Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Non sei nessuno su Twitter se…

Ammettiamolo: ben pochi sono coloro che hanno realmente capito l’utilità di Twitter e hanno imparato a sfruttare le sue potenzialità; tutti gli altri, che nel dubbio hanno ugualmente deciso di iscriversi a questo social network, continuano a non capire, per quanto ci provino, cosa renda davvero utile Twitter, visto che solitamente su dieci conoscenti solo uno oltre te ha un account (che nemmeno utilizza), e soprattutto non ti capaciti di come sia possibile instaurare una comunicazione con soli 140 caratteri per tweet. I cinque punti riportati espongono le ragioni per le quali non sei una celebrità seguita assiduamente su Twitter.

1) Anziché aumentare, i tuoi follower diminuiscono. Ti impegni studiando le regole del galateo di Twitter, partecipi ai grandi eventi sociali quali la notte degli Oscar e al Conclave, registrando in tempo reale tutti i vincitori e le varie fumate, accompagnando il tutto con qualche intervento brillante e accattivante, eppure niente. Né un retweet, né qualcuno che aggiunga il tuo tweet ai preferiti, così i tuoi tweet si accumulano, finendo nel baratro del dimenticatoio;

2) Non sai usare gli hashtag e non parli il twitterese. #Perché #se #non #twitti #senza #hashtaggare #sei #out #e #i #tuoi #follower #ti #defollowano; ma soprattutto perché, se non usi gli hashtag, il tuo tweet è come se non fosse mai esistito;

3) Hai meno follower di quanti ne followi tu. È per questo che per pareggiare follower e following, silenziosamente, smetti di seguire tuo fratello che si è iscritto a Twitter ma non twitta mai. Niente di personale, fratello, è solo che è da sfigati avere più following che follower;

4) Non twitti cose socialmente interessanti. Non è stata elaborata una regola infallibile sul tipo di tweet che scatena commenti e retweet. Non vale il tuo migliore amico che ti commenta e ti retwitta quasi tutto. Lui lo fa perché ti vuol bene e ai suoi occhi qualunque stupidaggine che fai o dici è degna di nota;

5) Non hai una vita interessante. Ciò dipende in larga parte dal fatto che, sostanzialmente, se non sei un personaggio di pubblico interesse, la tua vita e tutto ciò che scrivi non interessa a nessuno, tranne a tuo fratello, al tuo migliore amico, al tuo ego e al tuo stalker di turno. A meno che non sei un ibrido tra uno scrittore e un esperto di social media marketing e perciò riesci a rendere interessante persino il racconto di come stamattina hai deciso di mangiare yogurt anziché cereali per colazione. Oppure l’epopea dello spostamento del tuo gatto da un letto a un altro.

Potrei rendere questo post infinito da leggere se ora iniziassi a esporre i danni sociali e mentali che causa a lungo termine l’utilizzo di questo social network , nonché le stranezze che compiono le persone per ottenere qualche follower (della serie “followami che ti followo”), ma direi che grazie a questi cinque punti sia piuttosto superfluo parlarne.

Comunque, giacché siamo in tema, seguimi su Twitter!

– Twitter: non sei nessuno se…

Print Friendly, PDF & Email