Seguici e condividi:

Eroica Fenice

musei aperti pasqua

A Pasqua si entra gratis nei musei

Napoli è un museo a cielo aperto. E noi questo lo sappiamo benissimo. Basta immergerci per i quartieri spagnoli, camminare per Spaccanapoli, visitare il suggestivo quartiere Sanità per accorgerci della bellezza partenopea che ci sfila sotto i piedi, che si erge tra i palazzi della città, che ci sorprendere in un angolo abbandonato.

Ma è anche quello che Napoli non dice apertamente di cui ci occupiamo oggi, quello che cela tra le sue mura, nei suoi musei, nei suoi parchi: la sua storia, la sua arte, le sue attrattive che saranno nella domenica di Pasqua a disposizione di tutti, e gratuitamente.

Purtroppo frequentare i luoghi della cultura non rientra nelle abitudini dei giovani italiani che preferiscono trascorrere il loro tempo libero in attività diverse, come il cinema e i centri commerciali: secondo la media dei dati Istat 2014 infatti, solo il 26% dei giovani tra i 15 e i 34 anni sono frequentatori di musei, aree archeologiche e monumenti. Un numero molto basso, anche e soprattutto se paragonato con i dati di altri paesi europei, capaci invece di creare un programma strategico rivolto e finalizzato ai giovani, in cui il museo viene considerato luogo di educazione e crescita culturale.

Per adeguarsi agli standard europei del luglio del 2014 nasce il decreto del ministro Franceschini che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Ad Aprile la prima domenica coinciderà con il giorno di Pasqua ma, per fortuna, non dobbiamo temere che la festività cattolica possa sottrarci questa opportunità. Questa apertura straordinaria, in giornate che vedevano i musei solitamente chiusi è un’opportunità da non perdere per chi ama l’arte, per chi abbia voglia di trascorrere una giornata diversa, dove diverso significa cultura e storia…Un’occasione imperdibile per Napoli dunque e per i suoi siti culturali dallo straordinario interesse e dall’ineguagliabile bellezza.

Il capoluogo partenopeo metterà a disposizione le porte aperte di edifici, parchi, giardini storici, musei come Il Vergiliano, l’affascinante luogo cittadino dove, oltre alle tombe di Virgilio e Leopardi, c’è l’ingresso della Crypta Neapolitana, una delle più antiche gallerie del mondo, scavata in età augustea per facilitare i collegamenti tra Napoli e i Campi Flegrei, Castel Sant’Elmo e tantissimi altri.

Questa iniziativa riesce finalmente a coinvolgere i giovani, le cui menti hanno talora bisogno solo di una spinta, di un governo che badi anche alle loro necessità, che renda anche loro possibile accedere al nostro patrimonio culturale con qualche agevolazione e non solo agli “over 60”. Basti pensare che durante le visite gratuite della prima domenica di marzo si sono registrate file chilometriche all’ingresso di Palazzo Reale.

Disse lo scrittore e giornalista Guido Piovene: “La bellezza di Napoli cresce di giorno in giorno, di settimana in settimana, via via che scopre i suoi segreti. Finché si giunge a intendere che veramente è questo il più bel golfo della terra“.

Noi vi invitiamo a scoprirli tutti, qui troverete la lista dei musei aperti a Pasqua.

A Pasqua si entra gratis nei Musei