Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Auto d’epoca a Napoli: la passione viaggia su quattro ruote!

Dopo il riuscito raduno di vetture storiche di domenica 14 aprile a Baia, il prossimo appuntamento per gli appassionati di auto d’epoca sarà il primo di maggio, con la storica rievocazione del Gran Premio di Napoli.

I raduni di auto d’epoca, vere occasioni per collezionisti e appassionati.

Carezzare con lo sguardo e dal vivo una Ferrari o una Topolino anni ’50, ma anche un Maggiolino che sembra uscito da un film della Disney come la Jaguar E-Type – la vettura di Diabolik! e come se non bastasse, parcheggiate in bella mostra di sé ci sono altri gioielli di auto come la 500 e la 600 Fiat, piombate direttamente ai nostri giorni dai favolosi anni ’60. ed è proprio questo il clima che si respirava allo storico raduno di auto d’epoca svoltosi nell’incantevole cornice dei Campi Flegrei, in quell’angolo della Campania Felix dove arte e natura si uniscono per dare vita a un favoloso scenario. Raduno promosso dal Classic Car Club di Napoli e giunto con successo alla sua XVI edizione: nel cuore dell’antico porticciolo di Baia, a due passi dal vetusto Tempio di Minerva, rombavano i motori delle storiche automobili in una sfilata di vetture che ripercorreva la storia dell’automobilismo dagli anni ’50 agli ’80. Auto che oggi sono veri e propri pezzi da collezione per chi desidera aggiungere un altro pezzo alla sua raccolta, magari gelosamente custodita sottochiave nel suo garage. infatti su alcune delle auto esposte, accanto alla targa o sul parabrezza campeggiava la scritta “Vendesi” a caratteri cubitali!

Napoli e provincia per gli appassionati delle auto d’epoca.

Oltre alle regate del golfo per le World series dell’America’s cup, l’evento per eccellenza della tarda primavera campana, sono parecchi i momenti dove la velocità è considerata una protagonista. Come ad esempio il prossimo Gran Premio di Napoli, che si svolgerà a Posillipo, una rievocazione storica di auto da corsa. Sfileranno infatti lungo il tracciato dell’antica corsa automobilistica disputata tra il 1933 e il 1962 proprio lungo le curve della collina che domina le acque del golfo partenopeo. Sul circuito cittadino di Posillipo ,  lungo circa 4 km, a quei tempi gareggiarono le monoposto di Formula 2 e Formula 1 e tra i piloti più acclamati si ricordano personalità come quella di Tazio Nuvolari e Nino Farina (qui  in un filmato dell’Istituto Luce dov’è registrata una sua vittoria).

La rievocazione storica del Gran Premio di Napoli organizzata a partire dal 1998, di cui è promotore dell’evento posillipino ancora una volta il Classic Car Club di Napoli rappresenta una tappa imperdibile per tutti gli amanti delle automobili d’epoca e un’occasione per trascorrere in modo diverso la Festa del Primo Maggio.