Seguici e condividi:

Eroica Fenice

opere

Ritrovate le opere di Castelvecchio

Nella notte del 19 Novembre 2015, presso il Museo civico di Castelvecchio, a Verona, avviene il furto di 17 tele, opere inestimabili dell’arte italiana. Il più sensazionale furto di opere d’arte nel nostro Paese da cinquant’anni a questa parte.

Il ritrovamento

Il 6 Maggio 2016, presso l’isola di Turunciuk, sul fiume Dnestrvicino alla Transnistria, in Ucraina, avviene la risoluzione del furto con le opere ritrovate all’interno di sacchi di plastica nascosti tra la vegetazione dell’isola. Le 17 tele, tra cui capolavori di Tintoretto, Rubens, Mantegna e Pisanello, sono state rinvenute dalla polizia di frontiera ucraina coadiuvate da unità della Squadra mobile della polizia di Verona, località dove è avvenuto il furto, e la collaborazione dei carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale.

Le opere di Castelvecchio trasportate in Ucraina

Secondo gli inquirenti le opere di Castelvecchio sono state trasportate in Ucraina grazie a una serie di trasporti postali internazionali: attraverso comuni spedizioni le tele sono giunte in Ucraina. Dovevano poi, ipoteticamente, essere portate in Moldavia e in Russia. Assieme al ritrovamento sono avvenuti una serie di arresti dei basisti e di chi ha commesso materialmente il furto. Le persone arrestate in Italia sono: il vigilantes di Castelvecchio che è servito come talpa, il fratello di quest’ultimo e la fidanzata moldava del vigilantes che teneva i contatti con il gruppo di 9 uomini che ha commesso materialmente la rapina.

Il 7 Maggio sono state effettuate le prime autenticazioni preliminari a cui seguiranno quelle ufficiali, secondo quanto auspicato dal Premier ucraino Petro Poroshenko che ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro delle proprie forze di sicurezza esterne e il completo appoggio alle forze di polizia italiane coinvolte nell’operazione. Come il premier ucraino anche il Ministro Franceschini e il sindaco di Verona, Tosi, hanno espresso l’apprezzamento per le forze dell’ordine che hanno risolto brillantemente il caso.

Print Friendly, PDF & Email