Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Spezzare il cerchio della guerra

Spezzare il cerchio della guerra

Spezzare il cerchio della guerra, spazzar via la guerra dalla Storia non è più uno slogan da pacifisti, un bel sogno o un’utopia. È l’unica possibilità che ci rimane. O la guerra spazzerà via noi”.

Scrive così Cecilia Strada, Presidente di Emergency.

All’ennesimo attentato della scorsa notte a Nizza deve assolutamente seguire un tempo di silenzio, per riflettere.

Spezzare il cerchio della guerra: conoscere per difendersi

La violenza, lo si ripete troppo spesso ormai, genere solo altra violenza, in un ciclo infinito, che ora si apre con gli scenari di cui siamo forzatamente spettatori. Pertanto, bisogna riflettere e capire. Riflettere sul fatto che hegelianamente, la realtà è pervasa da uno spirito razionale, la ragione, e che ogni processo storico-sociale muove da cause ben precise, le quali noi possiamo e dobbiamo capire.

Capire, perché conoscendo il meccanismo che innesca quello che poi sfocia in fiumi di sangue, ci permetterà di costruire dighe contro tutta questa violenza.  

In primis, bisogna rendersi conto che ad oggi le leggi che regolano l’economia hanno acquistato un importanza troppo grande. Tale importanza è così cresciuta da mettere in secondo piano i diritti umani, i diritti fondamentali delle popolazione, da schiacciare quegli stessi diritti. Nella guerra al terrorismo, le strategie economiche sono fondamentali per “sgonfiare” il nemico. Il quale senza rifornimenti economici e senza armi, sarebbe sconfitto in  un soffio.

In secundis, c’è da porre in essere un chiaro progetto culturale per sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dell’integrazione, e per far comprendere all’opinione pubblica quanto meno una parte della complessità dei fatti.

L’integrazione, aiuterebbe a tendere una mano a quella fetta di musulmani, definita impropriamente “Islam moderato” (impropriamente, poiché, l’Islam è in sè moderato, è la parte fondamentalista a rappresentare un’anomalia). Far conoscere alla popolazione le sfaccettature dei fatti, invece, consentirà alla stessa popolazione di difendersi da chi strumentalizza tutto ciò per ignobili fini politici.

Spezzare il cerchio della guerra: combattere senza sparare

La citazione di Emergency con la quale l’articolo inizia, rappresenta un messaggio coraggioso ed intelligente. Ci dice che esiste la possibilità di combattere la spada senza bisogno di sguainare la propria, ma attraverso strumenti quali la cultura e le giuste strategie economiche, per combattere il terrorismo. Naturalmente per scegliere queste opzioni, bisognerà smettere di porre in primo piano interessi economici di tipo capitalistico, che in effetti, attraverso un giro non tanto lungo, portano armi in medio oriente, e tolgono il pane ai popoli.