Seguici e condividi:

Eroica Fenice

giugno dei giovani

Giugno dei giovani, la rinascita della cultura

Giugno dei giovani sta tornando.

I giovani sono la più grande risorsa per l’umanità in crisi, lo dicono tutti: sono quelli che possono davvero cambiare il mondo, spingere tutto in una direzione nuova e dinamica, se gliene viene data la possibilità e, soprattutto, se hanno a disposizione i mezzi giusti. I giovani hanno voglia di dimostrare che dentro hanno un mondo, che non sono i “bamboccioni” senza arte né parte di cui spesso si sente parlare ma che, al contrario, hanno idee e interessi che coltivano con passione, spesso con il desiderio di farli diventare una vera e propria professione in una società che non offre molto. 

Giugno dei giovani, un’investimento per il futuro

Napoli ha capito che i giovani devono diventare il fulcro fondamentale dello sviluppo culturale, turistico ed economico della città, ed è in questo senso che è stato pensato il progetto Giugno dei Giovani, per volontà dell’Assessorato ai giovani e alle Politiche Giovanili, creatività e innovazione, e dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo, è una pratica e appuntamento annuale, così come il Maggio dei Monumenti.  Giugno dei giovani è un progetto che guarda al mondo giovanile a 360°, con il quale ci si prefigge di creare un incrocio tra le varie politiche relative all’occupazione, alla mobilità giovanile, alla creatività, all’integrazione, all’inclusione sociale e culturale, alla comunicazione. In quest’ottica, lo scopo ultimo è di portare le Politiche Giovanili al centro dell’interesse istituzionale e cittadino ampliando lo spettro dei soggetti coinvolti, siano essi privati, pubblici o di filiera istituzionale. L’Assessorato ai Giovani ha promosso un bando per raccogliere tutte le idee per animare la città durante il mese di giugno con attività che siano in grado di valorizzare la creatività, la passione, il protagonismo, il talento, l’orgoglio, l’identità napoletana, l’inventiva e i valori dei giovani, prima risorsa per lo sviluppo sociale, economico, culturale e territoriale della città abbracciando con il suo calendario tutte le 10 Municipalità.

Giugno dei giovani: alcune delle attività in programma

Il programma mensile è molto ampio e variegato e può contare su numerosi interventi il cui obiettivo centrale è quello di rafforzare le linee ministeriali “Diritto al Futuro”: lavoro, impresa, accesso al credito.

Molte saranno le iniziative per la valorizzazione della creatività urbana e della promozione dell’associazionismo giovanile, per la produzione di eventi, per la realizzazione di opere creative e di ingegno, iniziative, progetti e servizi culturali, artistici, sociali realizzate dai giovani per i giovani. In questo senso vanno interpretate le numerose serate di musica come “Talent has no age“, rassegna musicale per band emergenti; “Suggestioni all’imbrunire“, uno spettacolo di musica e teatro nella splendida cornice del parco archeologico del Pausilypon. Ampio spazio sarà dato anche all’arte con vernissage, mostre fotografiche e passeggiate di gruppo alla scoperta delle bellezze di Napoli, vero e proprio museo a cielo aperto. Da segnalare, inoltre, la mostra “Sguardo di donne sulle donne del Mediterraneo“, che sarà visitabile fino al 15 del mese presso l’Archivio di Stato di Napoli e la mostra fotografica Premio Mediterraneo 2016 alla Biblioteca Nazionale di Napoli. Tre saranno, invece, le iniziative del Touring Club Italiano, il 19 giugno con “ Concerto in due Tempi_ dal Classico al Contemporaneo”, il 25 con ““Novapoli Ensemble – quintetto di fiati_ viaggio musicale Napoletano dal 600’ al 900” e il 26 con un CicloTour cittadino. 

Infine sono da segnalare il Secondigliano Block Party, che in italiano sarebbe la “Festa dell’isolato”, una manifestazione che si svolge in strada in cui si fondono musica, spettacolo, arte e i colori del popolo napoletano.

Questi sono solo alcuni dei moltissimi eventi che accompagneranno il nostro Giugno, il Giugno dei giovani che, si spera, possa essere il punto di partenza per una vera rinascita.