Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Todd Williamson e la sua Polifonia di un Paesaggio

Dalla collaborazione tra il pittore Todd Williamson ed il compositore Greg Walter, nasce il progetto artistico Polifonia di un Paesaggio, promosso dall’Associazione Culturale art 1307 e presentato il 24 novembre, visibile fino al 10 gennaio 2016 presso Villa Di Donato a Napoli.

Dal febbraio 2008 la collaborazione tra art 1307 e Todd Williamson ha portato l’Italia, e nello specifico Napoli, più volte ad apprezzare le opere dell’artista statunitense.

La personale dell’artista Todd Williamson curata da  Cynthia Penna è come un lavoro organico a quattro mani

Le opere esposte sono state realizzate seguendo le “istruzioni” racchiuse nelle melodie suonate da Greg Walter, anche se in una sorta di avvicendamento, spesso i due artisti “scambiavano” i ruoli per la realizzazione delle tele presenti a Villa Di Donato. Il pittore seguiva le battute del musicista ed il compositore adattava la melodia alle pennellate di Todd Williamson, ma avveniva anche che Greg componesse la propria musica in base alle parti dipinte da Todd. La capacità di portare a termine un lavoro così complesso è data anche dal fatto che Todd Williamson nasce dapprima come musicista in quanto ha conseguito la laurea in musica presso  la Belmont University di Nashville come il suo amico e collega Greg.

L’evoluzione del lavoro tra Todd Williamson e Greg Walter 

Molte fasi della Polifonia di un Paesaggio sono state sviluppate anche grazie allo scambio d’informazioni tramite il web. I due artisti anche se distanti fisicamente, sono riusciti ad avere una forte intesa anche grazie allo scambio di opinioni sullo sviluppo del progetto che avveniva praticamente ogni giorno. Per molti mesi Todd Williamson e Greg Walter s’inviarono contenuti audio, video, ed immagini, riuscendo ad evere il controllo dello stato di avanzamento delle opere. Nel progetto di Todd Williamson si può riconoscere l’unicità non solo dovuta all’approccio, ma anche all’estrema cura con cui il lavoro sembra essere strutturato. Il frutto del duro lavoro è un’opera d’arte che può essere “ascoltata” grazie alla “musicità” delle opere presentate. Todd Williamson ci permette di apprezzare una connessione unica nella storia, in quanto la concezione delle tele è da intendere come elaborato organico e non distaccato, diverso ad esempio in altre esperienze simili che la storia dell’arte ci può raccontare. 

Le opere portate da Todd Williamson a Napoli sono di tre tipologie, tre movimenti musicali: il primo, frequency series, esalta la partitura legata al tempo; le percussioni possono essere lette osservando le tele, il tempo viene scandito da linee e colori, spesso la trama della tela riesce a divenire produzione stessa esaltando il lavoro delle pennellate. Il secondo movimento, il light series, è il balance dalle sonorità equilibrate; i colori tenui meno aggressivi del precedente rendono appieno la sensazione di quiete ed equilibrio. Il terzo movimento è il grid series, l’armonia generale che contiene lo sviluppo del progetto dove avviene una sorta di fusione dei precedenti, dove il missaggio delle “tracce” porta l’osservatore a capire quanto organico è stato il lavoro di Todd Williamson e Greg Walter.