Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Appuntamento al buio con un libro

“Appuntamento al buio con un libro” è il nome di un progetto – il cui titolo originario è “Blind date with a book” -, ideato dalla libreria “Elizabeth’s Bookshop”, una libreria di Newton (sobborgo di Sidney), facente parte di una catena di librerie indipendenti.

Come si configura un appuntamento al buio con un libro?

Entrando nella Elizabeth’s Newton, è possibile trovare uno scaffale che ospita libri la cui copertina non è visibile, poiché essi sono impacchettati con semplice carta marrone. Insomma, gli acquirenti non possono conoscere né il titolo di queste opere, né il loro autore e – naturalmente – non possono guardarne la copertina.

Tuttavia, sulla carta marrone – che riveste ogni libro – sono scritte parole chiave, sintagmi e brevi concetti, utili sia a descrivere allusivamente il libro “al buio”, sia a suscitare curiosità nel lettore-acquirente.

L’opinione di Melanie Prosser, ideatrice del progetto

Secondo Melanie Prosser – la Direttrice della Libreria “Elizabeth’s Bookshop” di Newton – “scegliere un libro al buio è un bellissimo regalo, che ti solleva da ogni responsabilità”. Inoltre – aggiunge la Prosser nel corso di un’intervista rilasciata al giornale australiano “Daily Telegraph” “il progetto è stato ideato per incoraggiare le persone ad uscire dalla propria confort zone letteraria”, in modo tale che i lettori non siano condizionati, nella scelta di un libro, dal suo titolo e/o dalla sua copertina.

Al progetto “Appuntamento al buio con un libro” sono stati dedicati anche un sito, un blog su Tumblr, un profilo su Instagram ed una pagina su Facebook. Sul sito è possibile comprare libri “al buio”, pagandoli o con il metodo tradizionale o in bitcoin (al prezzo del libro andrà aggiunto un costo di dieci dollari, per la spedizione intercontinentale.)

Naturalmente, i libri “al buio” sono scelti dallo staff, che lavora nelle librerie della catena “Elizabeth’s Bookshop”; ma si tratta di libri afferenti a diversi generi letterari – dalla narrativa all’horror, dal fantasy al giallo -, per cercare di “abbracciare” i gusti letterari potenziali di un ampio pubblico di lettori.

Particolarità sul progetto “Appuntamento al buio con un libro”

L’aspetto interessante sta anche nel fatto che il progetto “Appuntamento al buio con un libro” ha tutte le potenzialità per diventare virale. Già in Australia ha riscosso un discreto successo, che spesso si è tramutato nell’aumento del numero di libri venduti.

La medesima idea è stata ripresa, ad esempio, anche dalla “Sperling & Kupfer”, sul cui sito è possibile leggere questa simpatica didascalia-slogan:

“Con i libri funziona come con l’amore. A volte bisogna buttarsi, farsi travolgere da un indizio di complicità, da una parola (proprio quella “giusta”), da un momento di entusiasmo.
Noi che amiamo i libri abbiamo voluto regalarvi una nuova emozione, da vivere tutta in libreria. Abbiamo scelto, dal nostro catalogo, 6 romanzi belli e appassionanti e li abbiamo confezionati in maniera tale che non possiate sapere né titolo né autore. Tantomeno la trama.
E quindi?
Andate in libreria: troverete un espositore con i nostri sei romanzi incartati. Leggete gli indizi riportati sulla confezione e scegliete in base a quelli. Fatevi guidare dall’istinto. A volte ci azzecca!!
Poi tornate a casa, scartate, leggete e fateci sapere com’è andato il vostro appuntamento al buio con un libro!”

E voi, cosa state aspettando?

Print Friendly, PDF & Email