Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Visita e concerto a Sant’Anna dei Lombardi

Nel cuore di Napoli scorre un po’ di sangue fiorentino e tengono a farvelo scoprire i Giovani per un mondo unito di tutta la Campania che, insieme al gruppo internazionale GenRosso, offrono venerdì 15 aprile alle ore 18, una visita guidata seguita, a partire dalle 20:30, da aperitivo e suggestivo concerto acustico nel complesso monumentale di Sant’Anna dei Lombardi.

La chiesa, nota anche come Santa Maria di Monteoliveto, è una delle più importanti testimonianze dello stretto legame tra Napoli e la Toscana.

La sua bellezza mostra quanto il rinascimento toscano, anche nel capoluogo campano, abbia raggiunto vette altissime.
Pur trovandosi in una delle storiche piazze della città, piazza Monteoliveto, nei pressi di una delle strade più trafficate, via Toledo, pochi sanno che dietro la sua facciata in piperino, una roccia magmatica delle zone di Viterbo e dei Colli Albani, e l’arco a sesto ribassato, tipico del tardogotico napoletano, è possibile trovare le opere di Giuliano e Benedetto da Maiano, Antonio Rossellino e Giorgio Vasari, alcuni tra gli artisti toscani del XV e XVI secolo più apprezzati al mondo.

La chiesa è fiorentina fin dalla pianta, a navata centrale con cupola e tetto a botte coperto da un soffitto cassettonato, cinque cappelle a lato, più altre tre nel presbiterio, due sul lato sinistro e una su quello destro. Un passaggetto conduce, poi, ad altri luoghi del monastero non meno interessanti: l’oratorio del Santo Sacramento, la cappella dell’Assunta, la sacrestia Nuova e quella Vecchia del Vasari.

Sant’Anna dei Lombardi palco d’eccezione per i GenRosso

Guide d’eccezione all’interno dell’enorme complesso, la cui costruzione risale al 1411 e che, quindi, ha tanto da raccontare non solo dal punto di vista artistico ma anche da quello storico, saranno vari giovani, studenti e appassionati d’arte.
Dopo aver appagato gli occhi con gli affreschi del Vasari e le tante altre opere presenti, dopo aver soddisfatto il palato con l’aperitivo, alle 20.30 comincerà, poi, il concerto del Gen Rosso.

Il gruppo, nato dall’esperienza dei focolarini nella cittadella di Loppiano su desiderio di Chiara Lubich, è attivo fin dal 1966 e negli anni ha totalizzato più di 1500 concerti, 150 tour in 38 nazioni, quasi 54 album (nelle varie versioni) per un totale di 320 canzoni e oltre 4 milioni di spettatori, oltre a manifestazioni, raduni e workshop.
Attualmente composto da 16 componenti provenienti da 9 nazioni diverse (Brasile, Tanzania, Filippine, Argentina, Polonia, Congo, Spagna, Svizzera e Italia), il Gen Rosso è definito international performing arts group e ha come obiettivo la diffusione del messaggio della costruzione di un mondo più giusto, pacifico, solidale, e vivibile.

Anche questo sarà il messaggio dei Giovani per un mondo unito di tutta la Campania che, gratuitamente, venerdì 15 aprile a partire dalle ore 18, offriranno la possibilità di conoscere la chiesa di Sant’Anna dei Lombardi. Uno dei tanti  edifici dove probabilmente si passa tante volte senza fermare lo sguardo, senza la consapevolezza che è imparando ognuno di noi a conoscere i luoghi più vicini che si potrà pensare di vivere in un mondo bello o, sennò, avere l’ambizione di cambiarlo.

Print Friendly, PDF & Email