Seguici e condividi:

Eroica Fenice

neko cafè

Pet’s bar e Neko cafè: movida a quattro zampe

Se fino a qualche decennio fa l’attenzione della società nei confronti dei nostri amici a quattro zampe era molto scarsa, adesso può considerarsi notevolmente aumentata grazie soprattutto a campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono e a leggi che ne regolano la presenza negli spazi pubblici. É appunto del 2010 un’ordinanza che ne sancisce il libero accesso in ristoranti, bar, negozi, uffici, a patto che i cani siano portati al guinzaglio, e qualora servisse indossino la museruola, e i gatti siano all’interno di un trasportino. Ma, seppur raggiunti importanti obiettivi in merito, la questione ha superato qualsiasi aspettativa.

Sulla scia di un’iniziativa nata nel 2012 a Newcastle, che ha aperto le porte al primo pub al mondo per cani, a Sesto Fiorentino, nello stesso anno, apre il primo bar per cani in Italia: se nel primo caso il nostro amico potrà assaporare insieme al padrone biscotti, dessert e birra, nel caso toscano dovrà accontentarsi di croccantini ed acqua fresca. Qualora, invece, il nostro amico abbia anche voglia di socializzare, dal 2014 esiste il luogo che fa per lui: il Bau Bar di Torino ha creato un ambiente familiare dove non solo il nostro cane avrà l’opportunità di gustare menù ad hoc ma anche di giocare spensierato con altri cani in una delle sale arredate su misura per loro. Per quelli dal palato più fine, invece, si consiglia di raggiungere al più presto Berlino e recarsi al famosissimo Pets Deli, ristorantino chic per animali che, oltre ad offrire una vasta scelta tra menu di terra, di mare e addirittura vegetariano, dà anche la possibilità di intrattenersi nel confortevole salottino per familiarizzare con altri animali e padroni. Per gli amanti dei gatti, invece, è da considerare il RistoMiao di Gussago che permetterà al nostro amico di degustare squisite crocchette e morbide mousse.

Neko Cafè e l’ultima frontiera

I Neko Cafè sono bar nei quali si avrà la possibilità di sorseggiare caffè e bere aperitivi in compagnia di teneri felini. L’espressione è di origine giapponese e il termine “neko” vuol dire, appunto, “gatto”. L’idea di creare questo tipo di locale è stata favorita da recenti scoperte scientifiche che hanno segnalato come le fusa dei gatti rallentino il ritmo cardiaco, abbassino la pressione, guariscano i reumatismi e facciano bene all’artrite. Il primo Neko Cafè al mondo aprì nel lontano 1998 a Taiwan che mantenne l’esclusiva fino al 2004, anno in cui Osaka decise di seguirne l’esempio. Dal Giappone, l’originale novità, passando per gli Usa con il Miao di Boston, arriva nel 2012 a Vienna dove si dà vita al primo Neko Cafè in Europa, seguito nel 2013 dal Cafè des chats nel quartiere Marais di Parigi, da La gatoteca di Madrid, poi da Berlino, Budapest, Londra.

In Italia il primato va al Miagola Cafè di Torino aperto nel 2014 che invita i clienti con il simpatico slogan “Vieni a gustare un buon caffè o un gattuccino in compagnia dei nostri a-mici gatti. A Roma, invece, se i gatti ci affiancheranno nella nostra cena vegana o raw nel locale Romeow, a Milano è attesa per la fine di ottobre 2015 l’apertura del Crazy Cat CafèA Napoli, per il momento, ancora non se ne parla ma, di sicuro, l’idea arriverà anche qui: cani e gatti partenopei non vedono l’ora di sedersi a tavola con noi!