Seguici e condividi:

Eroica Fenice

imprenditori di sogni

Imprenditori di sogni, il teatrino di Don Cristobal


Una magica e vivida rappresentazione di burattini che, nel piccolo teatro per loro allestito, intrattengono, riportando alla luce turbolenze e anacronismi dell’animo umano. Questo e molto altro è “Il teatrino di Don Cristobal”, opera ad atto unico scritta nel 1931 da Garcia Lorca, andata in scena dal trenta maggio al primo giugno al Nuovo Teatro Sanità, che proprio con questa pièce ha chiusa la sua stagione teatrale. L’esilarante farsa guignolesca è incentrata sulla figura del burbero e non più giovanissimo Cristobal (interpretato dal sempre eccellente Francesco Saverio Esposito) alla spasmodica ricerca di una moglie che sazi le sue voglie. Stipulato un contratto di matrimonio con la madre (Patrizia Di Martino) di Rosita (Sara Missaglia), giovane egualmente vogliosa, i due si possono sposare.

La vera natura dei due personaggi a quel punto esce fuori. Don Cristobal è un ubriacone frustrato ed impotente che non esista ad alzare le mani quando arrabbiato. E Rosita, ragazza dai bollenti spiriti, non perde un secondo per tradirlo con un torero e poi con un pittore (interpretati dal polivalente Fabio Balsamo) da cui rimane anche gravida. Ma ciò che più colpisce di questa rappresentazione non è l’intreccio in sé, sebbene non manchino, tra le righe, gli spunti di riflessione. A colpire è, piuttosto, la capacità degli attori di “trasformarsi”, aiutati anche da un eccellente lavoro di trucco e dai i costumi, in vere e proprie marionette. Marionette che, con le loro movenze lignee, con i loro “schiaffi” ma soprattutto con un perfetto tempismo comico, divertono e non poco, assicurando risate ed allegria sia ai grandi che ai piccini presenti in sala. Altro punto di forza della rappresentazione sono gli intermezzi.

Tra un atto e l’altro e in apertura e in chiusura dello spettacolo dei burattini, il direttore dello stesso (Niko Mucci) e il suo aiutante spaventapasseri (Marcella Vitiello) intrattengono con una discussione sul valore della poesia e della forza dell’immaginazione. È proprio quest’ultima con la forza che muove le passione della compagnia “Imprenditori di sogni” a volare alto e a condurci nuovamente con loro in un breve quanto intenso viaggio. 

– Imprenditori di sogni, il teatrino di Don Cristobal (NTS) –

Print Friendly, PDF & Email