Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Oriana Fallaci: la “Cassandra d’Occidente”

Sono anni che come una Cassandra mi sgolo a gridare «Troia brucia, Troia brucia». Anni che ripeto al vento la verità sul Mostro e sui complici del Mostro cioè sui collaborazionisti che in buona o cattiva fede gli spalancano le porte. Che come nell’Apocalisse dell’evangelista Giovanni si gettano ai suoi piedi e si lasciano imprimere il marchio della vergogna.”

Sono molto attuali, in questi ultimi tempi, le parole che la giornalista e scrittrice Oriana Fallaci si ostinava a ripetere con convinzione. Sono passati alcuni anni dalla sua scomparsa, ma continuano a riecheggiare tra le pagine di molti quotidiani, accompagnati da una frase ricorrente: “la Fallaci aveva ragione!”. Sembrano quasi volersi scusare con quella signora dalla voce stanca, che veniva attaccata come “razzista” o “guerrafondaia”. Ma perché questo cambio di rotta?

Per lei non esisteva l’Islam moderato. Parlava di un nemico arrivato in casa nostra, accolto da “amico”. Sosteneva l’impossibilità di una convivenza pacifica, poiché i musulmani, obbedendo ai principi dettati dal Corano, avrebbero infranto le nostre leggi. L’Islam era nemico dell’Occidente, una civiltà opposta che poggiava su basi diverse e l’arma per eccellenza era il peso demografico. Per questo, vedeva già la nascita dell’Eurabia, cioè di un’Europa colonizzata dagli arabi, che avrebbero cercato di imporre leggi su quelle preesistenti.

Oggi queste considerazioni sono tornate alla ribalta, forse perché si tratta di una realtà che fa sempre più paura e che potrebbe diventare incontrollabile. L’opinione pubblica si è divisa su una questione così importante e complessa. Non possiamo dire se avesse torto o ragione. Aveva soltanto profetizzato che questa forza avrebbe preso il sopravvento dinanzi a governi che spesso appaiono inetti. Non c’era bisogno, però, di “Cassandra” per capire che un popolo che si sente attaccato si ribella e lo fa secondo le proprio regole. I kamikaze muoiono per una disperazione di cui è responsabile l’Occidente, che cerca di portare avanti interessi personali e che ha accresciuto il divario tra ricchezza e miseria nel mondo. Proprio in questi ultimi giorni, infatti, Obama ha subito dichiarato di essere pronto ad attaccare l’Isis, ma nessuno forse avrà pensato che di guerre ce ne sono state tante e che si continuerà a versare del sangue finché non saranno presi altri provvedimenti.

Sarebbe stato interessante avere quella donna ancora tra di noi per sapere cosa avrebbe detto alla luce di queste ultime vicende, ma, purtroppo, sono passati già otto anni dal 15 settembre in cui ha deciso di salutarci, vinta da quel cancro che lei chiamava “l’Alieno”.

– Oriana Fallaci: la “Cassandra d’Occidente” –