è viva l’idea del diritto dei cittadini alla formazione durante tutta la vita.

L’idea che viene resa realtà  nelle sale della sede, sita in via Portacarrese a Montecalvario 69, luoghi che furono l’ex Istituto Montecalvario, assume per principio il lifelong learning, ovvero il diritto del cittadino a formarsi per tutta la vita. Presso Liberetà di Napoli non avviene esclusivamente lo scambio dei saperi, bensì si pensa alla formazione di una comunità per dare voce ai rapporti umani.

Un vero e proprio polo del sapere nei Quartieri Spagnoli, che propone non solo corsi ma anche attività laboratoriali. Liberetà ha fatto proprio il principio dell’accessibilità legato al rispetto dei diritti del cittadino senza andare a discapito dell’offerta formativa, destinando un contributo notevole alla riqualificazione del quartiere e sostenendo l’arricchimento personale come ricchezza della comunità, dei Quartieri Spagnoli nel caso specifico.

Una cooperativa costituita per lo più da donne. Gloria, Gilda, Marilù, Ornella e Uliana hanno raccontato come il loro eterogeneo modo di pensare costituisce la forza del gruppo organizzativo ponendosi non solo come intermediario tra i docenti ed i loro allievi, ma soprattutto supportando i valori dell’individuo non come singolo, bensì come patrimonio del gruppo.

Liberetà propone un evento supportato da una forte rete di associazioni come già successo durante il trascorso anno di vita.

Femmena è una festa solidale organizzata per sabato 19 dicembre ed in vista delle festività natalizie, con la partecipazione di IRA Mauritania sezione Italia e Riciclarte_Quartieri Spagnoli. Nelle aule teatro delle lezioni che si tengono ogni settimana, in occasione dell’evento, sono previsti con forte indirizzo verso la creatività e la manualità, officine e laboratori aperti, mercatino di manufatti artigianali, passando poi per il benessere attraverso lo yoga, la ginnastica senza trascurare l’attenzione verso l’alimentazione. I partecipanti, con un contributo minimo di 3 € e con ingresso libero per i bambini, avranno la possibilità di contribuire alla costituzione di borse di studio per il diritto di ogni donna ad acquisire conoscenze per arricchirsi ed aggiungere valore alla comunità.

Liberetà in quest’occasione ha un pensiero diretto alla donna, in quanto valore.

Uliana spiega che il titolo dell’evento non è stata una scelta casuale. “ Femmena non è solo il corrispettivo di donna nel dialetto napoletano. Femmena è un sostantivo carico di contenuti e significati. Donna quindi come risorsa di mediazione sociale.”

 

Print Friendly, PDF & Email